Posts Tagged ‘papanice’

Vincono le prime sei: rimane tutto come era nei quartieri alti del Girone E di Terza Categoria Calabrese

Nessuna sorpresa nella diciannovesima giornata del girone E di Terza Categoria Calabrese: vincono le prime sei in classifica in una giornata che non prevedeva scontri diretti e di conseguenza la situazione rimane invariata con, però, una giornata in meno da giocare.
I giochi, però si faranno nelle prossime giornate quando toccherà anche alle squadre di vertice il proprio turno di riposo e quando vari scontri diretti potrebbero sconvolgere la classifica che per ora vede ancora primeggiare il Papanice.

Sono state 21 le reti realizzate domenica scorsa, giornata che ha visto crollare il fattore campo infatti è stata caratterizzata da ben 5 vittorie in trasferta e una sola vittoria tra le mura amiche quella del Cirò.
Il Papanice, nell’anticipo di sabato, ha dovuto sudare più del previsto contro il fanalino Sporting Rocca, che già all’andata era riuscito a pareggiare almeno il primo tempo, piegandolo solo al 70’.

Il Casabona, che domenica prossima approfittando del riposo del Papanice, dovrebbe tornare virtualmente in testa, domenica scorsa ha tenuto il passo andando a vincere sul non facile terreno del Marina di Strongoli.

I tre punti non si li è fatti sfuggire nemmeno l’Altilia che ha fatto suo il derby coi cugini dello Sporting Crotone.
Il Cirò vince in casa contro la Nuova Siberene col minimo scarto mentre lo Scandale soffre tanto a Cotronei ma riesce a far sua la gara nonostante un arbitraggio ai limiti dello scandaloso per alcuni episodi visto che la squadra di Marazzita si è vista negare tre rigori nettissimi.

Chiude la serie delle vittorie il Roccabernarda che espugna il campo del Camellino e continua a sperare per un riinserimento nei posti che contano.
ROSARIO RIZZUTO

Piero Pili di Rti non crede nella promozione diretta dell'Us Scandale

Piero Pili nella replica del suo programma "Metti la Seconda…" su Radio Tele International, dove ci sono come sempre ospiti di Papanice e Orto del Gesù (Seconda Categoria), ha appena detto che la promozione in seconda è una corsa a tre tra Papanice, Casabona ed Altilia lasciando fuori da questa corsa lo Scandale potenzialmente, come ha detto anche lui, a soli 4 punti dalla vetta.
Il grande giornalista di Rti Piero Pili. Foto archivio Rosario Rizzuto
Ma avrà una brutta sorpresa IL FILOPAPANICIARO DEI MIEI STIVALI!!!

Il Papanice vince contro lo Sporting e prende il volo

Vincono 2 a 0 a Rocccabernarda contro lo Sporting Rocca i ragazzi di Regalino e prendono in volo in vetta alla classifica del Girone E di Terza Categoria.

Se oggi qualche inseguitrice comincerà a steccare (soprattutto se lo faranno Casabona e/o Altilia Kr), Nicoscia e compagni potranno essere autorizzati a sognare…

Questa la classifica del Girone crotonese di Terza Categoria Calabrese dopo la vittoria del Papanice di ieri pomeriggio:

Classifica Terza Categoria dopo la vittoria del Papanice nell'anticipo della 19^ giornata. Clicca x ingrandire. Elaborazione manuale Rosario Rizzuto

Tutto quasi immutato in alto alla classifica del girone E di Terza Categoria Calabrese, perde solo il Cirò…

Due, uno, tre, uno, due, non stiamo dando i numeri ma questi sono i distacchi, dalla squadra che li precede, delle prime sei squadre del Girone E di Terza Categoria Calabrese, le uniche, su 13 formazioni, che hanno ancora qualcosa da chiedere a questo campionato.

Dopo la diciottesima giornata comanda ancora il Papanice che, in casa, non fa sconti a nessuno, sia che si giochi a Scandale o su un altro campo, come domenica a Tufolo.

Sotto i colpi della banda di Regalino questa volta è caduto il Marina di Strongoli.
Alle spalle della battistrada rimane tutto invariato o quasi.

Infatti vincono tutte le inseguitrici ad eccezione del Cirò che, nei minuti di recupero, viene sconfitto a Roccabernarda.

La squadra del presidente Mario Sculco recrimina per un risultato che poteva e doveva essere migliore ma hanno trovato sulla loro strada un Roccabernarda bravo ed un po’ fortunato.
Ora il Cirò sente sul collo il fiato dello Scandale ad un solo punto ma con una gara in meno e quindi, potenzialmente, anche avanti agli ionici anche se mister Drammis predica prudenza e tiene basse le esaltazioni.
Valentino Castagnino dell'Us Scandale. Contro il San Leonardo di Cutro ha segnato la sua quinta rete stagionale. Foto Rosario Rizzuto
Nell’ultimo turno con il San Leonardo di Cutro è stata dura, una gara che sulla carta poteva parlare di goleada è stata vinta da Artese e compagni col minimo scarto e con molta sofferenza.

La seconda piazza è occupata dal Casabona che ha battuto lo Sporting Crotone e mantiene il passo anche se perde mister Villirillo, allontanatosi per alcune incomprensioni con la società.

Dietro preme l’Altilia che batte il Camellino e continua la propria corsa, per i ragazzi di Durante domenica prossima c’è il derby contro lo Sporting Crotone.

Finisce in parità, 1 a 1, il match “inutile” di questa giornata tra Nuova Siberene e Real Cotronei.
18^ Giornata Girone E Terza Categoria Calabrese, Risultati, Classifica e Prossimo Turno. Clicca x ingrandire. Elaborazione manuale Rosario Rizzuto
Questi, intanto le decisioni del Giusice Sportivo per le gare di domenica ed il recupero di mercoledì 03 Marzo:

Il Giudice Sportivo, Antonio Manica, nella seduta del 10/03//2010, ha adottato le decisioni che di seguito integralmente si riportano:

ERRATA CORRIGE

GARA SPORTING CROTONE – ASD PAPANICE DEL 28.02.2010 Giusto supplemento di rapporto del 5.3.2010 inoltrato dall’arbitro della gara Signor De Simone Edordo Giovanni, si precisa che il calciatore espulso per una gara è PICARI FILIPPO (Società Sporting Crotone) e non THAIRI SEVERDJAN (Società Sporting Crotone) come erroneamente indicato.

PREANNUNCIO DI RECLAMO

GARA DEL 03/03/2010 SPORTING CROTONE – MARINA DI STRONGOLI (che ricordo sul campo è finita 3 a 2 per lo Sporting Crotone n.d.b.) Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società' A.S.D. MARINA DI STRONGOLI si soprassiede ad ogni decisione in merito. Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI – GARE DEL 03.03.2010

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI DIRIGENTI

Inibizione a svolgere ogni attività ai sensi dell'art. 14 del C.G.S. fino al 14/04/2010 al Sig. IOPPOLI VINCENZO (CASABONA CALCIO) per comportamento gravemente offensivo nei confronti dell'arbitro.

A CARICO DI CALCIATORI

ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER TRE GARE EFFETTIVE

FONTE SALVATORE (SPORTING ROCCA) per comportamento offensivo nei confronti dell'arbitro.

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

COVELLI GIUSEPPE (REAL COTRONEI 2009)

NON ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITÀ IN AMMONIZIONE (IV INFR)

DE TURSI DAVID (MARINA DI STRONGOLI)

MELLACE FRANCESCO (REAL COTRONEI 2009)

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (III INFR)

VETERE NICOLA (MARINA DI STRONGOLI)

MANNOLO LUIGI (SAN LEONARDO)

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI – GARE DEL 07.03.2010

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI

ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

CATERISANO SANTINO (SAN LEONARDO)

NON ESPULSI DAL CAMPO

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITÀ IN AMMONIZIONE (IV INFR)

FARAO VINCENZO (CIRO)

VIZZA PASQUALE (REAL COTRONEI 2009)

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (III INFR)

CARVELLI CESARE (ALTILIA KR)

CALIZZI SALVATORE (CASABONA CALCIO)

LABERNARDA ANDREA (REAL COTRONEI 2009)

SGARRIGLIA DOMENICO (SCANDALE)

COZZA UMBERTO (SPORTING CROTONE)
ROSARIO RIZZUTO

Domani seconda di ritorno nel girone E di Terza Categoria: big match tra Cirò e Papanice

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

Continua il campionato di Terza Categoria calabrese le cui squadre del girone crotonese, ad eccezione della Nuova Siberene che riposa, nella giornata dedicata agli innamorati ma allo steso tempo al Carnevale, scendono in campo per la seconda giornata di ritorno.

Da sx Tommaso De Paola, Pierluca Artese e Giuseppe Cozza. Foto Rosario Rizzuto

Il big match di questo turno si gioca al comunale di Punta Alice di Cirò Marina tra la capolista Cirò e il Papanice che segue ad un punto.

 

La squadra del presidente Sculco non può fallire l’appuntamento in casa con una diretta concorrente se vuole coronare il sogno della promozione senza passare dalla coda dei play off.

 

Di contro un Papanice super galvanizzato dalle buone prestazioni, ottenute a volte anche con formazioni rimaneggiate, ha la possibilità, in caso di vittoria, di scavalcare la diretta concorrente e magari ottenere il primato in classifica se anche l’altra attuale capolista dovesse steccare.

 

Infatti il Casabona rende visita al Real Cotronei, un campo non facile e con la squadra di casa che vuole tornare a conquistare i tre punti.

 

Gara difficile anche per l’Altilia che dovrà recarsi a San Leonardo di Cutro dove più di una squadra di alta classifica ci ha lasciato le penne.

14^ Giornata Terza Categoria Calabrese, Risultati, Classifica e Prossimo Turno. Elaborazione manuale Rosario Rizzuto

Sfida importante in chiave play off quella del “Luigi Demme” tra Scandale e Roccabernarda, con i locali che in caso di vittoria si riprenderanno la zona play off e gli ospiti che cercheranno di non perdere visto che si trovano in un fase di difficoltà a causa della mancanza di alcuni uomini chiave e che dovranno fare a meno anche di Luigi Brittelli squalificato per tutta la restante stagione.

 

Il Marina di Strongoli potrebbe approfittare della crisi dello Sporting Crotone, i cui calciatori prima del loro turno di riposo avevano minacciato che domenica 14 non sarebbero scesi in campo ma crediamo che a quest’ora ci abbiano ripensato anche perché il presidente Faga non era di questo parere, per fare un passo in avanti in chiave play off approfittando magari di un mezzo passo falso delle dirette concorrenti.

 

Chiude la giornata la gara senza troppe pretese tra Camellino e Sporting Rocca.

 

Un po’ di lavoro in settimana per il giudice sportivo che ha inibito il dirigente dell’Altilia Vincenzo Montalcini fino al 17 febbraio 2010 “per proteste nei confronti dell’arbitro”.

