Posts Tagged ‘michael reiger’

Delegazione di St. Georgen in visita a Scandale e Cotronei

Michael Rieger al suo arrivo a Lamezia Terme. Foto Rosario Rizzuto

SCANDALE – Michael Rieger, borgomastro di St. Georgen (il paese della Germania gemellato con Scandale) questa estate, durante la festa per il ventennale dal gemellaggio tenutasi in Germania, lo avevo promesso: “ A Novembre sarò a Scandale” e, si sa, le promesse tedesche diventano con facilità realtà.

Anche perchè Rieger vuole fare cose serie e, dopo 20 anni passati quasi invano, dare un senso a questo gemellaggio.

Così venerdì 13 novembre 2009 è atterrata, dopo un viaggio lungo e stressante (prima in treno fino a Stoccarda e poi due aerei con sosta a Milano di 5 ore), all’aeroporto di Lamezia Terme (è davvero una pena dover passare davanti all’aeroporto di Sant’Anna e non potersi fermare qui ma dover proseguire verso Lamezia Terme, anche se dovrebbe essere l’ultima volta perchè il vice presidente della provincia di Crotone, Gianluca Bruno, ha promesso ai delegati tedeschi che al loro prossimo viaggio potranno atterrare a Crotone), una delegazione della cittadina tedesca composta, oltre che dal primo cittadino, da Robert Walter e Vincenzo Sergio (consiglieri comunali), Manfred Scherer (leader politico al suo sesto viaggio a Scandale) e dal giovane Giovanni Costantino (originario di Cotronei, impiegato nel municipio di St Georgen e indispensabile interprete della delegazione).

Una visita non ufficiale, un viaggio per Rieger e gli altri per conoscere uno dei quattro paesi con cui St. Georgen è gemellata.

Rieger infatti non era mai stato in Calabria anche se conosce l’Italia essendo vissuto per un periodo in Sardegna ed infatti riesce a dire anche qualche frase in italiano; per arrivare nella nostra terra ha superato la sua paura per i voli in aereo, erano infatti molti anni che non ne prendeva uno!

Ad accogliere i delegati tedeschi nell’aeroporto gestito dalla Sacal, è stata una rappresentanza comunale composta dagli assessori Grisi e Rizzuto accompagnati, per fare da interprete durante il viaggio in macchina, da Vincenzo Noce.

La delegazione tedesca, essendo Scandale privo di una struttura ricettiva e quindi di posti letto, è stata sistemata nella splendida struttura del Lido degli Scogli a Crotone, potendo scegliere la stanza (visto il periodo non di alta stagione), tutti i 5 tedeschi hanno optato per le camera con vista mare!

Brindisi durante la cena del venerdì al Lido degli Scogli. Foto Rosario Rizzuto

Nella serata di venerdì in sindaco di Scandale, Brescia, ed alcuni componenti della giunta comunale hanno salutato la delegazione tedesca presso il ristorante della stessa struttura alberghiera, un occasione per stare insieme ma anche per cominciare a parlare delle idee che hanno i due sindaci per animare questa unione tra comuni.

Sabato in mattinata la delegazione tedesca si è trasferita a Scandale dove, accompagnata dagli assessori Filippo Lettieri e Ermanno Pascuzzi, ha potuto visitare il paese che, nonostante dei lavori in corso per i rifacimento del centro storico e non solo, è piaciuto al borgomastro tedesco e gli altri (che si sono divertiti girando per gli stretti vicoli del centro storico e parlando con gli anziani, con qualcuno anche in tedesco visto che si trattava di ex emigrati nella cittadina tedesca) che ha commentato: “Ora capisco perchè i cittadini di Scandale che vivono a St. Georgen non vedono l’ora di tornare a Scandale”.

Il vice presidente  della Provincia di Crotone, Gianluca Bruno, incontra la delegazione tedesca e la giunta di Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Nel pomeriggio di sabato c’è stato un momento importante del viaggio della delegazione tedesca infatti sono stati ricevuti, insieme al sindaco Brescia e a quasi tutta la Giunta del comune di Scandale, negli uffici della Provincia di Crotone, dal vice presidente Gianluca Bruno.

Un incontro interessante durante il quale sono state discusse iniziative importanti come quella di uno scambio di studenti tra St. Georgen e la provincia di Crotone e un interessamento da parte degli amministratori tedeschi per promuovere il territorio crotonese in proprio ma anche favorendo la partecipazione della Provincia di Crotone alla prossima Borsa turistica di Stoccarda.

