Posts Tagged ‘poesia’

Uno sguardo</

Uno sguardo

manco una parola…

Ti guardo

mi guardi

forse

anche questo

è Amore!

R a g a z z i n e

Ragazzine viziate
che sanno solo chiedere
e non sanno cosa vuol dire dare…

Che pretendono i tuoi favori
e non sanno manco salutare…

Il Dvd di Rino Gaetano: l'articolo.

La copertina del Cofanetto (Dvd + Cd audio) di Rino Gaetano
Avete mai sentito Rino Gaetano cantare ‘Imagine’ di John Lennon? Ora non solo sarà possibile sentirlo ma anche vederlo in questa bellissima e commovente interpretazione.

Infatti, mentre si aspettano dati più precisi e veritieri circa la vendita delle canzoni e degli album in riferimento all’ultimo festival di Sanremo nel quale è stato presentato da Paolo Rossi un brano scritto da Rino, per gli amanti del mitico Rino Gaetano arriva una gustosa sorpresa.

E’ stato infatti messo in vendita in questi giorni un cofanetto che contiene anche il primo dvd dedicato all’artista crotonese dal titolo “Figlio unico”.

Tra i fan di Rino girano da anni varie videocassette, alcune poi anche masterizzate su dvd, realizzate con pazienza con vari spezzoni delle trasmissioni Rai in cui ha partecipato Rino ma questa opera, distribuita dalla Sony Bmg Music e realizzata da Rai Trade grazie ad un progetto curato e realizzato da Marialaura Giulietti in seguito ad un’idea della stessa Giulietti insieme con Luciano Rebeggiani e Alex Saccomano, è la prima opera, che contiene dei video di Rino, ufficiale. Delle chicche formidabili come per esempio, tra gli extra del dvd, la partecipazione di Rino Gaetano al programma ‘Acquario’ di Maurizio Costanzo con la presenza come ospite di Susanna Agnelli. Il bello è che Rino è invitato a cantare proprio Nuntereggae più nel cui testo cita fra i vari personaggi che non si reggono più anche lo stesso Costanzo e Susanna Agnelli.

Varie partecipazioni a programmi, a volte in bianco e nero, importantissimi, per una tv ancora esclusivamente monopolio Rai, per un Rino Gaetano non ancora trentenne: si va dal prezioso video della partecipazione al Festival di Sanremo del 1978 (presentato da Vittorio Salvetti) con Gianna all’esecuzione di Ahi Maria presentata nel programma ‘Una valigia tutta blu’ del 1978 condotto da Walter Chiari; dalla esecuzione di Nuntereggae più in spagnolo (Corta el rollo ya) durante la trasmissione ‘10 Hertz’ del 1978 in cui c’è da registrare un bel duetto (non musicale) con Gianni Morandi che ancora oggi ha lo stesso aspetto di allora, ai tre brani eseguiti da Rino Gaetano nel famoso (soprattutto per i fan di Rino) progetto Q-Concert insieme con Riccardo Cocciante e i New Perigeo: ‘Insieme’, ‘A mano a mano’ e la già citata ‘Imagine’.

Insomma 15 momenti della vita televisiva di Rino più altri sette spezzoni presenti negli extra del Dvd  e poi ancora le interviste alla sorella Anna Gatenao al nipote Alessandro, all’autore Sergio Bardotti, al cantante Nicola di Bari che di Rino cantò una versione un po’ modificata di ‘Ad esempio a me piace il sud’, al fotografo Peppe D’Arvia.
Rino Gaetano in una delle foto contenute nel Dvd Figlio Unico distribuito a marzo 2007 

E poi ancora, potenza dei dvd, i testi di alcune canzoni per magari improvvisare un karaoke in famiglia, alcune bellissime foto di Rino e una biografia di Rino scritta dalla curatrice del dvd, Marialaura Giulietti, dal titolo: ‘Rino Gaetano. Il ragazzo Salvatore Antonio da Crotone, aspirante geometra…’ il cui solo titolo già ci rivela oltre al vero nome di Rino anche, forse, la professione di Rino se non avesse fatto il cantante, anche se poi, in realtà, sembra che Rino fosse destinato ad un futuro in banca. Anche se per fortuna… .