Capitan Massimiliano Franco, prezioso, in prospettiva, il suo rientro. Foto Rosario Rizzuto

 

Stesso periodo di fermo per il segretario dell’Us Scandale Rosario Rizzuto “per aver rivolto, con parole antisportive, un gesto verbale di disapprovazione ad alcuni giocatori della squadra avversaria” e per l’allenatore dell’Altilia Giuseppe Durante “per proteste nei confronti dell’arbitro”.

 

L’unico espulso di domenica scorsa, Domenico Cortese del Real Cotronei resterà fermo per una giornata.

 

I quattro provvedimenti finora citati si debbono tutti ad una coppia di fratelli arbitri, i Bruno di Rossano.

 

Benchè non espulso dal campo resterà fermo dalle attività ufficiali fino all’11 agosto 2010 Luigi Brittelli del Roccabernarda “per reiterati tentativi di violenza, comportamento minaccioso e gravemente offensivo nei confronti dell’arbitro”.

Saluti prima della gara Altilia - Scandale. Foto Rosario Rizzuto

 

Mentre per somma di ammonizioni si ferma, sempre per un turno, anche Michele Paone del Camellino.

 

Infine entrano in diffida: Diego Micalizzi dell’Altilia e Giovanni De Simone e Antonio Vaccaro del Real Cotronei.

R.R.

Domenica sportiva

Nonostante lo Scandale avesse giocato sabato, nell’ormai storica partita contro l’Altilia, i cui strascichi in e post gara hanno portato all’annuncio delle mie dimissioni, la mia domenica 07 Febbraio è stata lo stesso piena di sport anzi di più del solito.
Alcuni dei bimbi dei Primi Calci della polisportiva Giovanile Scandale il relax dopo le partite. Foto Rosario Rizzuto
Infatti in mattinata mi sono recato con la Polisportiva Giovanile Scandale a San Leonardo di Cutro (dove ho rivisto il mio amico Enrico Pedace di Papanice) dove il mio piccolo Alex e altri bambini hanno partecipato ad un triangolare con Papanice e San Leonardo di Cutro.
Un'azione della squadra dei Pulcini sottoporta. Foto Rosario Rizzuto
E per qualche ora ho dimenticato le polemiche e l’assurda vicenda di Tufolo con i bambini dei Primi Calci e quelli un po’ cresciuti dei Pulcini che si sono fatti valere alla grande conquistando due primi posti anche se i Pulcini a pari merito con il San Leonardo di Cutro.

Qui potete vedere le foto di questo triangolare.

Nel primo pomeriggio ho fatto una scappata al "Luigi Demme" per la gara tra Papanice e Real Cotronei e per tifare Real Cotronei, visto che il Papanice è una diretta avversaria dello Scandale in chiave promozione, ma non c’è stato nulla da fare. Troppo forte il Papanice nonostante ho visto giocare bene il Real Cotronei: il tempo di vedere la prima, delle tre reti, di Roberto Regalino, e sono tornato a casa.

Rita Amoruso appena andata a punto. Foto Rosario Rizzuto
Breve pausa e quindi in macchina, dopo una grande opera di convincimento su quella che non mi ascolta, e siamo andati al PalaKrò dove c’era la gara tra Crotone e Cosenza di Pallavolo.
Mia cugina Rita Amoruso
Una delle poche occasioni, visto che di domenica di solito devo seguire lo Scandale, per vedere giocare la mia futura cugina Rita Amoruso, punto di forza della squadra crotonese che ha battuto il Cosenza 3 a 1.
Non sono riuscito a vedere tutta la gara perchè quella che non mi ascolta sull’1 a 0 del primo set ha iniziato a farmi cenno (io stavo facendo le foto vicino al campo) di andarcene.

Una schiacciata di Romina Pioli. Foto Rosario Rizzuto

Le foto (non sono granchè) delle fasi della gara che ho visto le trovate qui.

Questo, invece, il comunicato stampa sulla gara:

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4


/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

Poggioverde Crotone: Amoruso R., Capria L., Liviera G., Pesce A., Pioli R., Reale M., Reale S., Stasi R. libero, All. Piero Asteriti

Volley Cosenza: Adamo A., Adamo T., Bruno C., Cinelli F., Crocco A., De Simone R., Di Cirto C., Di Cirto R., Esposito C., Lumare C., Faraga F. libero, All. A. Gradilone  

Arbitro: Piero Sodano di Nicotera  

Crotone – Cosenza 3-1  parziali 25-13  25-27  25-23  25-13

 

Vittoria sofferta quella della Poggioverde Crotone che sfrutta il fattore campo e porta a casa comunque 3 punti fondamentali per mantenere il primato in classifica.

La partita inizia con il Cosenza che soffre le battute del Crotone che appare in grande spolvero, la pausa del campionato non sembra abbia scalfito gli ingranaggi del gioco pitagorico che in poco tempo arriva subito 11-4 e 16-9 dove vengono annullati i time out di mister Gradilone che sembra rinviare la riscossa al 2° set.

Mister Piero Asteriti. Foto Rosario Rizzuto

Il troppo facile del primo set non rassicura mister Asteriti che cerca di metter in guardia le ragazze dalla insidie che potrebbe riservare il nuovo set che vede un Cosenza nettamente cambiato, mentre il Crotone perde la sicurezza, a risentirne è il punteggio che viaggia con equilibrio ma con un piccolo vantaggio per le cosentine capitanate da Adamo, i time out delle 2 squadre sono di riordino delle idee, al Cosenza sul 10-10 risponde il Crotone sul 17-17, fino ad arrivare nella fase calda del set, 22-21 per la Poggioverde, ma è proprio il Cosenza che allunga fino al 24-22 dando l’impressione di chiudere il set, poi la grande reazione del Crotone che annulla i set ball e si riporta in vantaggio 25-24, ma neanche questa è la volta buona, anzi il Cosenza all’ennesimo tentativo di rigiocata trova la soluzione giusta e pareggia il computo dei set.

Un tie break della Pallavolo Crotone. Foto Rosario Rizzuto

Mister Asteriti cerca di svegliare la squadra e riportare la giusta concentrazione, il set riveste un’importanza strategica, il Cosenza crede nelle proprie possibilità e la partita sale di tono, anche il pubblico accorso numeroso si fa sentire, nel Crotone Arianna Pesce entra in una sorta di depressione psicologica, fortunatamente tiene in ricezione consentendo al Crotone di giocare più primi tempi con Laura Capria e soprattutto con Giulia Liviera, alla quasi totale assenza di Arianna Pesce si sopperisce con la vena ancora una volta di Rita Amoruso che si carica la squadra sule spalle e con i suoi attacchi da posto 2 mette in croce la difesa del Cosenza che si vede in svantaggio fino al 22-17, il set sembra saldamente nelle mani del Crotone che sul 24-21 si ferma di blocco, Miriam Reale spesso imprecisa nelle alzate scegli di alzare un primo tempo rischioso a Laura Capria che sbaglia, l’altra palla tocca a Romina Pioli che prende una murata secca e il set torna ad essere in bilico, 24-23, però la giocata è vincente, Reale alza di nuovo per Pioli che questa volta trova la direzione giusta e chiude il set 25-23.

La squadra della Pallavolo Crotone prima di iniziare la gara. Foto Rosario Rizzuto

2-1 per il Crotone, il Cosenza cerca solo nelle prime battute di metter in crisi le giocate del Crotone, il punteggio prende subito la piega giusta fino al 13-7 dove l’allungo definitivo sembra spezzare sul nascere ogni velleità di Adamo e compagne, mister Gradilone effettua 4 cambi ma la sostanza non cambia, il 25-13 finale non fa una grinza, anzi regala il set e la partita al Crotone che continua la sua marcia da capolista solitaria.

Miracolo: il Comune di Crotone sistema via Isola Capo Rizzuto a Papanice!!!


Un tratto di strada riparato.

Solo l’impegno e il sacrificio di una persona che dà tutto sé stesso per Papanice e i suoi abitanti e che risponde al nome di Enrico Pedace, poteva, dopo anni di incuria e di macchine rotte per i cittadini che l’hanno percorsa, far sì che finalmente il Comune di Crotone mettesse mano ed iniziasse a sistemare le buche, anzi i crateri, che si aprivano lungo via Isola Capo Rizzuto nel tratto che dalla periferia di Papanice arriva fino alla discarica di Columbra, il restante tratto, fino alle statale 106, invece, è in buone condizioni.
Lo stesso Pedace ci dice: “Ringrazio l’assessore del Comune di Crotone Antonella Rizzo ed il Sindaco Peppino Vallone, per aver dato inizio ai lavori di ripristino della strada che da Papanice conduce alla S.S. 106 E90, passando per via Isola Capo Rizzuto e per Valcortina.
Una fase dei lavori su via Isola Capo Rizzuto.
Il ringraziamento è dovuto per la sensibilità mostrata a seguito della segnalazione fatta, circa le difficoltà dei cittadini a percorrere quel tratto stradale”.
Un’incuria durata decenni alla quale finalmente è stato posto fine e che consentirà ai cittadini di Papancie e a chi decide di percorerre questa arteria di raggiungere Crotone in minor tempo e con meno rischi.

[Rosario Rizzuto]

Cirò e Casabona a braccetto. Lo Scandale segue a 4 punti

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

Dodicesima giornata del girone E di Terza Categoria Calabrese divisa in due giornate: tre gare si sono giocate sabato e tre domenica.

Ne sono venuti fuori: due vittorie interne, due vittorie esterne e due pareggi.

In totale sono state 27 le reti segnate: 17 da parte delle squadre di casa e 10 da quelle in trasferta.

Sabato ha confermato la sua leadership il Cirò battendo per 3 a 0 lo Sporting Crotone ma la punizione è eccessiva per i ragazzi del nuovo mister Alfì; è lo stesso presidente del Cirò ad affermarlo dichiarando che le due squadre hanno giocato un tempo per uno, a causa del fortissimo vento, ma lo Sporting ha avuto la sfortuna di rimanere quasi subito in 10 uomini e soprattutto di non riuscire a capitalizzare, e quindi ad andare in rete, nel primo tempo quando era a favore di vento.

12^ Giornata, Risultati, Classifica e Prossimo Turno Girone E Terza Categoria Calabrese. Elaborazione manuale Rosario Rizzuto

Colpaccio dell’Altilia che torna prepotentemente in corsa per i play off battendo al San Vito (si tratta della seconda sconfitta interna del Roccabernarda dopo quella col Real Cotronei) la squadra del presidente Toscano.

Scorpacciata di reti nel terzo anticipo tra Real Cotronei e Marina di Strongoli che finisce 3 a 3.

Domenica, invece, tutte le attenzioni sono state rivolte al “Luigi Demme” di Scandale dove le due squadre di casa si sono affrontate in un derby molto tattico che non poteva che finire sullo 0 a 0.