I tedeschi sono stati colpiti dal territorio crotonese, Manfred Scherer non ha esitato a farsi, tra lo stupore generale dei presenti, anche il bagno nelle splendide acque vicino il Lido degli Scogli.

Nella serata di sabato 14 cena di commiato presso il tipico ristorante ‘U Brigante di Scandale a base di pietanze e prodotti tipici.

Cena finale presso il ristorante il Brigante. Foto Rosario Rizzuto

La giornata di domenica 15, invece, è stata trascorsa dalla comitiva tedesca, interamente nella cittadina di Cotronei, infatti a St. Georgen ci sono anche alcuni emigrati provenienti dalla cittadina silana e Rieger era stato invitato a recarsi anche lì.

Un viaggio breve, visto che lunedì 16 la delegazione tedesca in mattinata e ripartita alla volta di Lamezia Terme per rifare il viaggio al contrario e ritornare in patria, felici per la bella esperienza ma questa volta un po’ più sicuri che, forse, finalmente, dopo 20 anni, si potrà davvero dare un senso al gemellaggio tra Scandale e St. Georgen.

ROSARIO RIZZUTO

Rinnovato dopo 20 anni il patto di amicizia tra Scandale e St. Georgen

Il sindaco di Scandale Fabio Brescia firma il rinnovo del gemellaggio. Foto Rosario Rizzuto

Michael Rieger firma il rinnovo di amicizia tra St. Georgen e Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Rientrata a Scandale la delegazione andata a St. Georgen. Patto tra Brescia e Rieger per dare un senso al gemellaggio!

ST. GEORGEN“Galasso…, Bomparola…, Spina…, Trivieri…” i nomi chiamati uno ad uno dal presidente del Centro Italiano, Mario Cortese, per ricevere il regalo da St. Nikolaus, sono tipicamente calabresi, e scandalesi in particolare, ma evidentemente non siamo a Scandale.

E’ una gioia vedere questi bimbi, un po’ intimoriti dal San Nicola-Babbo Natale, ma al contempo felici di ricevere il loro dono, ma è una sofferenza per chi scrive e forse non solo per lui, saperli in terra straniera, sentirli parlare in una lingua che non è la loro.

Un pezzo di Italia, di Calabria, di Scandale in terra tedesca ormai da decenni.

Tra gli assessori di Scandale, che fanno parte della delegazione giunta a St Georgen giovedì 4 dicembre, si ci chiede chi sia stato il primo ad arrivare nella ridente cittadina tedesca in piena Foresta Nera. La risposta, non sappiamo quanto precisa di alcuni scandalesi a St. Georgen, parla di un signore di Cotronei che arrivò per primo negli anni ’50 e che fu l’apripista di tanta presenza nostrana a St. Georgen.

Una terra che per alcuni è stata Madre più di quanto lo sia stata la Calabria: Lino Trivieri ha 36 anni e a breve saranno 10 anni che vive a St. Georgen, ha tre bambini “tedeschi” anche se parlano anche lo scandalese.
Lino Trivieri con uno dei suoi bimbi che riceve il regalo da St. Nikolaus. Foto Rosario Rizzuto
Lino sta finendo casa e non tornerà mai più (se non per vacanza) a Scandale.

Ma poi perchè dovrebbe?

Fresco diplomato, anni fa, cercò un posto di lavoro nella sua terra, forte di un diploma professionale e preparato di suo lo aveva pure trovato.

Ma invece di ricevere la chiamata per iniziare a lavorare, colui che lo aveva selezionato lo chiamò per avvertirlo che era stato costretto a dare il posto di Lino ad un’altra persona. Da noi funziona così!

Lino è pieno di dubbi ma, quando nel giorno del suo primo anniversario non ha in tasca nemmeno i soldi per andare a mangiare una pizza con sua moglie, decide di provare la carta St. Georgen dove arriva e trova lavoro dopo 2 (due) giorni!

Ma la storia di Lino è simile a tante altre: chi si trova qui non lo è certo per villeggiatura.

St. Georgen non è proprio come Scandale, il clima non è proprio il nostro. Paese intorno ai 900 metri sul livello del mare, nei tre giorni in cui la delegazione scandalese è stata lì, è sempre nevicato ed era tanta la neve vecchia di qualche giorno a bordo strade dovuta ad una fortissima nevicata di due settimane prima.