Ma il cofanetto non contiene solo il dvd, infatti oltre ad una piccola brochure con i testi di alcune canzoni è presente anche un cd audio con ben 16 canzoni tra le quali le inedite (non in senso assoluto ma su un cd ufficiale di Rino) ‘Ancora insieme’ e ‘A mano a mano’ e la spagnola ‘Corta el rollo ya’; presente anche una versione della stupenda ‘Scusa Mary’ “liberata” dal preambolo ‘Donna mia’ in cui Rino Gaetano enunciava le qualità della sua donna: “Femminile profumata elegante dolce bella e generosa, estroversa un po’ truccata ottimista intelligente e misteriosa, la donna mia”.

Insomma una montagna di roba, il tutto all’incredibile somma, come direbbero i grandi televenditori, di soli 23 euro ‘cofanetto’ compreso!

Noi, a Crotone, lo abbiamo trovato presso il negozio di musica “Discorama” su Via Mario Nicoletta, voi che aspettate a correre a comprarlo prima che vada a ruba?!

[Rosario Rizzuto]

Lacrime…

Ho visto una vecchietta che piangeva
lì sul marciapiede
e ho pensato a te
a te che le curi con grande Amore
a te che Ti dai senza nulla chiedere…

C’era una donna che la consolava
ma non eri Tu
chissà dove ora sei
con le Tue vecchiette
e non pensi più a me.

Ma forse è giusto così!

Ho girato l’angolo e ho continuato a vedere il tuo sorriso
i tuoi occhi, il tuo dolce viso…!

Natale, è un giorno speciale

Torna a creare versi a modo suo il mio poeta Antonio, Vi piace?

Natale

è un giorno speciale

tante cose si posson fare,

i dolci puoi mangiare

e a lavoro non si deve andare.

Dolci a crepapelle

doni e caramelle,

a molti giochi si può giocare

e lo zampognaro si può ascoltare,

i pastorelli

stan nel Presepe… poverelli

Natale,

è un giorno speciale

ed è un divertimento

che ogni bambino fa contento.

(Antonio Rizzuto)

Spettacoli naturali…

Penultima domenica di novembre,  ieri si è svolto il Consiglio Comunale; dopo l’articolo del precedente consiglio in cui avevo evidenziato che era durato solo 17 minuti, il Sindaco, Fabio Brescia, e il Consigliere di Minoranza, Antonio Barberio, quasi si sono mesi d’accordo (visto che poi entrambi me lo hanno fatto notare), perchè non abbia più motivo per lamentarmi e siamo riusciti (anzi sono riusciti) a superare di poco l’ora, ma più che un Consiglio Comunale tra 14 consiglieri (considerando gli assenti) è sembrato quasi un duello, a colpi di leggi, articoli, ricordi tra Brescia e Barberio ma senza la precisa volontà di nessuno dei due di voler infierire più di tanto… forse solo perchè non è il momento (politico) adatto. Vedremo.
Un tratto di via Nazionale a Scandale (Foto Rosario Rizzuto del 19 Novembre 2006)
Che sia autunno lo si capisce, oltre che dalla tante macchine che percorrono via Nazionale con le attrezzature adatte alla raccolta delle olive, soprattutto dal fatto che le foglie ingialiscono creando scenari, fotografie bellissimi.
Per il resto la temperatura, almeno di giorno, continua ad essere quasi primaverile, io sto ancora sbracciato e a volte anche in pantaloncini.