Importante anche la gara di Santa Severina dove la capolista Casabona prima ha rischiato di dilagare ma poi è stata quasi raggiunta dagli indomiti calciatori di mister Galasso per poi chiudere definitivamente la gara nel recupero raggiungendo nuovamente il Cirò in vetta alla classifica con 25 punti.

Nell’ultima gara della giornata anche il San Leonardo di Cutro passeggia sui volenterosi ragazzi dello Sporting Rocca: dopo le 8 reti subite dallo Scandale in casa, a San Leonardo Seminara e compagni ne prendono 7 ma lo Sporting Rocca rimane comunque una squadra simpatica che merita la considerazione di tutti non fosse altro per la buona volontà che ci mettono tutti, dai calciatori ai dirigenti.

ROSARIO RIZZUTO

Scandale – Papanice: vince la paura di perdere!!!

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

SCANDALE  0
PAPANICE   0

L'Us Scandale che ha impattato con il Papanice. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Scandale: De Cicco, Sgarriglia, Bomparola, Scaramuzzino, C. Scalise, Chiaravalloti (90′ M. Franco), A. Scalise, C. Franco, Castagnino, D. Marazzita I, Longo (58′ Artese).
A disposizione: Squillace, Cozza, Sibilla, De Paola, R. Marazzita.
Allenatore: Drammis.

Papanice: Romano, Fabiano, A. Le Rose, A. Devona, Porta, Russo (83′ Megna), Mancuso (65′ D. Le Rose), R. Regalino, Cavallo, Carvelli, De Pasquale (20′ F. Devona).
A disposizione: Strigaro, Lumastro, Lucanto, Stricagnoli.
Allenatore: C. Regalino.

Il Papanice visto a Scandale. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Arbitro: Domenico Vennari di Rossano.
Assistenti Arbitro: D. Marazzita II (Scandale), Pucci (Papanice).   
SCANDALESi ferma a 5 la striscia consecutiva di vittorie dello Scandale che porta a 7 i risultati utili consecutivi. Davanti ad un pubblico eccezionale ed in armonia (con i due gruppi ultrà pronti a darsi battaglia a suon di sfottò) composto da almeno 500 persone, la gara tra  Scandale e Papanice, il derby del “Luigi Demme” (visto che entrambe le squadre giocano le proprie partite casalinghe su questo campo) non è stata la più bella partita vista sul terreno di gioco scandalese, forse, Longo e compagni le reti che avrebbero dovuto realizzare domenica le avevano "consumate" nel turno precedente  a Roccabernarda e, poi, troppo timore reverenziale verso l’ex capolista; di contro un Papanice, ben messo in campo da mister Regalino, che non si è scomposto più di tanto nemmeno dopo l’uscita, per infortunio, di De Pasquale al 20′.

Ne è uscito uno 0 a 0 giusto che permette alle due squadre di fare un piccolo passo in avanti in classifica (22 punti il Papanice e 21 lo Scandale) ma che allontana entrambe dalla vetta della classifica visto che alla vittoria di sabato del Cirò (25 punti) si è aggiunta quella di domenica del Casabona che ha espugnato per 5 a 3 il campo della Nuova Siberene e ha riagguantato la squadra del presidente Sculco in testa.

La buona notizia per lo Scandale è il ritorno in campo, anche se per pochi minuti, di Massimiliano Franco assente ormai da tre mesi: infatti si era infortunato alla prima gara contro l’Altilia il 25 ottobre scorso: la presenza dell’esperto calciatore scandalose ritornerà utile nel proseguo del torneo.

L'ingreso in campo dell'arbitro Vennari e dei calciatori di Scandale e Papanice. Foto Rosario Rizzuto

La gara inizia con una leggera supremazia territoriale del Papanice che nel primo tempo preme di più, già al 3’ De Pasquale ci prova in girata ma il suo tiro finisce alto, questa sarà l’unica azione un po’ pericolosa della prima frazione di gioco che corre via veloce.

Lo Scandale risponde colpo su colpo ma Romano, ex Savelli, non corre pericoli.

Al 15’ l’episodio che avrebbe potuto dare la svolta alla gara: in un contrasto sulla fascia sinistra si fa male De Pasquale e mister Regalino è costretto alla sostituzione con Francesco Devona che farà la sua parte.

La ripresa è un po’ più godibile, lo Scandale si sblocca un po’ e gioca meglio ma non come in precedenti gare: al 57’ c’è un’azione pericolosa dei locali sottoporta ma nessuno ne approfitta.

Risponde il Papanice con Cavallo che al 60’ su punizione fa timbrare il cartellino a De Cicco che si salva in tuffo in angolo.

Cavallo impegna De Cicco su Punizione. Foto Rosario Rizzuto

Ancora il portiere scandalese si rifugia in angolo al 72’ su tiro del sempre presente Cavallo.

Episodio curioso poco dopo con Massimiliano Franco che si fa ammonire mentre è ancora in panchina.

Al 76’ bella azione di Marazzita che supera alcuni avversari e centra, la difesa cincischia e Scalise non è lesto ad approfittarne.

All’81’ ci prova Artese in girata ma il suo tiro è debole.

E’ il momento migliore dello Scandale, grazie anche al netto calo del Papanice che in precedenza aveva dato tanto. Siamo all’86’ quando Carmine Franco ci prova dalla trequarti con un gran tiro che finisce alto di poco. Entra Max Franco e al 92’ l’uomo della provvidenza sarebbe potuto essere il difensore Domenico Sgarriglia che, spintosi sottoporta, non crede più di tanto ad una palla messa in area e non riesce ad agganciarla per la disperazione della panchina locale.

Finisce così 0 a 0 con una certezza: Scandale e Papanice saranno sicure protagoniste di questo girone!

Ottimo l’arbitraggio di Domenico Vennari di Rossano.

ROSARIO RIZZUTO

Le mie foto del raduno e della gara Scandale – Papanice di ieri.

Alcuni calciatori mangiano al Brigante. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Ieri è stata una giornata particolare per i ragazzi dell’Us Scandale che in mattinata si sono radunati presso il Mojitos’ Bar facendo colazione e poi si sono recati nella chiesa dell’Addolorata per assistere alla Santa Messa.

Dopo la Messa pranzo leggero presso il ristorante ‘U Briganti e quindi allo stadio "Luigi Demme" per la partita col Papanice poi terminata 0 a 0.

La fotocronaca di alcuni di questi momenti nella mia gallery cliccando qui.

L'Altilia vince a Roccabernarda nell'anticipo, oggi Scandale – Papanice

Us Scandale in una foto con gli emigrati. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Incredibile al San Vito di Roccabernarda, l’Altilia di mister Durante fa il colpaccio ed espugna il difficile campo mettendo nei guai, in chiave promozione diretta, la squadra di casa che chiude come peggio non poteva il girone d’andata (domenica prossima Ieriti e compagni riposano per turno).

Di contro il Cirò di Rocco Pirito e gli altri rimanda battuto con un netto 3 a 0 lo Sporting Crotone senza mister Gambino ed ora, in attesa della gara del Casabona di oggi pomeriggio a Santa Severina, guarda tutti dall’alto!

Finisce 3 a 3 infine il terzo anticipo della dodicesima giornata tra Real Cotronei e Marina di Strongoli: i tifosi si saranno di certo divertiti (qua le foto della redazione di Realcotronei.it).

Oggi sarà una giornata particolare per l’Us Scandale: in attesa della gara dell e 14,30 contro il Papanice, crocevia di come sarà il futuro di Longo e compagni, il presidente Marazzita e mister Drammis  vanno in ritiro.
No niente Sila, lo Scandale va in ritiro a Scandale stesso con alcune iniziative molto carine e particolari da un certo punto di vista, almeno per una squadra che non c’è abituata.
Stamane, dopo la colazione alle 09,00 da Gaetano e Pina Fiore al Moijto’s Bar, alle 10,30 tutta la squadra presenzierà alla Santa Messa celebrata da Don Antonio Buccarelli dopodichè pranzerà presso il ristorante ‘U Briganti di Attilio Riolo.
Un pranzo leggero per poi recarsi allo stadio "Luigi Demme" di Scandale per preparare la gara contro il Papanice.

Fuochi d'artificio al Luigi Demme di Scandale il 03 Gennaio 2010. Foto Rosario Rizzuto
Attesa una cornice di pubblico di altri tempi: i papaniciari si stanno vantando che oggi pomeriggio saranno di più degli scandalesi ma sono sicuro che non lo permetterete e pomeriggio lascerete anche soldi da contare per essere presenti a questa importante gara dello Scandale per assistere, dopo i fuochi d’artificio fatti in serale ad inizio gennaio prima della gara con gli emigrati, ad i fuochi d’artificio di Marazzita e compagni.

Vi aspettiamo…

Dopo alcuni turni di pausa sono tornato ad aggiornare la mia classifica eccola già completa con i risultati degli anticipi di ieri pomeriggio:

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4


/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

Questo il mio pezzo per il Crotonese di Sabato 23 Gennaio 2010: Punti alla mano è Scandale – Papanice, il derby del “Luigi Demme”, il match clou della dodicesima giornata di Terza Categoria.

Una gara fondamentale per questo finale del girone d’andata anche in chiave di campione d’inverno.

E poi, è inutile negarlo, chi vince, potrebbe mettere una seria ipoteca per la vittoria del campionato, anche se, quando mancano ancora 15 giornate alla fine, non è ancora possibile fare pronostici.

Ma a Scandale non è in campo nessuna delle tre capoliste ufficiali: il Casabona, infatti, è ospite della Nuova Siberene che, galvanizzata dalla bella prestazione fatta contro il Papanice, proverà a mettere il classico sgambetto ai ragazzi di Villirillo che non staranno certamente a guardare.

Zitto zitto il Cirò del presidente Sculco continua la sua marcia in testa e, in uno dei tre anticipi di campionato previsti per oggi, sabato 23 gennaio, potrebbe approfittare del periodo di crisi dello Sporting Crotone per prendere il volo da sola e guardare tutti dall’alto anche se, sicuramente, in modo diverso la vede il Roccabernarda che, anche essa di sabato, ospita l’Altilia, reduce dal proprio turno di riposo.

Ieriti e compagni vorranno certamente chiudere in bellezza il girone d’andata davanti al proprio pubblico visto che nell’ultima giornata tocca loro il turno di riposo.

La terza partita prevista sabato è Real Cotronei – Marina di Strongoli, Sila contro mare, un match che gli ionici devono far proprio se vogliono continuare a nutrire speranze di play off ma di certo a Cotronei la pensano diversamente e, dopo la vittoria, di Crotone, vorrebbero tornare a vincere anche in casa dove il successo manca da due mesi e cioè dal 22 novembre scorso.

Scontato, visto come stanno andando le cose a Seminara e compagni, il risultato dell’ultima gara della giornata, quella tra San Leonardo e Sporting Rocca anche se, nel calcio, non si può mai dire.

