Posts Tagged ‘gino promenzio’

Il Dottore Gino Promenzio torna a Telecamere Salute di Anna La Rosa su Rai 3, da non perdere!

Come ho preannunciato ieri, mettendo al sicuro la notizia nel caso oggi la mia voglia di scrivere fosse andate a puttane, oggi alle 12,10 su Rai 3, al programma di Anna La Rosa, TeleCamere Salute, torna il mio amico ortopedico Gino Promenzio, originario di Corigliano Calabro.
Gino Promenzio in una foto del 2006. Foto Rosario Rizzuto con Fuji Mv-1Gino ha partecipato al programma di Rai 3 anche
il 1 Agosto 2010 (Il video di quella puntata è possibile vederlo cliccando qui
: il servizio su Gino parte dal minuto 00:17:30) ed ora torna per parlare del piede e delle sue patologie con la sua competenza e bravura!

Il mio amico Promenzio è un medico giovane, è del 1970, ma nonostante ciò molto preparato e molto conosciuto nel suo campo.
Sul suo sito si legge: "Sono nato a Rossano Calabro il I° settembre 1970 e cresciuto a Corigliano Calabro dove ho frequentato il Liceo Classico “Garopoli”.

Mi sono laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato, con lode, in Ortopedia e Traumatologia all’Università di Roma – Tor Vergata.

Ho svolto parte della mia formazione sull’accrescimento osseo del bambino e dell’adolescente all’Havana (Cuba) e sulla patologia chirurgica del piede a Barcellona. Ho frequentato per diversi anni i dipartimenti di Ortopedia e Traumatologia degli Ospedali San Giovanni, Sant’Eugenio, Cto  e gli ambulatori del Policlinico di Tor Vergata  a Roma,  come allievo del Prof. Maurizio Monteleone.  Ho lavorato a Roma per qualche anno con lo specialista traumatologo Luigi Pisano. Ho seguito i corsi teorico-pratici del Prof. G. Pisani a Santa Vittoria d’Alba.

Ho pubblicato diversi articoli su riviste scientifiche nazionali ed internazionali e varie monografie sulla tematica della fisiopatologia del piede e, con altri colleghi, effettuato la più ampia ricerca della letteratura sull’appoggio plantare nella popolazione scolastica di varie regioni italiane.
Gino Promenzio, il primo da sx, presso la Provincia di Crotone con alcuni fans di Rino Gaetano. Foto Rosario Rzzuto con Fuji Mv-1Attualmente insegno “Ortopedia e Medicina del Lavoro” presso la Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università  Tor Vergata di Roma, diretta dal Prof. Andrea Magrini.

Nel gennaio 2007 sono stato eletto Vicepresidente della Società Italiana di Patologia dell’Apparato Locomotore… continua qui".

Innamorato pazzo della sua Calabria e di tutto ciò che è calabrese (qualche anno fa fu il promotore di un'associzione dedicata a Rino Gaetano nata in seguito ad un movimento che si creò grazie ad un suo articolo [clicca per leggerlo] pubblicato su Il Quotidiano della Calabria il 4 Giugno 2006) Gino, nonostante i suoi numerosi impegni medici ed universitari, ritorna spesso nella sua Calabria ed a Corigliano dove ha anche uno studio (clicca per prendere un appuntamento) e visita i suoi pazienti calabresi e non solo.
Gino Promenzio con la giornalista crotonese Patrizia Pagliuso. Foto Rosario Rizzuto con Fuji Mv-1Se quella che non mi ascolta ancora cammina è anche merito suo che qualche tempo fa individuò il problema al menisco consigliandomi sul da farsi; se i piedi del mio ometto Antonio non sono più un pensiero è merito suo che qualche giorno fa, con un'attenta visita, ha giudicato, per fortuna, sani.

Un omone di fatto e di bontà (cosa rara nei medici) Gino, che, quando visitò per la prima volta quella che non mi ascolta, mi disse: "Se conosci qualcuno, adulti, bambini che hanno bisogno di cure ortopediche ed hanno problemi economici, segnalamelo, vengo anche a Crotone e li visito gratis".
Vi sfido: trovatemi un altro medico così!!!
La giornalista Anna La Rosa a Scandale ad Aprile 2010. Foto Rosario RizzutoSe volete vederlo in azione, quindi, alle 12,10 e poi anche a mezzanotte e 25, sintonizzate la vostra televisione su Rai 3 al programma TeleCamere Salute della giornalista di origini calabresi Anna La Rosa (che ad aprile 2010 moderò a Santa Domenica di Scandale l'incontro che si tenne prima del'inaugurazione della Centrale Turbogas di Scandale), in tv uno dei più bravi medici calabresi: il mio Amico Gino Promenzio!