Di particolare c’è una forte umidità, l’altra mattina sembrava quasi che avesse piovuto tanto erano bagnate le strade e i marciapiedi per non parlare delle macchine appannate, inoltre nelle valli sottostanti Scandale si forma quella nebbia bassa molto caratteristica e che crea uno spettacolo davvero particolare.

L’altro giorno aspettando il pullman delle 06,30 per Crotone alla fermata dirimpetto piazza Condoleo, da uno dei pochi punti ancora liberi da costruzioni e che quindi ti permettono di vedere il panorama, sognate: c’era il sole che stava per sbucare da dentro il mare di Crotone, la nebbia che copriva a chiazze la valle e poi la scia rossastra di un aereo e un po’ più su anche uno spiccchio di luna: bellissimo!
L'alba vista da Scandale: uno spettacolo bellissimo!

Ma la natura offre spettacoli bellissimi e certemente non solo a Scandale, c’era un cielo stellato bellissimo (era tanto che non ci posavo gli occhi) l’altra notte mentre ero al telefono con Lucy, quasi bello quanto lei… mentre la gatta mi si strofinava alle gambe!

Buona domenica…

Totò Audia al decimo romanzo. Otto negli ultimi 3 anni. INIMITABILE!!!

SCANDALE - E sono dieci. Con gli ultimi due romanzi stampati alcuni giorni fa, Antonio Audia, da tutti conosciuto come Totò, il fotografo di Scandale per antonomasia, ha raggiunto la ragguardevole cifra di appunto dieci romanzi praticamente in un arco temporale di 10 anni, infatti il primo romanzo “La caduta dell’albero della scienza” è datato Maggio 1997 sono seguiti poi “Nitriti e grida”, “Radici di bambù” (Luglio 2004), “Ragazze di Crotone” (Luglio 2004), “Roxanne” (Dicembre 2004), “Il pianto delle Santine” (Giugno 2005), “‘U cafunu da’ zzita” (Giugno 2005), “Non toccate mia madre” (Ottobre 2005) e appunto gli ultimi “Arturo e Mirella” (Ottobre 2006),  e “Fiori nei cardi” (Ottobre 2006).
Arturo e Mirella, romanzo di Antonio Audia di Scandale (Ottobre 2006)

Ma la vena romanziera dell’Audia è stata anticipata da altre opere che ne fanno un artista quasi a 360 gradi; infatti dopo le due prime opere video su Scandale (“Scandale un paese da scoprire” Immagini di storia e di vita n. 1 e n. 2), che in un certo senso potevano essere legate alla sua professione di fotografo, Totò dà alle stampe la sua prima vera opera letteraria realizzando la Biografia di Antonio Barberio con annessa musicassetta con le sue canzoni al mandolino (Maggio 1996); inoltre ha anche realizzato una raccolta di poesia dal titolo “Spissole” (Giugno 1998).

Quindi un totale di 12 libri (oltre le videocassette) in dieci anni appunto, ma l’attività romanziera del “Fotografo che fa cultura” come lo definì Iginio Carvelli, ha avuto un’impennata negli ultimi tre anni, nel corso dei quali Totò ha fatto stampare ben otto romanzi. Certo alcuni magari scritti anche nei momenti di pausa dalla stampa, ma è certo che negli ultimi tempi lui stia scrivendo tantissimo. Non è difficile, passando dal suo laboratorio fotografico, dove si reca puntualmente ogni giorno nonostante la meritata pensione sia ormai arrivata, trovarlo impegnato, tra un cliente e l’altro, al computer a scrivere i suoi spunti o addirittura pagine dei suoi interessanti romanzi.

Libri che lui scrive, come ci ha più volte dichiarato, per il semplice piacere di scrivere, per offrirgli agli amici, agli emigrati di Scandale (a Natale o d’estate) tra i suoi più affezionati lettori.

Gli ultimi suoi romanzi non hanno un prezzo di copertina, lui al massimo accetta un offerta da devolvere poi a qualche famiglia bisognosa di Scandale.