Proprio contro la squadra della frazione di Cutro c’è stata la mano pesante del giudice sportivo di Crotone che ha squalificato il calciatore Luigi Pignanelli pere un anno, ossia fino al 21 gennaio 2011 “per tentativo di violenza nei confronti dell’arbitro”.

Ancora più pesante la squalifica per il dirigente, sempre del San Leonardo, Domenico Lanata, inibito fino al 30 maggio 2012 “per atto di violenza nei confronti dell’arbitro” mentre un altro dirigente, Antonio Taverna, è stato fermato fino al 28 febbraio 2010.

Un turno di squalifica, per quarta ammonizione, per Antonio Colosimo (San Leonardo) e Giovanni Daniele (Scandale) mentre Antonio Garofalo del Camellino e Cataldo Santoro del Cirò entrano in diffida.

ROSARIO RIZZUTO

Trio in vetta in Terza Categroia: Casabona, Cirò e Roccabernarda

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

Tre vittorie interne (Casabona, Marina di Strongoli e Papanice) e tre esterne (Cirò, Real Cotronei  e Scandale) hanno caratterizzato l’undicesima giornata del girone E di Terza Categoria.

Sono state 23 le reti segnate, score reso discreto dall’exploit per 8 a 0 dello Scandale a Roccabernarda.

Giocatori e tifosi dello Scandale in pullman per Roccabernarda. Foto Rosario Rizzuto

In vetta ora con 22 punti c’è un trio formato da Roccabernarda, Casabona e Cirò, ma bisogna fare subito un distinguo, infatti Ieriti e compagni devono ancora riposare (lo faranno nell’ultima giornata di andata, il 31 gennaio) e quindi le capoliste reali sono il Casabona e il Cirò tallonate a brevissima distanza dal Papanice (21 punti) e dallo Scandale (20).

Il Casabona si regala la vetta della classifica battendo all’”Agostino Arone” l’ex capolista Roccabernarda in giornata no anche se i padroni di casa sono riusciti a concretizzare al massimo le poche azioni da rete finalizzate.

Il Cirò di Rocco Pirito espugna il campo del Camellino e mantiene il passo ma la formazione del presidente Sculco appare meno forte dello scorso campionato e dà l’impressione di stare sopravvivendo: sarà il proseguo del campionato a dirlo.

Il Papanice si sbarazza, con il minimo scarto, della Nuova Siberene, che al “Luigi Demme” di Scandale non trova pace.

Domenico Marazzita prova una punizione sotto lo sguardo divertito di Gaetano Longo. Foto, rischiando grosso, di Rosario Rizzuto

Lo Scandale di Giovanni Daniele, che va anche in rete e saluta i compagni per due giornate, lasciando mister Drammis nei guai proprio alla vigilia di due turni fondamentali per lo Scandale, a causa di un viaggio di lavoro in Cina (anche se la gara contro il Papanice l’avrebbe saltata comunque visto che, diffidato, è stato ammonito e sarà squalificato), mantiene le promesse della vigilia con il risultato più netto (0 a 8) finora realizzato in questo girone (il precedente era 1 a 8 ottenuto dal Casabona sempre contro lo Sporting Rocca).

Si allontanano le altre squadre dalla zona play off, ora a 4 punti: l’Altilia (16), che ha riposato, viene raggiunto dal Marina di Strongoli che torna alla vittoria battendo il San Leonardo di Cutro.

Infine il Real Cotronei esce dal torpore delle ultime giornate espugnando lo stadio di Tufolo battendo lo Sporting Crotone e causando l’allontanamento dalla squadra, non si capisce se volontario o per esonero, di mister Gambino.

I ragazzi del presidente Faga da ora in poi saranno guidati da capitan Luca Alfì coadiuvato da Umberto Cozza per cercare di chiudere con dignità questa stagione.

ROSARIO RIZZUTO

Qui i risultati e la classifica.

Lo Scandale vince facile a Roccabernarda e, alla faccia dei detrattori della prima ora, sono cinque vittorie di fila

L'undici iniziale dello Scandale che ha battuto lo Sporting Rocca. Alle spalle i tifosi dello Scandale. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Con una prestazione senza pecche, lo Scandale di mister Carmine Drammis si sbarazza del fanalino Sporting Rocca e prosegue la sua corsa verso il primo posto.
Al San Vito di Roccabernarda è stata una gara a senso unico con ospiti che dopo pochi minuti avevano già colpito un palo ed una traversa.
Sono poi arrivate in successione le reti di: Gaetano Longo, Giovanni Daniele (che ribadisce in rete una punizione di Marazzita respinta dal palo), Marazzita e Castagnino nel primo tempo.
La ripresa iniziava con un rigore trasformato da Domenico Marazzita, che con questa doppietta potrebbe aver raggiunto (se lui non ha segnato) il capocannoniere del girone, poi Longo con due reti di fila porta il risultato sul 7 a 0 e al 26′ della ripresa è  Tonino Artese, entrato nella ripresa a mettere l’ottava palla alle spalle di Rosario Rizza.
Lo Sporting Rocca battuto dallo Scandale. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Il Roccabernarda perde a Casabona e viene raggiunto in testa, a 22 punti, dallo stesso Casabona e dal Cirò, vittorioso contro il Camellino.
Il Papanice vince 1 a 0 al "Luigi Demme" di Scandale contro la Nuova Siberene e mantiene il suo quarto posto, segue, quindi, lo Scandale che ora è a due punti dalle tre squadre in vetta, tra le quali il Roccabernarda che deve ancora riposare e quindi ha una gara in più e domenica c’è Scandale -  Papanice e la domenica successiva Casabona – Scandale: fate un po’ voi quattro conti?
Tabellino:
SPORTING ROCCA 0
SCANDALE             8

Marcatori: 9′, 59′ e 62′ Longo, 32′ Daniele, 42′ e 47′ (rig.) Marazzita, 44′ Castagnino, 71′ Artese.
Sporting Rocca: Rizza, F. Tolomeo, G. Tolomeo, Iaquinta, Rosa, Bilotta, Bonofiglio, F. Seminara (69′ Bonofiglio), Poerio (55′ Bernardi), Fonte, S Seminara. Allenatore: Bernardi.
Scandale: De Cicco (64′ Squillace), Sgarriglia, Scaramuzzino (51′ Artese), C. Scalise, Daniele, Franco, A. Scalise (67′ De Paola), Sibilla, Castagnino, Marazzita (72′ Cozza), Longo (64′ Poleo).  A disposizione: Delgado, Bomparola.
Arbitro: Dattolo di Rocca di Neto.

Oggi Scandale – Camellino. FORZA SCANDALE!!!

Oggi alle 14,30 allo Stadio Comunale "Luigi Demme" di Scandale si affronteranno lo Scandale di mister Drammis ed il Camellino che, dopo aver pareggiato 0 a 0 l’08 Novembre 2009 con l’attuale capolista Papanice, ha incamerato ben 4 sconfitte (con Casabona, Altilia, Roccabernarda e Nuova Siberene) subendo 9 reti e realizzandone solo 3.

Parabola significa che Daniele Bomparola e compagni hanno una sola possibilità: VINCERE… VINCERE… VINCERE!!!

Non saranno accettati altri risultati, una semplice e secca vittoria anche con qualche gol possibilmente, anche perchè la classifica marcatori dello Scandale langue malinconicamente: finora solo 5 reti realizzate da: Domenico Marazzita (due), Daniele Bomparola, Valentino Castagnino e Gaetano Longo.
E che a guidare la classifica sia Domenico che avrà fatto, in 6 gare, sì  e no 200 metri (escludendo il cammino che si fa per raggiungere centrocampo ad inizio gara e quello che si fa alla fine dei due tempi) la dice tutta!!!

Domenico Marazzita. Foto Rosario Rizzuto
Oggi sarà la giornata di Tonino Artese, sempre che mister Drammis lo schieri in campo dal primo minuto, oppure gli scandalesi conosceranno la bravura di Gaetano Longo in rete domenica scorsa a Cirò Marina: qualche chilo in più per il bomber crotonese ma sotto porta è micidiale e poi si muove di più di Domenico () !!!

Tutti al campo quindi per gridare "Forza Scandale".

Dimenticavo: sembra che oggi, sulle tribune del "Luigi Demme", ci saranno gli ultrà con tanto di amplificazione. Che bello!!!
Domenico Marazzita non starà facendo la differenza in campo come vorrei io  e come so che potrebbe fare se fosse meno pigro (anche se 4 punti su 8 sono arrivati grazie alle sue due reti) ma come presidente si sta dando alla grande. BRAVO DO!!!

E siamo alla settima. Lo Scandale sfida il Cirò del presidente Mario Sculco

Domenico Marazzita ammette: "Il vero capitano è lui" (Pino Garofalo Baggio). Foto Rosario Rizzuto

Vincono le prime 5 nel girone E di Terza Categoria calabrese e quindi ai vertici della classifica non cambia nulla.

Se il campionato fosse finito domenica, il Papanice sarebbe stato promosso in Seconda Categoria mentre Altilia, Cirò, Casabona e Roccabernarda si sarebbero qualificate per i play off.

Ma la stagione è ancora lunga e tutto può cambiare ed inoltre dalla prossima gara potrebbe esserci una rivoluzione perchè dal primo dicembre, e fino al 17 dicembre, è stato riaperto il mercato e sono quindi possibili trasferimenti di calciatori tra le squadre.

La sesta giornata del girone è stata caratterizzata dalle cinque vittorie già dette più il pareggio tra Scandale e Real Cotronei, 16 le reti realizzate.

Risultati, Classifica e prossimo turno Girone E Terza Categoria Calabrese. Clicca x ingrandire. Elaborazione manuale Rosario Rizzuto

Non è stata una domenica felice per gli arbitri, oltre ai problemi di Esposito a Scandale con il Real Cotronei (ma l’arbitro di Strongoli ha preferito sorvolare sulle offese ricevute dai calciatori ospiti non scrivendo nulla nel proprio referto), c’è da segnalare che, nonostante la cronaca della gara di martedì non riportasse nulla (chissà perchè?) che qualche cosa (ma anche più di qualche cosa) deve essere successa anche a Santa Severina durante la gara tra Nuova Siberene e Cirò vinta dagli ospiti per 1 a 0 ed arbitrata da Spataro di Rossano.

L’arbitro cosentino, al contrario di Esposito, ha scritto e questo è il risultato: ammenda di 200,00 euro alla Nuova Siberene “per tentativo di invasione da parte di sostenitori durante la gara”.