Tutti su Rai 3, domani alle 12,10 e poi a mezzanotte e 25

Questa settimana a TeleCamere Salute, in onda domenica 16 0ttobre,  alle ore 12.10 e alle ore 00.25 su RAI TRE, si parlerà della salute dei nostri piedi.
 
Ospite di Anna La Rosa  sarà  il Prof. Luigi Promenzio, Presidente della Societa’ Italiana di Patologia dell’Apparato Locomotore .
Per info e CV:
www.promenzio.it
 
Il piede e le sue patologie, dall’alluce valgo ai piedi piatti, saranno al centro della prima parte del programma.

Tutti su Rai 3, domani alle 12,10 e poi a mezzanotte e 25

Questa settimana a TeleCamere Salute, in onda domenica 16 0ttobre,  alle ore 12.10 e alle ore 00.25 su RAI TRE, si parlerà della salute dei nostri piedi.
 
Ospite di Anna La Rosa  sarà  il Prof. Luigi Promenzio, Presidente della Societa’ Italiana di Patologia dell’Apparato Locomotore .
Per info e CV:
www.promenzio.it
 
Il piede e le sue patologie, dall’alluce valgo ai piedi piatti, saranno al centro della prima parte del programma.

Quattro lanci con la Nintendo Wii…

Due set a tennis (persi miseramente anche qui) e due tiri, con un fuori campo, a baseball e sono di nuovo sveglio e pimpante!

Vi starete chiedendo come sia stato possibile fare ciò nella mia mansarda; be’, anche io credevo fosse impossibile finchè, poco fa, non ho collegato la Nintendo Wii ricevuta l’altro giorno.

Un acquisto non preventivato ed in effetti non è stato un acquisto.
Ora vi spiego.

Questa estate in un piatto giorno di luglio trovo a casa una multa comminatami dall’efficiente servizio di Polizia Municipale del comune di Mandatoriccio.
Beccato da un apparecchio simile all’autovelox di cui ora non ricordo il nome.
Facendo un po’ mente locale riusciamo a risalire che si era trattato del giorno in cui con mia moglie eravamo andati dal mio amico Gino Promenzio per la seconda puntura che doveva fare lei al ginocchio dopo l’intervento al menisco.
Nintendo Wii. (Foto dalla Rete)
Che c’entra questo con il Nintendo Wii…? Diciamo che l’ho presa un po’ lunga.

Comunque dopo essermi arrabbiato per il verbale, aver chiamato alla Polizia Municipale e aver parlato con uno che mi ha detto che se pagavo subito potevo risparmiare i punti tolti dalla patente (cosa non vera come mi chiarì il giorno seguente il responsabile), così quasi per liberare la mente prendo un Fruttolo Nestlè dal frigo e decido di partecipare al gioco in cui c’è in palio appunto una Nintendo Wii al giorno.

Vi giuro che l’ho fatto per scrupolo: "Tanto non vinco" mi dicevo e speriamo non vinco "Sennò chi la fa la raccomandata?!".

Nel mentre pensavo tutto ciò la voce registrata mi faceva le congratulazioni con io che entravo nel panico e non capivo nulla circa le modalità per inviare scontrino e codice a barre della confezione.

Riuscirò poi a recuperare queste informazioni su internet. 
Insomma, quasi come un contrappeso per la multa appena ricevuta, avevo vinto ma ne ero quasi scontento.

Così dopo la lettera di conferma vincita arrivata alcune settimane fa, il giorno di San Dionigi è arrivato il pacco che ho nascosto per non farlo vedere subito ai bimbi.

Stasera, di ritorno da Torre Melissa, ho comprato un gioco (per poi scoprire che un altro gioco era presente nella confezione originale) per sistemare tutto e fare domani la sorpresa ai bimbi.

Così ne ho approfittato (e credo lo farò ancora) per fare due tiri anche io.
Comunque interessante questo mondo Nintendo: ma quanto costano i giochi però!!!

Grazie… grazie… grazie…

Rieccomi, anche la prova del nove è andata bene e scrivo per il secondo giorno di fila, cosa che non accadeva da tempo, se si esclude la veloce parentesi di luglio.

E’ bello ritornare… difficile spiegare.

Grazie a chi imperterrito è entrato sul mio blog (lo dicono i contatti, infatti ora la mia "paura" è che, scrivendo, siano di meno!!!) tutti i giorni, impaziente di trovare un traccia di Rosario.

Di certo ci saranno stati anche quelli che gioivano nel vedere il blog maledettamente fermo, ora, forse, saranno meno contenti per mia fortuna!