E ciò nonostante la pubblicazione di essi avvenga a sue spese e che, finora, nessun ente (Regione, Provincia o Comune) sia mai intervenuto per dare un contributo a questo prolifico scrittore scandalese.

Lui si “giustifica” dicendo che mentre tanta gente magari si fuma centinaia di euro in sigarette o alle macchinette ruba soldi, alle carte o al bar, il suo hobby è questo e preferisce, appena gli è economicamente possibile, realizzare un bel romanzo.

E già: vuoi mettere il profumo del libro appena stampato con dentro un’opera del proprio ingegno contro la puzza malefica delle sigarette!? O lo sperpero di denaro al bar?!

D’altra parte Totò aveva anche provato la strada delle case editrici ma ne restò profondamente deluso: meglio fare da solo!

Così grazie anche alla collaborazione della Tipografia Maragraf di Roccabernarda, che praticamente ha stampato tutte le opere (ad eccezione dell’autobiografia del Barberio), Totò continua a portare avanti questa passione.

"Fiori nei cardi", uno degli ultimi due romanzi del "Fotografo che fa cultura" Totò Audia di Scandale
Negli ultimi romanzi un altro artista scandale si è affiancato a Totò realizzando per lui le copertine e i disegni inseriti all’interno, si tratta del pittore Nicola Santoro, autore di immagini davvero suggestive che danno quel valore aggiunto, se mai ce ne fosse bisogno, ai bei testi di Audia.

Insomma un bel binomio, in un paese, Scandale, in cui la cultura, l’arte, o almeno le persone che cercano di portarla avanti, non mancano.

Quello che forse manca e che se ne accorgano gli scandalesi!

ROSARIO RIZZUTO

Scende la sera… a Scandale

Beh, credo che per oggi può bastare, praticamente sono stato al pc tutta la giornata.

Vi volevo lasciare con una bella, secondo me, foto scattata qualche ora fa: uno stupendo tramonto  (anche se il sole nn si vede) verso le montagne dela Sila.

Tramonto a Scandale, 05 Novembre 2006. (Foto Rosario Rizzuto)
Spero che la vista di questo stupendo cielo non vi faccia pensare più di tanto alla sconfitta dello Scandale, che, come ho appena saputo da Tonino Coriale, ha perso per 3 a 1 a Strongoli.
Speriamo vada meglio domenica prossima al Luigi Demme contro il Savelli.

BUONA NOTTE…

La poetessa Raffaella Proietto di Crotone seconda al concorso nazionale Monte Netto di Brescia

E’ arrivata alla conclusione la prima parte del corso di scrittura organizzato dalla Provincia di Crotone e tenuto dall’editor Laura Lepri, con la partecipazioni di alcuni ospiti.

Ieri, per esempio, è toccato all’editor nonché traduttrice della casa editrice Adelphi, Ema Marchi.

Due settimane belle, interessanti, nelle quali i discenti, che già, chi più chi meno, avevano avuto a che fare con la scrittura, hanno imparato tante cose.

Raffaella Proietto, poetessa di Crotone (Foto: Rosario Rizzuto)
Una di queste è la graziosa Raffaella Proietto.

Futuro avvocato, praticamente le manca la tesi, Raffaella è anche una poetessa e alcuni giorni fa (il 16 settembre per la precisione) ha ricevuto, a Capriano del Colle in provincia di Brescia, a fronte di oltre 900 poesie pervenute alla giuria il secondo premio ex equo al “Premio Nazionale di poesia Monte Netto” con una poesia bellissima dedicata all’Amore e che si intitola “L’Amore che cos’è” e che recita così:

L’amore è la forza della vita

L’amore è quel dono meraviglioso

che accomuna ceppi e lingue.

E’ quella strana sensazione di volare

girare intorno ridere e pensare.