E poi le squalifiche tutte per la Nuova Siberene: per quanto riguarda i calciatori espulsi dal campo: Mario Mirante rimarrà lontano dai terreni di gioco fino al 13 maggio 2010 (di fatto stagione finita per lui considerato che l’ultima giornata di campionato è in programma per il 09 maggio) “per atto di protesta di scarsa violenza nei confronti dell’arbitro”, Giuseppe Cardelli salterà invece 12 turni (11 gare visto che in una la sua squadra riposa) essendo stato squalificato fino all’11 marzo 2010 e, scherzo del destino, potrebbe tornare a giocare proprio nella gara di ritorno contro il Cirò il 14 marzo 2010, “per comportamento offensivo e minaccioso e ripetuto tentativo di aggressione nei confronti dell’arbitro a fine gara”. Infine Domenico Galasso, appena rientrato dopo aver scontato due turni di squalifica dopo l’espulsione ricevuta a Scandale, è stato appiedato per altre due gare nonostante non sia stato espulso dal campo.

Insomma qualche cosa deve essere successa nella cittadina col castello ed infatti il presidente del Cirò, Mario Sculco, si è molto stizzito per come è stata riportata la cronaca della gara perchè, secondo lui, e alla luce dei fatti riportati sul comunicato ufficiale non gli si può che dare ragione, non corrispondente al vero: la gara può essere vista in modi diversi ma non si può sorvolare su episodi determinanti.

Il quadro delle decisioni del giudice sportivo Antonio Manica si chiude con tre diffide: resteranno fermi un turno alla prossima ammonizione: Domenico Cortese (Real Cotronei), Giovanni Daniele (Scandale) e Giuseppe Vrenna (Sporting Crotone).

Il Real Cotronei durante il riscaldamento a Scandale. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Il 6 dicembre, nella giornata che la Chiesa dedica a San Nicola Vescovo, venerato in più comuni della nostra provincia, le squadre, tranne la capolista Papanice che riposa (unico modo, forse, in questo periodo per perdere la vetta della classifica), toneranno in campo per la settimana giornata, ossia siamo nella gara di mezzo del girone d’andata.

L’Altilia (13 punti) se la vedrà a Strongoli con l’ormai ex capolista Marina di Strongoli (9) che dopo un bell’avvio è reduce da due sconfitte consecutive, l’altra vice capolista, il Cirò (13), ospita lo Scandale (5) che contro la squadra di Mario Sculco in trasferta, nelle due passate stagioni non ha mai preso punti ma ha, per due volte, disputato splendide gare mettendo in difficoltà gli avversari lanciatissimi anche allora in classifica.

Il sorprendente Casabona (12 punti, 9 dei quali conquistati in casa) non dovrebbe avere problemi a Roccabernada, contro lo Sporting (zero punti), a meno che i locali non si siano rinforzati in questi primi giorni di mercato mentre l’altra squadra del paese attraversato dal Tacina, il Roccabernarda (10), sarà ospite dello Sporting Crotone (3).

Il turno si chiude con le gare tra Real Cotronei e San Leonardo e tra Camellino e Nuova Siberene, tutte squadre alla ricerca di punti preziosi per non dire già addio alla possibilità di un posto per gli spareggi.

ROSARIO RIZZUTO

Fabrizio De Andrè. Foto dalla retePerchè ascolto Fabrizio De Andrè (Faber) e mi escono da sole le lacrime?!
Se poi parte Rino Gaetano vado in brodo di giugiule…

Al 'Luigi Demme' Papanice – Sporting Rocca 4 – 0

Papanice e Sporting Rocca a centrocampo prima della gara. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Resistono solo un tempo i rocchisani dello Sporting Rocca alle furie del Papanice che nonostante il netto dominio, nel primo tempo non risce ad andare in rete.
Ma De Pasquale e compagni si scatenano nella ripresa realizzando quattro reti con Antonio De Vona, Cesare Carvelli, Domencio Le Rose e Luca Mancuso.
Il Papanice è appena passato in vantaggio con un gran colpo di testa di Antonio De Vona su calcio d'angolo. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
E il Papanice vola…

La Banda 'Gaudiosi di Maria' di Scandale il giorno dell'Immacolata sfilerà a Papanice

La Banda Gaudiosi di Maria di Scandale l'8 Dicembre a Papanice. Clicca x ingrandire

Vola il Papanice che, nell'anticipo al Demme di domani, può aumentare il vantaggio. Lo Scandale, domenica, ospita il R. Cotrone

Chissà se mister Claudio Regalino, quando ha accettato di guidare il Papanice (punti 11), si immaginava di avere nelle mani una squadra così forte!?

Mister Drammis con Antonio Artese e Domenico Marazzita. Foto Rosario Rizzuto

La matricola crotonese espugna il terreno dell’altra matricola ed imbattuta Marina di Strongoli (9) (che avendo però giocato una gara in meno potenzialmente potrebbe ancora essere la capolista solitaria) e vola da sola al comando del girone E di Terza Categoria e ci resterà di certo per un’altra settimana visto e considerato che nell’anticipo di domani, sabato 28 novembre 2009 alle ore 18,00 (gara anticipata per la concomitanza al “Luigi Demme” di Scandale – dove il Papanice gioca le sue gara interne – della partita dello Scandale), ospiterà lo Sporting Rocca (quattro sconfitte su quattro gara e e venti gol subiti) che salvo miracoli avvenuti durante questa settimana di sosta, non dovrebbe dare problemi a De Pasquale e compagni anche se tutti tiferanno per la simpatica squadra rocchisana.

La quinta giornata del girone è stata caratterizzata da tre vittorie esterne due interne ed un pareggio, quello tra Ciro (10) e Roccabernarda (7) che si accontentano.

Ventidue le reti segnate con classifica cannonieri guidata ancora da Giuseppe Angotti del Camellino con 5 reti seguito da Gianluca Facente dell’Altilia con 4 (Fonte crotonesport.com).

Alle spalle del Papanice ed in concomitanza col Cirò c’è l’Altilia (10) ottima seconda grazie alla non scontata vittoria contro il Camellino (4).

Risultati, classifica e prossimo turno girone E Terza Categoria Calabrese dopo 5 giornate. Clicca x ingrandire. Elaborazioner Rosario Rizzuto

Curiosità data dalla classifica: a parte la prima (Papanice) e le ultime due Sporting Kr (3) e Sporting Rocca (0), le altre squadre viaggiano a due a due come punteggio da Marina di Strongoli e Casabona con nove punti a Scandale e Camellino con quattro passando per Roccabernarda e Real Cotronei a sette e Nuova Siberene e San Leonardo di Cutro a sei.

Ottime vittorie domenica scorsa del Real Cotronei, del San Leonardo di Cutro (dove ci siamo trovati di fronte ad una struttura sportiva nuovissima – realizzata grazie all’interessamento di un villaggio turistico – e ben fatta, dotata forse degli spogliatoi migliori non solo dell’intero girone ma forse di tutta la Calabria, e ad una società che oltre alla terza categoria gestisce una squadra amatori – in testa alla classifica con tre vittorie su tre gare, nove reti fatte ed una sola subita [Fonte crotonesport.com] – e quella dei pulcini) e del Casabona in trasferta, contro lo Sporting Crotone, che quatta quatta si insidia in zona play off.

Detto dell’anticipo del Papanice, domenica scendono in campo le altre 10 formazioni, sarà il San Leonardo di Cutro a riposare.

Il Cirò deve far punti a Santa Severina contro la Nuova Siberene se non vuole mollare la seconda posizione mentre l’Altilia sarà impegna nel derby contro lo Sporting Crotone.

Derby dei 9 punti a Casabona, dove difficilmente c’è trippa per gatti, tra la squadra locale e il Marina di Strongoli.

Chiudono il turno Roccabernarda – Camellino e Scandale – Real Cotronei, già ultimo treno per la formazione del presidente-giocatore Marazzita (che dal primo dicembre promette nuovi acquisti e che acquisti!) ma se i ragazzi scandalesi dovessero sciaguratamente fare di nuovo cilecca, anche se nel calcio tutto è imprevedibile, diventerà poi difficile soprattutto avere la testa per recuperare lo svantaggio dalla quinta finora accumulato; già dalla quinta: i sogni della promozione diretta si sono dissolti in men che non si dica grazie alla poca serietà di qualche giocatore ed ad un Papanice (unica squadra del girone imbattuta) che va come un turbo.
Il dirigente dell'Us Scandale, Antonio Spina, col, il fuggiasco ormai ex calciatore dello Scandale, Francesco Lazzaro. Foto Rosario Rizzuto
Questi, infine, i provvedimenti del giudice sportivo Antonio Manica: ammenda di euro 150,00 al Real Cotronei “per lancio di mortaretti da parte di propri sostenitori”; squalifica fino al 07/01/2010 al dirigente del Real Cotronei Diego Tallarico “per comportamento offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro”.

Per quanto riguarda i calciatori: una sola giornata di squalifica per Antonio Devona del Papanice.

Raggiungono la terza ammonizione ed entrano in diffida: Roberto Parisi dell’Altilia e Emilio Colosimo del San Leonardo.

ROSARIO RIZZUTO

Terza Categoria Girone E: domenica la quinta giornata

Risultati, classifica e prossimo turno Girone E di Terza Categoria Calabrese. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

Una coppia al vertice del girone E di Terza Categoria: il Cirò e la sorprendente Marina di Strongoli.

Infatti l’Altilia fa harakiri e perde, in casa, lo scontro al vertice con la squadra del presidente Mario Sculco.

Certo l’arbitro, come ci ha confermato lo stesso Sculco, ci ha messo del suo ma da Durante e compagni ci si aspettava qualcosa di più al Tufolo dove, curiosità, la gara è stata sospesa per alcuni minuti per consentire l’atterraggio di un eliambulanza per un soccorso non riferito alla partita.

La Marina di Strongoli del presidente Salvatore Lettieri, nell’anticipo di sabato, non ha difficoltà, contro “gli amici che si divertono a calcio” dello Sporting Rocca, ed è la vera capolista del girone avendo conquistato nove punti in tre gare anche se, ad onor del vero, bisogna dire che gli jonici finora hanno avuto delle gare relativamente facili, anche se nel calcio non sempre tale definizione risulta poi veritiera.

Un primo vero banco di prova per la squadra di Felice Zito si avrà domenica prossima quando al comunale di Strongoli arriverà il Papanice, dopo questa gara si potrà dire quale potrebbe essere il ruolo della matricola.

Una formazione dello Sporting Crotone. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Vola il Papanice, a parte la straripante vittoria contro lo Sporting Crotone, Nicoscia e compagni, a Scandale, hanno fatto vedere, in alcuni momenti della gara, un bel gioco fatto di passaggi, cambiamenti di fronte e gioco non casuale: la mano di Claudio Regalino si comincia a vedere.

Sul Papanice non abbiamo dubbi: sarà tra le protagoniste del girone!

Alle spalle delle prime tre, e dopo l’Altilia ferma a sette punti, un trio di squadre con sei punti: Roccabernarda, Siberene e Casabona. La prima molla un po’ e si fa battere in casa dal Real Cotronei in quello che sicuramente, classifica alla mano, è il risultato più clamoroso della giornata.

