Posts Tagged ‘riflessioni’

Sorvolando il cielo dei miei pensieri: riflessioni notturne di un blogger euforico!

Gianni Nannini canta "Amor che bello darti al mondo…" ed io mi emoziono, a stento trattengo lacrime arretrate…
Sono le 04,09 e sono in piedi da quasi 1 ora e mezza, lucido, riposato; ho sistemato qualche carta, giornali e riviste, molte delle quali mai lette, ieri, intanto, è arrivato il primo numero del mio nuovo abbonamento all'Espresso e il numero nuovo della rivista Cotronei Informa del mio amico direttore Pino Fabiano.

Mi emoziono e penso ai miei sogni, a quello che farò se il Signore mi darà tempo, agli altri!

Se scrivessi tutto quello che ho in mente il servizio di igene mentale di Crotone interverrebbe d'ufficio, sta tutto rinchiuso nel mio cuore e nella mia testa: prima o poi verrà fuori: nessuno è meglio di me NESSUNO è meglio di ognuno di voi.

Marta (nome di fantasia), intanto, si rovina la vita continuando a pensare a lui che proprio non ne vuole sapere; brutta bestia l'AMORE che, forse e per fortuna, io non ho mai provato! O forse sì, per lei o per lei, non so ma, forse, non per lei!!!

Dorme beata, come sempre, semaforo rosso, spalle girate, incomprensioni, rabbia, amarezza piuttosto, senso di impotenza… sonno!!!

Chissà quanti siamo a scrivere in questo momento su Splinder e su tutte le altre piattaforme di blog italiane; il mio blog, la mia vita.
Moggio moggio sta proseguendo il suo cammino: sono 3.713 i post fatti da quel lontano 27/28 marzo 2005, 10.664 i commenti ricevuti (molti costruttivi, alcuni simpatici, alcuni aggressivi, altri senza senso o inutili o forse no: forse in questa vita non c'è nulla di inutile: tutto ha un senso, tutto serve a qualcosa anche i commenti, apparentemente sensa senso della solita commentatrice fuori fase!).
Il Blog di By.Ros si avvicina al sesto compleanno ma soprattutto si avvicina al MILIONE (1.000.000) di contatti certificati Splinder, traguardo banale ed intule per un blog che non deve fare i conti con share e contatti perchè non ha pubblicità e non deve dar conto ad alcuno, ma emozionante allo stesso tempo.

Pensare che in questi anni 1.000.000 di persone sono passate da "casa mia" mi fa stare bene e mi spinge a fare sempre di più a migliorare la mia baracca e con tempo, magari dopo le elezioni comunali (la mia candidatura rimane congelata per ora ma il mio impegno per la elezione di Tonino Coriale a Sindaco rimane invariato anzi maggiore!), potrei pensare a qualche novità.
Certo ci vorrebbe qualche soldo, mica posso spendere lo stipendio sul blog; avevo pensato ad una sorta di donazione: la chiedono siti importanti come Wikipedia, ma onestamente non so come la prendereste, non so se soltanto uno di voi si prenderebbe la briga di offrirmi un caffè o una pizza (chissà se lo merito!!!) versando 1, 5, 10 euro sulla mia Poste Pay. Stanno facendo la stessa cosa quelli di crotonesport.com  (sito utilissimo per lo sport crotonese) e l'altro giorno hanno dichiarato che non hanno incassato 1 euro!!!
Forse è meglio evitare oppure ditemi voi…
04,25, su Music Television canta il mio Fabri Fibra: "… tranne te… tranne te… tranne te… tranne te", i miei figli lo vogliono sempre in macchina e la cosa mi fa piacere perchè Fabrizio dice, a modo suo, cose importanti anche se magari i bambini, per ora, sono più attratti da qualche parolaccia o dai ritornelli tormentoni, ma sono convinto che alla fine qualcosa di utile resta, me ne accorgo dalle loro domande (che gioielli di figli che ho!!!) e poi: sennò io che ci sto a fare?!
Domenica è stato rilassante seguire la partita dello Scandale senza dover prendere appunti, forse non succedeva dal 1993: dai pensateci bene: vista la gente che mi ritrovo attorno chi me la fa fare a continuare un'attività che di concreto non mi porta nulla… mentre su Facebook familiari vari mi invitano a non stressarmi, a godermi tutto con più gusto…
Anche ora, per esempio, avevo pensato di fare un articolo per il Crotonese. Ma poi mi sono detto: perchè? A che scopo? Che ci guadagno? Chi me la fa fare?

Meglio scrivere di me, meglio pensare ai miei progetti, meglio pensare a TE!!!

Tanto… lei dorme!!!

Cuffaro in carcere e Marina Berlusconi contro Roberto Saviano

Uhm, mi sa che io per riflettere come Cetto La Qualunque devo andare sulla statale 106, nei pressi di Corigliano o dell'aeroporto Sant'Anna…
 

Poco male, torno alla mia macchina… per altri tipi di riflessioni.
 