E’ quella morsa stretta che abbaglia i sensi;

l’amore è un’emozione intensa che

sprigiona energia solare…

qualcosa privo di ragione anzi a volte

pura mera confusione…

l’amore è tutto ciò che fa sognare che

s’esprime usando vari mezzi:

l’artista: canta una canzone,

il poeta: compone rime e strofe…

il dotto pronuncia parole altisonanti,

mentre c’è chi preferisce semplici sguardi.

Il bimbo piange perché non vien compreso,

ma l’amore travalica i confini.

Esso non si vede, non si compra,

non si chiede né si perde.

L’amore è quel capirsi senza parlare,

l’Amore tace, ascolta, è paziente, leale.

L’amore è il donare senza attesa,

cerchio vitale che stringe

elementi composti dalla stessa materia.

Ma la cosa più importante è quel che rappresenta

per ogni essere vivente:l’essenza della vita.

L’Alfa e l’Omega linfa vitale che nutre l’uomo dal canto fino al pianto.

Davvero bella e che deve aver sicuramente colpito la giuria [composta dal presidente (e anche presidente del concorso): Pier Angelo Bertolotti e dai membri: Marta e Maria Cò, Anna Lusignoli, Rossana Rubagotti e Margherita Saldi] che, per la cronaca, ha assegnato il primo premio a Silvano Parolari di Darfo Boario Terme in provincia di Brescia.

Nonostante sia solo alla seconda edizione il premio di poesia “Monte Netto”, che ha avuto come madrine: Chiara Pea (finalista di Veline 2004) e Zelica Martinelli (Miss Festival di Sanremo 2005), ha già ottenuto un gran successo tanto da ottenere gli auguri delle maggiori cariche dello Stato (Presidente della Repubblica e del Senato), dal Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni e addirittura dal Console Generale degli Stati Uniti d’America, Douglas L. Mcelhaney.

Inoltre lo splendido secondo posto di Raffaella Proietto lascerà una traccia indelebile.
L'antologia con le poesia del concorso Monte Netto tra le quali quella di Raffaella Proietto di Crotone 

Infatti le migliori 30 poesie, quindi compresa quella della giovane poetessa crotonese, sono state inserite in un’antologia intitolata: “Percorso di Luce”. E a pagina 45 di questa antologia, campeggia questo bellissimo inno all’amore con tanto di nome dell’autrice e del paese di provenienza.

Quindi anche una bella pubblicità per il Comune di Crotone che, se terrebbe di più ai propri figli, dovrebbe pensare ad un riconoscimento per la brava Raffaella.

Che, dal canto suo, non si scompone più di tanto per questo bello riconoscimento e continua i suoi studi in giurisprudenza magari continuando a segnare spunti per nuove poesie, per un’improvvisa ispirazione, anche durante le sue presenze all’università o mentre studia (soprattutto di notte) a casa.

Magari prima o poi pubblicherà il suo primo libro di poesia, glielo hanno già chiesto anche a Brescia, ma ora deve pensare alla laurea; intanto, per non farsi mancare nulla, segue le lezioni di Laura Lepri che l’adora per i suoi interventi estemporanei e simpaticissimi: “A me Alessandro Gasman mi fa morire” ha detto Raffaella l’altro giorno, la risata è stata generale.

Ma Raffaella è così, col suo bel visino, il suo riso contagioso, e se ti trovi a parlare con lei il tempo vola e non vorresti smettere mai.

Quindi un grande: complimenti! al nostro futuro avvocato poeta e l’augurio per futuri nuovi successi.
Rosario Rizuto (io) con la poetessa crotonese Raffaella Proietto

[Rosario Rizzuto]

Ma quanta bellezza!!!