La Nuova Siberene ha vita facile sul San Leonardo di Cutro e il Casabona rimanda battuto il Camellino.

Domenica 22 si continua in questo appassionante torneo. Riposa lo Sporting Rocca che almeno per un’altra settimana resterà fermo a zero punti con la speranza che, dopo la pausa, le cose possano cambiare.

Il big match della giornata, come già detto, si disputa a Strongoli dove ci saranno 17 punti in campo. Altra gara importante è quella tra Cirò e Roccabernarda, aperta ad ogni risultato, ma con i ragazzi di mister Artese sicuramente favoriti dal fattore campo.

Scendendo in classifica abbiamo la gara tra Camellino ed Altilia con i crotonesi che devono riscattare la sconfitta casalinga col Cirò ed il Camellino, che nonostante la gara persa a Casabona, è conscio di non essere più una squadra materasso.

La Nuova Siberene sarà ospite del Real Cotronei galvanizzato dalla vittoria di Roccabernarda: una gara da vedere mentre il Casabona farà visita allo Sporting Crotone di mister Gambino in un incontro dai 1.000 risultati.

La giornata si chiude con la gara San Leonardo di Cutro e Scandale.
 

Giocatori e dirigenti dell'Us Scandale assistono alla gara Papanice - Sporting Crotone. Foto Rosario Rizzuto

Una partita senza pronostici visto l’andamento finora delle due formazioni, con lo Scandale di mister Drammis che torna in campo dopo il turno di riposo, cosa che non è certo sia un vantaggio, e i locali reduci dalla sconfitta senza mordente di Santa Severina.

Intanto, dopo quattro giornate, comincia a delinearsi anche la classifica cannonieri dove, in base a quanto riporta il portale Crotonesport.com, al vertice troviamo Giuseppe Angotti del Camellino con 4 reti seguito da Vincenzo Agresti e Francesco Cozza (Cirò), Daniele Comito e Davide De Tursi (Marina di Strongoli) e Francesco Cavallo (Papanice) con 3 marcature.

Infine una nota di servizio: il buon Paolo Valenti, per anni conduttore della storica trasmissione di Rai 1 “90° minuto”, avrebbe consigliato una telefonata chiarificatrice ma, come si dice, verba volant scripta manent e poi a scritto si risponde con scritto, allora mi sembra dovuto chiarire alla collega Daniela Galasso (dirigente e giornalista della Nuova Siberene) che non ho mai scritto su queste colonne che la Nuova Siberene pratica la boxe ma il riferimento alla nobile arte era solo riferito alla vittoria ai punti che esiste nella boxe e non nel calcio: di fatto era un complimento alla sua squadra non una frase denigratoria! Non era difficile capirlo!

Poco lavoro,per fortuna per il giudice sportivo Antonio Manica che nellaseduta del18 Novembre 2009 ha squalificato pr una giornata,inquanto espluslo dal campo, solo Adriano FragaledelReal Cotronei.
Entra poi in diffida, avendo raggiunto la terza ammonizione, Gianluca Facente dell’Altilia.

ROSARIO RIZZUTO

Il Papanice in scioltezza sta vincendo contro lo Sporting Kr

Approfittando del riposo dell’Us Scandale, sto seguendo la partita del Papanice che gioca a Scandale.

Qui al Luigi Demme al 67′ Papanice – Sporting Kr 4 a 1.

Passato per primo in vantaggio con Stabile, lo Sporting Kr ha dovuto subire la veemente reazione del Papanice che ha pareggiato subito con De Pasquale per poi portarsi in  vantaggio con Porta e segnare la terza rete con Nicoscia.

La rete del 3 a 1 segnata dall'ex scandalese Antonio Nicoscia. Foto Rosario Rizzuto
Nel secondo tempo quarto gol e doppietta personale per De Pasquale.

La gara è finita (16.23): Papanice – Sporting Kr 4 a 1.
Bravi ragazzi.

Domenica 4^ giornata di Terza Categoria. A Crotone big match tra Altilia e Cirò. Lo Scandale riposa.

Giallo o semplice errore di stampa? L’indicazione del risultato di 1 a 1, sul comunicato ufficiale della Figc di Crotone n°. 20 del 12 novembre, in merito alla gara tra San Leonardo di Cutro e Roccabernarda, non può che essere un errore di stampa visto e considerato che tutte le fonti giornalistiche (ma anche la squadra del Roccabernarda) danno come risultato la vittoria di Ieriti e compagni.

Santino De Cicco, portierone dell'Us Scandale. Foto Rizzuto

Quindi, dando per scontato tale vittoria, la terza giornata del girone E di Terza Categoria Calabrese è stata caratterizzata da due vittorie esterne, tre interne e il pareggio tra Camellino e Papanice.

Oltre al Roccabernarda (se non ci sarà una smentita generale visto e considerato che ormai ci si deve aspettare di tutto!) fuori dalle mure amiche ottiene i tre punti l’Altilia in quel di Cotronei guadagnando la vetta solitaria del girone.

Vittorie casalinghe, invece, per Cirò (in recupero sul Casabona), Scandale (anche loro recuperando contro la Nuova Siberene passata per prima in vantaggio e ottenendo il gol vittoria in pieno recupero) e Sporting Kr (un 5 a 0 che non ammette repliche). Diciotto le reti segnate.

Da questa giornata, detto della vetta conquistata dalla squadra di Durante, si propongono come inseguitrici: Cirò, Marina di Strongoli (che ha una gara in meno ed è l’unica squadra di fatto ancora a punteggio pieno) e Roccabernarda con sei punti e il Papanice con cinque; Altilia, Marina di Strongoli e Papanice sono le uniche tre squadre del girone ancora imbattute.

Dopo tre gare da segnalare le ottime prestazioni del Camellino, finora non più la squadra materasso vista in passato, mentre tale ruolo, se sul Tacina non saranno presi provvedimenti, sembra che sarà svolto dallo Sporting Rocca: tre sconfitte, 16 reti subite e solo 2 realizzate in 270 minuti!

La panchina della Nuova Siberene domenica 8 novembre 2009 a Scandale. In essa Daniele Galasso una delle poche donne dirigenti della Terza Categoria e non solo. Foto Rosario Rizzuto

Domenica 15 (con l’anticipo di sabato 14 tra Sporting Rocca e Marina di Strongoli), tranne l’Us Scandale che riposa, le squadre scendono in campo per la quarta giornata.

Big match al comunale di Tufolo settore B dove la capolista Altilia ospiterà il Cirò del presidente Mario Sculco, una gara dalla quale potrebbe uscire la nuova capolista e che, crediamo, entrambe le formazioni vorranno fare propria.

La matricola nonché sorpresa del girone, Marina di Strongoli, dopo il turno di riposo, nell’anticipo di sabato, dovrebbe avere vita facile al San Vito di Roccabernarda contro lo Sporting, anche se più di qualcuno spera che Seminara e compagni facciano il miracolo!

Risultati, classifica,prosismo turno Girone E Terza Categoria Calabrese. Clicca per ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

Sempre al San Vito, ma domenica, il Roccabernarda ospita il Real Cotronei, quasi un derby tra le formazioni di due paesi confinanti tra due squadra con tanta voglia di far bene (non solo sul campo) e di far divertire. Ad oggi, per esempio, la squadra del presidente Massimo Tallarico risulta l’unica formazione del crotonese iscritta al Circuito Gioca (siti web per le società dilettantistiche promosso anche dalla Figc) e il loro sito è raggiungibile all’indirizzo: http://www.realcotronei.it/home.

Derby crotonese al “Luigi Demme” di Scandale tra Papanice e Sporting Kr, una gara che potrebbe sembrare scontata ma che i ragazzi del presidente Faga cercheranno di giocare al meglio.

La sorpresa Camellino se la dovrà vedere col Casabona in trasferta, una gara che potrebbe dire davvero di che pasta è fatta la squadra petilina ma all’Agostino Arone non è facile passare, per chiunque!

Chiude la giornata la gara tra Nuova Siberene e San Leonardo di Cutro (entrambe con tre punti e reduci da una sconfitta), con i padroni di casa desiderosi di riscattare la rocambolesca sconfitta di Scandale e gli ospiti (dopo la vittoria al primo turno hanno incassato due sconfitte) di far vedere che ci sono e che non sono stati una meteora.

Intanto in merito alle gare di domenica scorsa, il giudice sportivo Antonio Manica ha squalificato, in quanto espulsi dal campo, Domenico Galasso della Nuova Siberene per due giornate e Salvatore Locanto del Roccabernarda per una giornata.

Franco Drammis portiere della Nuova Siberene proveniente da San Mauro Marchesato. Foto Rosario Rizzuto

Per quanto visto a Scandale alla Nuova Siberene è andata davvero bene perchè il Galasso ha avuto solo due giornate in quanto espulso da capitano ma l’arbitro non ha voluto infierire così come ha sorvolato sull’allontanamento di un dirigente che non ha avuto alcuna inibizione.

D’altra parte l’arbitro Adamo avrà pensato che deve continuare ad arbitrare nel crotonese, ma così facendo non solo le società graziate si sentiranno autorizzate la prossima volta a comportarsi ancora peggio ma si rischia di falsare il campionato!

ROSARIO RIZZUTO

Eccovi, infine, la classifica dei marcatori del girone crotonese di Terza Categoria elaborata dal sito Crotonesport.com:

ANGOTTI, Giuseppe (Camellino) 4 goal

AGRESTI, Vincenzo (Cirò) 3 goal
COZZA, Francesco (Cirò) 3 goal
CAVALLO, Francesco (Papanice) 3 goal

FACENTE, Gianluca (Altilia) 2 goal
CISTARO, Tommaso (Camellino) 2 goal
FARAO, Vincenzo (Cirò) 2 goal
COMITO, Daniele (Marina di Strongoli) 2 goal
RUGGIANO, Michele (Marina di Strongoli) 2 goal
ZOFFREO, Fiorino (San Leonardo) 2 goal

COSCO, Giuseppe (Altilia) 1 goal
RICHICHI, Alessio (Altilia) 1 goal
CARDAMONE, Carmine (Camellino) 1 goal
SERLETI, Domenico (Casabona) 1 goal
SULLA, Giuliano (Casabona) 1 goal
VITALE, Enrico (Casabona) 1 goal
AFFATATO, Gianluigi (Cirò) 1 goal
PUGLIESE, Vincenzo (Cirò) 1 goal
DE TURSI, Davide (Marina di Strongoli) 1 goal
VETERE, Antonio (Marina di Strongoli) 1 goal
CORIGLIANO, Luigi (Nuova Siberene) 1 goal
STEFANIZZI, Luigi (Nuova Siberene) 1 goal
CARVELLI, Cesare (Papanice) 1 goal
MANCUSO, Luca (Papanice) 1 goal
COVELLI, Giuseppe (Real Cotronei 1 goal
LABERNARDA, Andrea (Real Cotronei) 1 goal
MELLACE, Marco (Real Cotronei) 1 goal
ANGOTTI, Salvatore (Roccabernarda) 1 goal
MARRAZZO, Rosario (Roccabernarda) 1 goal
RIZZA, Francesco (Roccabernarda) 1 goal
COLOSIMO, Emilio (San Leonardo) 1 goal
BOMPAROLA, Daniele (Scandale) 1 goal
MARAZZITA, Domenico (Scandale) 1 goal