Cuffaro va in carcere per mafia e si affida alla fede, quel pezzo di merda che mangiò ed offrì i cannoli siciliani per festeggiare una condanna lieve (non ricordo bene i fatti) ora dovrà stare in carcere per 7 anni, ma ne farà molto meno!
Totò Cuffaro con i cannoli. Foto dalla rete

Non so perchè ma quando ho saputo la notizia mi è quasi dispiaciuto ma ho cercato di pensare ad altro e di gioire della cosa.

Intanto sento che un falegname ha avuto il quattordicesimo figlio in 19 anni: beato lui, sto proponendo da tempo il terzo e per poco non mi uccideva l'altro giorno…
 

Marina, che prova ad essere sex, e Silvio Berlusconi. Foto dalla rete
Quella strega poco sensuale di Marina Berlusconi (se non fosse stata la figlia Berlusconi non se la sarebbe fatta lo stesso perchè fuori dal suo target) ora se la prende con Roberto Saviano che, ricevendo una Laurea Onoris Causa, l'ha dedicata ai tre magistrati di Milano (Boccasini, Forno e Sangermano) che stanno indagando il Silvietto nazionale ossia suo padre, quello che, prima con l'aiuto di Craxi e poi entrando in prima persona in poltiica, sta tenendo sotto scacco l'Italia da decenni, rovinando di fatto il nostro paese e accumulando solo ed esclusivamente ricchezze personali, grazie  a leggi, a favori per le sue aziende e quelle delle persone a lui vicino.

 

Roberto Saviano e Marina Berlusconi. Foto dalla retePer certi versi Berlusconi, che proprio non ne vuole sapere di mettersi da parte, è peggio del tiranno della Tunisia e speriamo che la fine sia la stessa ma Silvietto l'oro lo deve lasciare in Italia, anche perchè non ne ha bisogno: sono miliardi i soldi portati all'estero dallo psiconano di Arcore!
 

Qualunquemente con Antonio Albanese: un film da vedere al cinema!

Il manifesto del film con Antonio Albanese. Foto dalla rete.Qui a Scandale piove veloce, ieri sono andato appositamente a letto presto per iniziare la mattinata con le galline, ma loro ancora dormono, io, invece sono al pc ormai da 2 ore anche se, di fatto, non ho fatto una minkia.
Ieri avrei detto: "Non ho fatto un cazzo!", ma dopo aver visto, ieri dalle 16,00, la prima proiezione di Qualunquemente, il nuovo film di Antonio Albanese, minkia è più chic.
 

Infatti lui dice così nel film alla proposta su cosa fare per i poveri ed i bisognosi: "Na beata minkia!", e la battuta è già diventata un must, come u pilu, le parole che termino con mente, cazzu cazzu cazzu e via dicendo.

Qualunquemente è al cinema solo da due giorni (a Crotone da uno) è già il film di Giulio Manfredonia è un successo.

Non so se Albanese superarà Zalone ma io tifo per il primo anche perchè Qualunquemente è un film con molta Calabria, ambientato in Calabria, girato, in gran parte, in Calabria.
 

Albanese è fantastico, d'altra parte non è una scoperta di oggi, e i palcoscenici lui li calca da decenni.
 

Non ho visto il film di Zalone (ora a Crotone spostato alla Sala Raimondi) ma per il film calabrese di Albanese ho programmato di andare a vedere la prima proiezione in assoluto di Crotone.
 

Ma chi cazzo ci sarà mai alle 16,00 all'Apollo? Invece… la sala principale era abbastanza piena e tante erano anche le persone, per lo spettacolo delle 18,00, che ho incontrato uscendo ed ancora deve partire il passaparola, quello che ha portato in vetta il film di Zalone.
Tutti vorranno vedere questo Partito du Pilu per cercare di capire, man mano che passeranno i giorni, il segreto del successo di questo bel film!

Ma perchè questa mia gran voglia di vedere questo film?
 

Un modo per capire come comportarmi alla prossima campagna elettorale? (visto che dai trailers si capiva che la trama del film riguardava delle elezioni). Sì!!! Ma al contrario. Praticamente visto il film bisogna fare tutto il contrario di quello che fa Albanese, almeno nelle cose negative.
Le due famiglie di Cetto La Qualunque. Foto dalla rete
Al cinema con me i miei gioielli Antonio ed Alex e poi mia mamma, mi serviva un commento a caldo di una puritana come lei e l'occasione era troppo ghiotta.
La signora De Miglio vicino a me oltre, per fortuna, a ridere ogni tanto, era preoccupata per alcune scene vista la presenza dei bambini, niente di stravolgente e tutto fatto con molta ironia, ma è lei indietro non il film non adatto ai bambini, anzi.

Certo ho avuto un po' di difficoltà, finito il film, a spiegare al mio piccolo Alex (8 anni) cosa fosse u pilu, mia mamma gli aveva detto che erano i capelli ma lui non era molto convinto. Una volta a casa sono stato chiaro: "Visto il film? Bene! Voi dovete fare tutto il contrario di quello che faceva fare Albanese al figlio e via dicendo". Sembra abbiano capito, altrimenti avrò contributo a creare due piccoli mostri .
Ed ora, scusatemi, sarà difficile, ma vado a riflettere come Cetto La Qualunque.