Grazie a chi ha cercato a modo suo di spronarmi, a tutti gli amici che si sono fatti vivi nel box messaggi (così a memoria: Amedeo, Giusy, Flaminia, Libera, Agapito, Ca., Franco M., e mi perdonerete se dimentico qualcuno) a chi mi ha contattato per sms (grazie Sara – giusto in tempo, che dici? – grazie Lu, grazie Francesca ).

Grazie alla mia luce: che pazienza!

Grazie alla mia famiglia, a mia mamma (santa donna!), a mio padre coi suoi silenzi  più forti della predica del venerdì santo di Don Renato, fosse per lui mi porterebbe anche in America!; alle mie sorelle: Maria, Tania, Wilma, ai miei bimbi: Antonio, Alessandro… Valentina, a mia moglie (che spesso continua a non ascoltarmi ma ci voglio due coglioni così per stare vicino a me!).

Grazie ai miei colleghi a scuola: a Elisa, Filomena, Lucia, Marisa, Pietro, Rosella, Simona, ai miei superiori Giuseppe, Tonino, Alessandra, al Presidente Enrico.

Grazie a Giuseppe Pipita, c’ero spesso nel suo giro di telefonate per stimolare gli articoli dei collaboratori del Crotonese, nonostante i miei continui "Ora no".

Grazie a Gregorio di Area Locale che nonostante i suoi guai non si è dimenticato di me; grazie a Gino Promenzio che forse avrebbe cambiato specializzazione per potermi aiutare ma questo succede solo nei film invece questa è vita vera.

Grazie a chi non ha dimenticato il mio numero come Amedeo da Bari ma soprattutto GINO PINGITORE: c’era poco da fare con me… ma lui imperterrito!!!

Forse dimentico qualcuno, ma mi ero messo al pc per scrivere due parole e, partendo dal saluto di Agapito nel box [(20 set 08, 15:39 Agapito: Indro sarebbe contento. Bentornato.) mi viene in mente un solo Indro ma non ho capito perchè sarebbe contento!], ringraziare lui per tutti postando il testo della canzone di Rino Gaetano (che trovate sotto) da dove lui ha preso il nome - anche per colmare il vuoto di Rino lasciato dal programma "Ritratti" di Rai 3 che per la terza volta non ha mandato la programmata puntata sul cantante calabrese - ed invece le dita hanno cominciato a muoversi da sole…

GRAZIE A TUTTI!!!

… questa volta non ci credevo proprio…

Agapito Malteni era un ferroviere
viveva a Manfredonia giù nel Tavoliere
buona educazione di spirito cristiano
ed un locomotore sotto mano
Di buona famiglia giovane e sposato
negli occhi si leggeva : molto complessato
faceva quel mestiere forse per l’amore
di viaggiare sul locomotore
Seppure complessato il cuore gli piangeva
quando la sua gente andarsene vedeva
perché la gente scappa ancora non capiva
Dall’alto della sua locomotiva
La gente che abbandona spesso il suo paesello
lasciando la sua falce in cambio di un martello
ricorda nei suoi occhi nel suo cuore errante
il misero guadagno di un bracciante
Una tarda sera partì da torre a mare
doveva andare a Roma e dopo ritornare
pensò di non partire o pure senza fretta
di lasciare il treno a Barletta
Svelò il suo grande piano all’altro macchinista
buono come lui ma meno utopista
parlò delle città di genti emigrate
a Gorgonzola oppure a Vimercate
E l’altro macchinista capì il suo compagno
felice e soddisfatto del proprio guadagno
e con le parole cercava di calmarlo
fu una mano ad addormentarlo

Il mio amico Gino Promenzio relaziona ad un convegno a Corigliano Calabro

Locandina convegno.
Nel Salone degli Specchi del Castello Ducale di Corigliano Calabro si terrà, sabato 24 maggio a a partire dalle 18,00, un interessante convegno dal titolo: "La Chirurgia del Piede dall’attualità chirurgica alla storia dell’arte".

A relazionare sull’argomento sarà il mio amico Gino Promenzio dell’Università di Roma – Tor Vergata che, sono sicuro, saprà attrarre tutta la platea con la sua preparazione e la sua simpatia.
Partecipanti al convegno di Corigliano Calabro.
Ad Introdurre i lavori sarà Anna Lauria mentre parteciperanno al convegno: Giovanni Borgogno, Direttore U.O.C. di Ortopedia e Traumatologia all’ospedale di Corigliano Calabro, Eugenio Corcioni, Presidente dell’Ordine provinciale dei Medici Chirurgici ed Odontoiatri di Cosenza e Mario Oliverio Presidente della Provincia di Cosenza.

Sicuramente un appuntamento da non perdere per chi è interessato dall’argomento!