CRUGLIANO, Marco (Sporting Crotone) 1 goal
PICARI, Filippo (Sporting Crotone) 1 goal
SCALA, Francesco (Sporting Crotone) 1 goal
STABILE, Andrea (Sporting Crotone) 1 goal
VRENNA, Giuseppe (Sporting Crotone) 1 goal
IERARDI, Giuseppe (Sporting Rocca) 1 goal
LE ROSE, Giovanni (Sporting Rocca) 1 goal

BOMPAROLA, Daniele (Scandale, pro Roccabernarda) 1 autogol

Per eventuali errori e/o segnalazioni contattateci a

<!–
var prefix = 'ma' + 'il' + 'to';
var path = 'hr' + 'ef' + '=';
var addy94562 = 'crotonesport' + '@';
addy94562 = addy94562 + 'libero' + '.' + 'it';
var addy_text94562 = 'crotonesport' + '@' + 'libero' + '.' + 'it';
document.write( '‘ );
document.write( addy_text94562 );
document.write( ‘
‘ );
//–>n
crotonesport@libero.it

Terza Categoria alla terza giornata: Scandale al Luigi Demme ospita la Nuova Siberene

Nessun pareggio nella seconda giornata del girone crotonese di Terza Categoria.

La giornata è stata caratterizzata da una vittoria esterna nell’anticipo di sabato (il secondo anticipo previsto, quello tra l’Altilia e il San Leonardo, era stato posticipato alla domenica): un tennistico 6 a 2 del Camellino sul comunale di Roccabernarda contro lo Sporting, e da 5 vittorie domenicali.

Dopo due giornate sorprendentemente in testa alla classifica c’è da sola la matricola Marina di Strongoli a punteggio pieno (domenica ha battuto, soffrendo un po’, lo Sporting Kr dopo aver battuto il Camellino al debutto), ma gli jonici domenica prossima non potranno continuare la loro cavalcata perchè avranno il loro turno di riposo.

Al secondo posto seguono un’altra matricola, il Papanice, che al “Luigi Demme” di Scandale ha sconfitto senza discussioni la squadra che per due anni è stata tra le protagoniste del girone ossia il Cirò del presidente Sculco, e l’Altilia, che, dopo il pareggio di Scandale, debutta tra le mura amiche battendo il San Leonardo di Cutro.

Seguono ben sei squadre con tre punti, tra queste il Roccabernarda del presidente Toscano che ha approfittato dei problemi di organico e della scarsa vena realizzativa degli avanti dello Scandale (almeno tre le palle rete nette sprecate da Antonio Artese sottoporta per lo Scandale) per ottenere il massimo col minimo sforzo.

A tre punti anche il Casabona che, dopo la sconfitta a San Leonardo, all’”Agostino Arone” ha battuto il Real Cotronei.

Si cominciano quindi a delineare le posizioni in classifica anche se non c’è nulla di certo e chi è primo oggi potrebbe trovarsi facilmente in altre più precarie posizioni e viceversa.

Domenica prossima, visto il riposo della battistrada, il Papanice potrebbe avere l’occasione di balzare in testa alla classifica ma se la dovrà vedere, sul comunale di Foresta di Petilia Policastro, col Camellino che, dopo la bella vittoria di Roccabernarda, fa un po’ più paura.

Anche l’Altilia sogna il primo posto ma dovrà centrare il successo sul terreno del Real Cotronei.

Il Cirò non dovrebbe avere problemi in casa contro il Casabona anche se nel calcio è tutto possibile, mentre la Nuova Siberene (in un certo senso anche essa a punteggio pieno visto che ha già sostenuto la propria giornata di riposo) cercherà di approfittare del momento di crisi dell’Us Scandale, ma al “Luigi Demme” è tutta un’altra cosa e per di più il presidente Marazzita sta correndo ai ripari e, vista la poca serietà di alcuni calciatori scandalesi (spesso assenti agli allenamenti e poco attaccati alla maglia), sta cercando rinforzi fuori paese, rinforzi che potrebbero essere in campo già domenica.

Gara dal risultato incerto quella tra San Leonardo di Cutro e Roccabenarda con, crediamo, leggera supremazia per i padroni di casa.

Chiude la giornata la gara tra i due Sporting, Crotone e Rocca, ancora fermi a zero punti (anche se lo Sporting Crotone ha già riposato), finalmente la possibilità di muovere la classifica per le due squadre anche se i pronostici pendono per i ragazzi del presidentissimo Faga e di mister Gambino.

Intanto il giudice sportivo ha comminato la seguente ammenda e le sottostanti squalifiche:

150,00 euro di multa allo Sporting Rocca “per sparo di petardi da parte dei propri sostenitori”.

L’ assistente arbitrale di parte Antonio Giordano (Camellino) è stato squalificato fino al 11 novembre 2009 “per comportamento irriguardoso nei confronti dell’arbitro”.

Questi, infine, i calciatori squalificati in quanto espulsi dal campo:

Squalifica per tre gare effettive per Salvatore Calizzi (Casabona) “per atto di violenza nei confronti di un giocatore avversario a gioco fermo”; squalifica per due gare effettive per Daniele Gambella (Real Cotronei); squalifica per una gara effettiva per: Aldo Marincola (Cirò), Umberto Ombrella (Papanice) e Marco Borza (Real Cotronei).

ROSARIO RIZZUTO

Scandale – Casabona 4 a 1

Artese, Salvatore Lazzaro, ancora Artese e Franco Lazzaro, quattro reti e lo Scandale, dopo il Belvedere Spinello, rimanda battuto anche il Casabona.

La rete del 3 a 1 realizzata da Antonio Artese. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Un amichevole di inizio stagione, niente di più, che ha mostrato i progressi della squadra di mister Carmine Drammis.
I ragazzi stanno cominciando ad assimilare gli schemi del nuovo allenatore e si vede, come si vede, che quest’anno la preparazione si sta facendo molto seriamente.

Il neo acquisto dell'Us Scandale, Daniele Bomparola. Foto Rosario Rizzuto

Neanche il tempo di iniziare che Antonio Artese porta in vantaggio i locali, qualche minuto dopo raddoppia Salvatore Lazzaro aiutato da uno svarione delpotiere ospite.

I ragazzi di Villirillo non ci stanno e Vitale accorcia le distanze con un bel tiro al volo al termine di una bella azione.

L'allenatore del Casabona, Villirillo. Foto Rosario Rizzuto

Lo Scandale continua a macinare gioco ed ancora Antonio Artese va in rete realizzando la sua sesta rete in tre amichevoli.

Nella ripresa girandola di sostituzioni per entrambe le squadre e nel finale è Franco Lazzaro di testa a suggellare il risultato finale sul 4 a 1.

Il colpo di testa di Franco Lazzaro che porta il risultato sul 4 a 1. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Un buon Scandale ma, a parte il risultato, anche il Casabona ha fatto vedere momenti di bel gioco.

Intanto è stato ufficializzato che il Consiglio Direttivo della Figc ha deciso di rinviare l’inizio del campionato di Terza Categoria da domenica 18 a domenica 25 Ottobre 2009, una settimana in più per le squadre, che per quanto riguarda il girone crotonese dovrebbero essere 12 o 13 (contro le 11 della scorsa stagione),  per finire la preparazione.

Queste, secondo quanto ci comunica crotonesport.com, le formazioni della nostra Provincia:  Altilia, Camellino (da confermare), Scandale, Casabona, Sporting Crotone, Sporting Rocca, Nuova Siberene, Roccabernarda, Cirò, Papanice, San Leonardo di Cutro, Marina di Strongoli, Real Cotronei.

03 Ottobre 2009

E’ ancora buio fuori, il luccichio dei paesi circostanti mi entra in mansarda e fa pan-dan con quello dei miei occhi per i presupposti 50 morti siciliani (ma forse saranno anche di più) a causa dell’alluvione.
Per un crotonese è naturale essere vicino a chi sta patendo un qualcosa che noi abbiamo già vissuto.
Nonostante le cose accadano non si prendono mai i giusti provvedimenti e questa volta è ancora più grave perchè, che in questi paesi siciliani ci fosse qualcosa che non andasse, era stato denunciato appena due anni fa!!!
Ma gli stronzi stanno a Bologna, Roma, sulle barche, a Gallipoli, ad Arcore mentre noi moriamo!!!
BASTARDIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!
Alluvione in Siclia. Ottobre 2009. Foto Corriere.it
Stasera (in verità l’ho visto già da qualche giorno) c’è una novità all’orizzonte, sopra Papanice (da questa mia prospettiva): tante lucine rosse che  danno l’impressione di accendersi e spegnersi a questa distanza: sono le luci di sicurezza delle pale eoliche di Isola Capo Rizzuto.

Scandale, anche se sono distanti, è circondata da pale eoliche, dal paese collinare crotonese si riescono chiaramente a distinguere, finora, due impianti di Isola Capo Rizzuto (forse il paese più eolico d’Italia) e quello di Strongoli.

All'orizzonte le pale eoliche di un impianto di Isola Capo Rizzuto. Clicca x ingrandire. Foto archivio Rosario Rizzuto


A Telediogene Gaetano Megna sta facendo vedere i nuovi locali della Camera di Commercio di Crotone, ora parla il direttore Donatella Romeo dopo aver sentito il presidente Roberto Salerno.
Megna continua ad insistere che sembra trovarsi in una realtà non calabrese.
"Tutto in ordine, in particolare la cura dei colori", insomma un altro mondo che è stato possibile anche in Calabria, anche a Crotone.
Stasera ci sarà l’inaugurazione ufficiale con uno spettacolo condotto dal grande Massimo Proietto e che vedrà la partecipazione della show-girl Luisa Corna, del cantante crotonese, messosi in evidenza ad Amici, Mario Nunziante, del cabarettista Salvatore Gisonna (ve lo ricordate, è stato a Scandale questa estate?).

Salvatore Gisonna a Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Ma oggi è anche il giorno della grande manifestazione contro chi vorrebbe fare della Provincia di Crotone la pattumiera d’Italia.
Appuntamento stamane a Crotone per tre cortei che poi si riuniranno in uno solo.
Da Scandale alle 07,15 partirà un pullman.

Giuliana Giuliani a gennaio 2009 durante il prorpio battesimo. Foto archivio Rosario Rizzuto
Infine oggi compie due anni la piccola Giuliana Giuliano (si avete letto bene!, ma secondo i genitori era carino!!!) di Roccabernarda, figlia dei miei amici Antonio e Maria Teresa Fardella.
AUGURI PICCOLA!!!