In mezzo a questa comunità calabrese sono arrivati, ospiti del Comune di St. Georgen, giovedì 4 dicembre sera il sindaco di Scandale, Fabio Brescia (con la moglie Maria Paparo e le figliolette Maria Teresa e Carla), il vicesindaco, Tonino Coriale e gli assessori Antonio Grisi, Filippo Lettieri, Ermanno Pascuzzi e Rosario Rizzuto.

Il consigliere Giuseppe Bennici era stato costretto a restare a Lamezia Terme perchè senza carta d’identità nonostante viaggiasse in una delegazione comunale e avesse il tesserino di poliziotto di polizia penitenziaria: altro che Europa unita!

Nella tarda serata di venerdì 5 dicembre, invece, è arrivata anche la delegazione del comune di Cotronei, che ha un rapporto di amicizia con St. Georgen in attesa di formalizzare il gemellaggio.

L'assessore alle finanze de lComune di Cotronei, Caterina Bitonti. Foto Rosario RizzutoDa Cotronei sono venuti, il Sindaco Mario Scavelli, il suo vice Luigi Greco e la bella assessore alle finanze Caterina Bitonti con i rispettivi coniugi ed alcuni figli al seguito.

Per la delegazione scandalese venerdì è stata la giornata degli incontri con il nuovo sindaco di St. Georgen, Michael Rieger, eletto nei mesi scorsi ma insidiatosi di recente.

Nel primo pomeriggio un saluto nel Municipio (Rathaus) di St. Georgen tra la delegazione scandalese ed una delegazione di St. Georgen, alla presenza della stampa locale.

Dai saluti sia di Rieger che di Brescia, è venuta fuori (grazie anche alle tradizioni della signora Anastasia) l’esigenza, a distanza di 20 anni (che si festeggeranno nel 2009) dalla firma del gemellaggio, di dare un nuovo impulso al patto ed iniziare a fare qualcosa di concreto. In serata il Borgomastro Rieger ha invitato la delegazione scandalese presso il grazioso museo della civiltà contadina per un aperitivo durante il quale non sono mancati i discorsi e le promesse tra i due primi cittadini tra i quali l’impegno a festeggiare il ventennale del gemellaggio nel prossimo anno a luglio con una gran festa.

Sabato mattina per una parte della delegazione scandalese (il sindaco Brescia e l’assessore Rizzuto) è stata l’occasione per andare a visitare la struttura che stanno realizzando, in una cittadina vicino a St. Georgen, due cittadini di Scandale, marito e moglie, Franco Noce e Maria Lucà.

Un piccolo ospedale, una gran bella struttura che sarà utilizzata per ospitare malati terminali e come ospizio.

Anche Franco e Maria non ritorneranno più in Italia, dove sarebbe stato impossibile realizzare il loro sogno, che ora, in Germania, è ad un passo!

Ma il clou della presenza delle delegazioni, di Scandale e Cotronei, è il Nikolausfest di sabato sera, una gran festa insieme ai cittadini italiani presenti a St. Georgen e dintorni.

Una festa variegata, organizzata dal Centro Italiano, presieduto dall’instancabile Mario Cortese sempre presente e pronto a risolvere ogni problema, e che ha avuto vari momenti.

Antonietta Castiglione, presidente del Comitato Famiglia, coi suoi due bimbi maschi Emanuel ed Alessandro. Foto Rosario Rizzuto

Tra i più attesi (soprattutto dai genitori) ma anche il più lungo e, forse, difficile da preparare c’è il piccolo spettacolo, con poesie, canzoni e balletti, organizzato dal Comitato Famiglia composto dalla presidentessa Antonietta Castiglione (originaria di Cirò Marina), da Alfredina Amicizia, Filomena Carvelli, Michele Tallarico e Teresa Roccia.

A presentarsi emozionati ma anche contenti sul palco sono stati: Ilenia Roccia, Emmanuel Roccia, Alessandro Roccia, Anastasia Tallarico, Giuseppe Tallarico, Alessandro Cataldo, Alessia Cataldo, Gian Pier Malena, Manuel Malena, Tabea Franco, Serena Fazio, Sabrina Fazio, Gabriel Brasacchio, Gabriel Pariano, Laura Brasacchio, Melania Coriale, Vanessa Müller, Celine Müller e Salvator Tallarico.