Sì lo so c’era l’orchestra Prams, c’erano i Neroni, il presentatore Mimmo Arena e la brava Marika, la serata è stata bellissima ma ne parlerò dopo, per il momento solo la vista delle 8 splendide modelle (sotto) che hanno sfilato gli abiti di Tina Carvelli averebbe dato un senso al partecipare alla serata e lo hanno fatto in tanti
Le otto magnifiche modelle (non professioniste e tutte legate a vario titolo a Scandale) che hanno sfilato martedì 8.8.06 in Piazza San Francesco a Scandale

Intanto stasera si passa dallo spettacolo, dalla moda, alla lirica e alla poesia con intermezzi musicali, sempre in Piazza San Francesco la Pro Loco di Scandale presenta "Liriche sotto le stelle", durante la quale saranno letti componimenti di vari scrittori scandalesi, e di sicuro l’affluenza non sarà da meno.

No comment

Ho cancellato i tuoi numeri

dimenticato la mail;

non è mi è piaciuto il Tuo sguardo:

come se avessi paura di me!

 

Ma io scanzo anche le formiche

che male potrei fare io a Te.

Cercavo solo un’amica,

un’amica che invece non c’è.

 

Ma è questa la vita?

e questa la vita per me?

 

Un sorriso fantastico…

degli occhi splendenti

una donna speciale, ma ora dov’è!?

 

Mi accusa con gli amici

vorrei sapere di che!

Mi sento ferito dagli sguardi

di chi non crede più in me.

 

Ma è questa la vita?

e questa la vita per me?

Gli scritti del mio Antonio sulla festa della Mamma

Mamma sembri una stella

Mamma ti devo scrivere una lettera d’amore

che esce solo dal mio cuore,

ti devo dire che sei molto bella

e sembri una stella.

Quando fai un bel sorriso,

ti splende il viso

e quando ti guardo i capelli

sono i più belli.

Un occhio ce l’hai lucente

e l’altro splendente.

Mamma tu sei la vita per me

e mi fa sentire un vero re!

Antonio Rizzuto

Il piccolo poeta Antonio Rizzuto
Il piccolo poeta Antonio Rizzuto 
 

                                                      Testo

Io e la mia mamma

Mamma, io quando sono lontano da te mi sento il cuore fuori posto e non riesco a pensare a nessuno perché tu sei il gioiello più grande del mondo.

Tu mamma delle volte mi punisci o mi picchi perché ho fatto qualcosa di male ma io lo so che lo fai per il mio bene. Mamma io ti devo dire che ti voglio un mondo di bene, quanto me ne vuoi tu.

Se tu non avessi il lavoro resterei sempre abbracciato a te e correrei a darti moltissimi bacioni al giorno.

Ogni giorno tu mi vuoi bene, mi dai tanto affetto, mi curi le ferite, la sera mi racconti molte favole e mi compri qualcosa con i tuoi soldi.

Delle volte per non farmi annoiare mi fai disegnare, colorare e giocare sui giornalini più belli.

Mamma tu sei come una maestra che m’insegni la gioia e l’allegria e come fare amicizia con le altra persone e bambini che non conosco.

Mamma, tu sei un tesoro grandioso e il più splendente di tutto l’universo!
Antonio Rizzuto

Antonio e il mare

Sarà che da alcuni giorni si sta parlando di andare al mare e ho promesso che stamattina li avrei portati, fatto sta che ieri il mio Antoniuccio ha scritto questa poesia:

Come è bello andare al mare

con il sole che ci fa abbronzare.

Giochiamo con il secchio e il grastello  

io e mio fratello

sotto il nostro ombrello;

così iniziamo a giocare

vicino al nostro mare.

Ciao T o m m y

Tommy (Foto TgCom)
Foto Tgcom.it
Tommaso non c’è più

ora è un angioletto

vispo vispo corre e si diverte.

Una mano crudele ha rubato

questo bel bimbo

di tutti diventato.

Mi chiedo come si possa essere così crudeli

come si possa far del male così

quale sia la giusta pena per gli assassini…

non trovo risposte.

Negli occhi il suo sorriso

e la speranza che la sua morte

serva a capire qualcosa!
Ciao piccolo Tommy!!!