La vince il Papanice la gara di calcio con lo Scandale contro la discarica di Giammiglione

Le squadre dell'Us Scandale e del Papanice prima della gara contro la discarica di Giammiglione. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

SCANDALENonostante la tanta pioggia caduta negli ultimi giorni, il terreno dello stadio comunale “Luigi Demme” di Scandale, ha retto benissimo (ennesima dimostrazione che quando le strutture vengono realizzate con criterio reggono bene anche alle violenze della natura) e così, nella serata di domenica, si è disputato l’incontro di calcio amichevole tra Us Scandale e Papanice, prossime avversarie nel torneo di Terza Categoria Crotonese.

 

Daniele Bomporala dell'Us Scandale con la maglietta contro la discarica. Foto Rosario RizzutoUna partita particolare che si sarebbe dovuta disputare sabato 26 settembre al termine della fiaccolata di Papanice contro la discarica di Giammiglione, ma il tutto era stato rinviato a causa del maltempo.

 

Le due squadre sono scese in campo indossando una maglietta con scritto: “No alla discarica di Giammiglione”, un modo per essere vicini alle varie associazioni che si stanno battendo per questa giusta causa.

 

Per la cronaca la gara è stata vinta dal Papanice per 3 a 2 (primo tempo 1 a 1) con doppietta di Cavallo ed un’autorete, di Antonio Artese e Franco Lazzaro le reti dello Scandale che era passato per primo in vantaggio.Daniele Lumastro del Papanice. Foto Rosario Rizzuto

 

Il Papanice parteciperà al prossimo campionato di Terza Categoria che nei giorni scorsi ha perso le formazioni del Pallagorio Calcio e della Nuova Torre Melissa ripescate in Seconda Categoria, per completare la quale, i termini per presentare domanda di ripescaggio sono stati riaperti fino a lunedì 28 settembre e di conseguenza l’inizio di campionato slittato all’11 ottobre.

 

Insieme al Papanice le nuove squadre presenti nell’ultima delle categorie dovrebbero essere: Real Cotronei, Marina di Strongoli e, forse, San Leonardo di Cutro, ma bisognerà aspettare qualche giorno per avere certezze in tal senso.

 

Infine la Figc di Crotone, guidata da Giuseppe Talarico, ha cambiato sede: dai vecchi locali di via Panella, 125 si è trasferita in via Antonino Caponnetto, 9, nei pressi del centro Salus di Perticone in zona Parco Samà.

 
 

I nuovi locali sono in una zona dove è più facile parcheggiare e questo renderà più facili i rapporti con le società che spesso non si recavano in sede proprio per la scomodità della stessa.

Due belle tifose presenti alla gara contro la discarica di Giammiglione. Foto Rosario Rizzuto

Questi gli orari di apertura degli uffici della Figc di Crotone: Martedì e Giovedì dalle 10,00 alle 11,30, lunedì e venerdì dalle 16,30 alle 18,30; nei giorni in cui la delegazione di Crotone è chiusa, per comunicazioni urgenti è possibile trasmettere un fax al numero: 0962 21390.

 

ROSARIO RIZZUTO

Tra poco al Luigi Demme l'amichevole tra Scandale e Papanice

Nonostante la tanta pioggia, il terreno dello stadio "Luigi Demme" di Scandale ha retto bene e quindi stasera, tra poco, si disputerà l’amichevole tra Scandale e Papanice che si sarebbe dovuta giocare ieri al termine della fiaccolata contro la discarica di Giammiglione.

Le due squadre andranno in campo con magliette inneggianti il "NO" alla suddetta discarica.

No alla discarica. Fiaccolata anche a Papanice

Siete invitati a partecipare, Sabato 26 Settembre 2009 dalle ore 18,30, alla fiaccolata di protesta contro il provvedimento del Commissario per l’Emergenza rifiuti che ha autorizzato  la costruzione di una discarica in località Giammiglione di Crotone.
La fiaccolata partirà dal campo delle bocce per arrivare a via Pietà dove ci saranno gli interventi del Sindaco di Crotone, Peppino Vallone, e del Presidente della Provincia di Crotone, Stano Zurlo.
Si chiede la massima partecipazione a tutta la comunità papanicese, nonché ai rappresentanti politici, alle organizzazioni sociali  e culturali affinchè si ponga un veto all’ennesimo scempio ambientale che incombe sulla nostra comunità.

Papanice, 22/09/2009


IL COMITATO NO ALLA DISCARICA DI PAPANICE

Il vescovo Graziani vende Giammiglione E NOI alla Maio

Ieri mattina l’edicola di Scandale, dopo aver girato per un’ora nell’attesa che aprisse, ho scoperto che sarebbe rimasta chiusa, causa invito a matrimonio dei titolari, così ho comprato il Crotonese presso il centro commerciale Le Spighe.

La notizia in prima pagina a cura di Francesco Pedace, illustrata con una mia foto a colori della fiaccolata contro la discarica di Giammiglione, è di quelle che ti fanno male: il vescovo di Crotone, Monsignor Domenico Graziani già il 21 aprile 2009 ha firmato un contratto con la "Maio Guglielmo srl" per la vendita,  per oltre 1.800.000 euro (di cui 50.000 già incassati a titolo di caparra), delle terre di Giammiglione appartenenti all’orfanotrofio di Crotone e quindi gestite dal vescovo.

La mia foto apparsa in prima pagina sul Crotonese di venerdì 14 agosto 2009. Foto Rosario Rizzuto

Mi fermo sulla porta delle Spighe per capire meglio, non riesco a crederci: vedo il vescovo che vende le terre e Don Antonio Buccarelli e le suore che partecipano alla fiaccolata (qualcuno ci sta prendendo per il culo senza che ce ne accorgiamo?!), fuori fa caldo e quella che non mi ascolta ed Alessandro sono sotto il sole.

Rimando la lettura all’arrivo a Marinella, e quello che finisco di scoprire una volta giunti a destinazione, è obbrebiante, assurdo, volgare, schifoso, peccaminoso: il vescovo di Crotone si è venduto, CI HA VENDUTO, peggio di Giuda con Gesù; il mio amico Amedeo mi ha sempre detto di fare attenzione alla chiesa cattolica e soprattutto ad alcuni suoi uomini e devo dire che per l’ennesima volta ha avuto ragione.

Rileggo il pezzo di Pedace più volte, il giornalista del crotonese, duro contro la curia senza mostrarlo tanto (ma lui mica può mandare la gente a fanculo come faccio io sul blog), prova a trovare qualche scusante affermando che se non fossero state vendute le terre sarebbero state espropriate con una perdita di soldi ingente da parte dell’orfanotrofio che così ha venduto il terreno agricolo ad oltre 4 euro al metro quadrato contro i 2 euro circa del prezzo di mercato.

Sembra quasi che dovremmo fare i complimenti al nostro vescovo (che quando nel 2007 ci furono le proteste per il raddoppio della discarica di Culumbra si schierò contro, forse perchè quella discarica era troppo vicina ad altri interessi della curia, come il nascente seminario), per le sue capacità economiche: propongo per lui il prossimo Nobel per l’economia!!!

Che botta ragà! Che botta!!!

Tanto forte che anche uno come Gino Pingitore, da sempre vicino alla chiesa, ha scritto, sul suo blog, parole forti contro monsignor, si fa per dire, Graziani.

Monsignor Domenico Graziani ai microfoni di Francesco Latella di Radio Studio 97. Foto archivio Rosario Rizzuto

Gino chiede al vescovo (Toh eccolo ora su Video Calabria 8 dove invece di spiegare questa scellerataggene ha il coraggio di leggere il Vangelo) di ripensarci; Gino, appoggiato da Enrico Pedace, del comitato di Papanice, chiede a tutti noi uno azionarato comune per acquistare quei terreni, che vogliono trasformare nell’inferno di una delle discariche più grandi e più pericolose del mezzogiorno d’Italia, e magari realizzare lì un centro della solidarietà riaprendo Mondo X (la cui chiusura ora, forse, comincia ad avere un senso) e realizzando tante altre opere.

Gino, per arrivare a chiedere qualcosa con toni duri al suo vescovo, l’ha presa davvero a cuore… e voi?!

Oggi i trasferimenti del Personale Ata. Incrociate le dite per me!!!

Il gran giorno è riarrivato, non sono più previsti spostamenti: al massimo alle 13,00 saprò se ho ottenuto il trasferimento e quindi se andrò via dall’Istituto Comprensivo di Papanice.

In questo momento voglio solo vedere il mio nome nella lista dei trasferiti, chiudere definitivamente questa brutta parentesi della mia vita, cancellare due inutili anni (i più brutti della mia carriera scolastica) e ripartire alla grande il 01 settembre 2009 in un’altra scuola, qualsiasi essa sia!

Non voglio minimamente pensare di dover restare un altro anno all’Istituto Comprensivo di Papanice.

Lettera Aperta al popolo di Scandale

Azione Giovani di Scandale è seriamente preoccupata per la situazione che si sta venendo a creare nel sito di “Giammiglione” (clicca e leggi per farti venire i brividi, n.d.b.).

Abbiamo preso atto del consenso manifesto dell’ente Regione Calabria di realizzare una discarica di rifiuti speciali (vedi previsione regionale sullo smaltimento dei rifiuti che indica il sito di “Giammiglione” come idoneo ad accogliere rifiuti speciali) e una discarica di rifiuti pericolosi (vedi BURC del 16/07/09 dove si risponde favorevolmente a una richiesta di assoggettabilità richiesta dal signor Maio Francesco amministratore unico della società Maio Guglielmo S.r.l).

Tutte le associazioni e organizzazioni scandalesi sono a conoscenza di ciò che sta avvenendo manifestando parere negativo. Anche noi siamo contro questo eventuale disastro ambientale per le seguenti motivazioni:

  • Presenza di falde acquifere, macchia mediterranea e siti archeologici sul territorio.

  • I margini del sito dove dovrebbero sorgere le discariche sono attraversate da due strade che collegano Scandale, San Mauro M.to e Papanice. Quale sicurezza per chi le percorre quotidianamente?

  • Impatto sulla salute degli abitanti dei paesi vicini.
    La protesta dell'Associazione "Scandale nel Cuore". Foto Pingitore.
    Pertanto il circolo di Azione Giovani “G. Almirante” di Scandale si appella al PD di Scandale, all’associazione “Scandale nel Cuore”, al G.A.LE.S., alla Pro Loco, alla Prociv, a tutte le altre associazioni e a tutti gli Scandalesi, di riunirci e creare un Comitato Cittadino che unisca tutti a prescindere dal colore politico, evitando sterili personalismi o secondi fini per combattere contro la realizzazione delle suddette discariche.

Nella speranza che il nostro appello venga accolto da tutte le parti sopracitate riaffermiamo il nostro dissenso alle discariche di “Giammiglione”.

I militanti di Ag