La serata è continuata con l’animazione del duo “Young Italians” che ha fatto scendere in pista tante persone compresi alcuni tra gli amministratori provenienti da Cotronei e Scandale e la presenza di un gruppo folkloristico in abito tipico.

Il duo Young Italians che ha animato il Nikoalusfest di St. Georgen. Foto Rosario Rizzuto
Non è mancato il momento dell’incontro sul palco tra il Centro Italiano, le amministrazioni di Scandale, Cotronei e di St. Georgen con un scambio di regali e tanti ringraziamenti per tutti alla fine del quale in sala è arrivato l’ospite più atteso dai bambini e cioè St. Nikolaus che ha portato i regali a tutti i bambini presenti.

 

Le delegazioni sul palco. Foto Antonietta Castiglione.

Hanno ricevuto il regalo: (maschi) Antonio Mercuri, Gioele Bomparola, Valentino Caruso, Leonardo Spina, Alessio Grillo, Samuele Colucci, Giuseppe Esposito, Francesco Grillo, Salvatore Trivieri, Luigi Spina, Salvatore Tallarico, Alessandro Millefiore, Denis Spina, Lorenzo Galasso, Nik Carvelli, Giuseppe Trivieri, Gabriele Brasacchio, Manuel Cataldo Malena, Giuseppe Tallarico, Antonio Bomparola, Alessandro Roccia, Emanuele Roccia, Francesco Carvelli, Giovanni Greco, Jean Pierre Malena, Gaetano Marino, Salvatore Scavelli, Michele Tedde; (femmine) Anna Maria Bomparola, Mariana Tallarico, Anastasia Tallarico, Fabbiane Isabel Malena, Alessia Trivieri, Celine Müller, Carla Brescia, Greco, Laura Brasacchio, Tabea Franco, Vanessa Müller, Ilenia Roccia, Maria Teresa Brescia e Letizia Galasso.

L'ingresso della torta "spinta" da Ilenia Roccia, figlia della festeggiata. Foto Rosario RizzutoUn minuto dopo la mezzanotte la sorpresa finale: si spengono le luci, i Young Italians intonano “Tanti auguri a Te” ed entra una torta gigante: Antonietta Castiglione, presidentessa del Comitato Famiglia, ha appena compiuto 30 anni e gli amici l’hanno voluta festeggiare alla grande.

La festa continua mentre le delegazioni di Scandale prima e Cotronei dopo tornano in albergo.

La domenica mattina presto la delegazioni di Scandale lascia St. Georgen per Monaco da dove raggiungerà Lamezia Terme per tornare a casa; Scavelli e soci invece resteranno a St.Georgen fino a martedì 9 dicembre quando da Zurigo raggiungeranno Roma per poi proseguire con un pulmino fino a Cotronei.

Che il crotonese fosse collegato male lo sapevamo ma non fino a questo punto!

Qualche famiglia di St. Georgen scenderà a Scandale per le vacanze di Natale ma saranno poche e per pochi giorni: il sogno del sindaco Brescia (raccontato durante l’ultima campagna elettorale) di vedere i suoi figli giocare con i figli dei suoi compagni di scuola emigrati è ancora lontano…

ROSARIO RIZZUTO

Il video coi saluti del Sindaco di Scandale Fabio Brescia

Nell’incontro di ieri pomeriggio tra la delegazione del Comune di Scandale e il Borgomastro di St. Georgen, Michael Reiger, c’è stato uno scambio di saluti tra i due principali esponenti delle due amministrazioni.

Questo quanto ha detto il Sindaco di Scandale Fabio Brescia:

Aperitivo al museo di St. Georgen

Museo della civiltà contadina di St Georgen in Germania. Foto Rosario Rizzuto
Ieri nel tardo pomeriggio il Borgomastro di St. Georgen Michael Reiger ha invitato la delegazione di Scandale ad un aperitivo presso il museo della civiltà contadina della cittadina tedesca.

La delegazione scandalese a tavola. Foto Rosario Rizzuto
Davvero un bel posto del quale nella gallery che segue potete vedere molte foto, certo ci sono anche quelle ai tavoli ma sono certo che qualcuna gradirà che so la foto di Tonino Coriale o di Ermanno Pascuzzi:
Il sindaco Fabio Brescia brinda insieme al Borgomastro di St. Georgen Michael Reiger. Foto Rosario Rizzuto