Ancora un paio di cose.
Oggi, domenica, giornata importante per capire dove possa arrivare il film con Sergio Rubini (favoloso!), sperando che la tv dia al film calabrese lo stesso spazio avuto dal comico pugliese, in questa bella battaglia meridionale che, forse, nel Cinema, non c'è mai stata.
 

Ma in tutto c'è una prima volta, e che il meridione, la Calabria, siano il futuro è una mia convinzione che difficilmente metterò da parte anche se ci sarà ancora molto da soffrire.
 

Intanto, mentre non sento più il ticchettio della pioggia sul tetto della mansarda, vi auguro una buona domenica.
Alle 12,00, se non avete impegni, parte, dal Municipio, il pullman dell'Us Scandale per Torre Melissa: oggi alle 14,30 c'è il big match tra la prima e la seconda del giorne D di Seconda Categoria: lo Scandale per credere ancora al primo posto ha un solo risultato VINCERE!!!
Andiamo in tanti a gridare tutti assieme al portiere scandalese della Nuova Torre Melissa: "Mollura vi facciamo tre gol, Mollura vi facciamo tre gol!"

 

Riflessione mattutina su Berlusconi e company: è tutto male quello che fa vedere la sinistra?

Fermiamoci un attimo.

Io non ho nulla contro Berlusconi a priori.
Resto a bocca aperta quando penso che persone che io stimo come Franco Noce oppure Tiano, che ho conosciuto a Natale, o anche Michele Lettieri tifano per il cittadino più famoso di Arcore, ci sarà un motivo.
Silvio Berluscono con due donne. Foto dalla rete
Per molti aspetti Berlusconi sta simpatico anche a me, ieri sera Santoro e gli altri sono stati un po' pesanti e sfacciatamente di parte: un giornalista non dovrebbe essere così di parte come fa Santoro, non si può mandare la pubblicità, per esempio, mentre parla Daniela Santanchè: è assurdo!

Berlusconi bacia Daniela Santanchè. Foto dalla reteE capisco anche che la stessa Santanchè lasci la trasmisione durante le vignette di Vauro anche se a me le vignette mi hanno fatto morire dal ridere; magari per lei Berlusconi è prima un amico e vederlo attaccato in quel modo le ha potuto dare fastidio; certo anche la Santanchè (come credo l'80% dei deputati sia di destra che di sinitra) non dovrebbe sedere tra i banchi del Parlamento nè tantomeno avere incarichi di qualsiasi natura ma questo è un altro discorso!!!


Altro punto: il Vaticano deve farsi i cazzi suoi!!! E mi fermo qui!!!


Andiamo a noi. Quanti di voi (mi rifolgo agli uomini e alle lesbiche) non si sarebbero fatti (sempre se se l'è fatta) Ruby Rubacuori o Karima? Anche da minorenne. Non facciamo i falsi moralisti, non serve ad alcuno.

Ruby Rubacuori che ha messo nei guai Berlusconi. Foto dalla rete
Certo, secondo me Berlusconi si deve dimettere ed anche in fretta, forse ha ragione quel deputato del Pdl che qualche giorno fa ha detto che superano questa governano per altri 15 anni.

Stimo molto Marco Travaglio, se si ascolta lui Berlusconi è davvero una persona poco onorevole che deve lasciare la politica, sentitelo anche qui.
Marco è mitico e sa quel che dice…

Io ancora non riesco a credere che tutte le puttanate che avrebbero fatto Berlusconi, Emilio Fede, e gli altri siano davvero successe, solo al pensiero mi viene da vomitare e non sonio un moralista anzi, ma io non andrei mai con una donna a pagamentyo, non pagareim mai una donna per spogliari, vestirsi da infermira o da poliziota davanti a me e via dicendo…

Oddio mi sa che, ragionando, mi piace un po' di meno Berlusconi rispetto all'inizio di questo post, scusate ma devo andare in bagno a vomitare!!! 

Oggi ci saluta Ottobre e lascia il passo al mese autunnale per antonomasia!

Sono sveglio ormai da 5 ore, pensavo di essere riusciuto ad arrivare all'01,00 ma poi Giusy Regalino da Rti mi ha ricordato dell'arrivo dell'ora solare e quindi era come se fossi stato sveglio da mezzanotte: la pagherò durante la giornata ma di positivo c'è che sono a buon punto con la sistemazione del disordine della mia mansarda.

Domenica 31 Ottobre, ho già passato i miei calendari a Novembre: Cristina Del Basso, anche in bianco e nero, è fantastica col le sue stratosferiche tette al vento, così come le altre donne che mi fanno compagnia.
L'Us Scandale, che nulla a che vedere con le donne di cui spra, oggi farà visita al Roccabernarda: praticamente un derby in famiglia, la mia, visto che mia moglie è del paese attraversato dal Tacina.
3 a 1 per lo Scandale è la mia previsione così se perdono anche oggi sapranno con chi prendersela, fischio d'inizio allo Stadio "San Vito" di Roccabernarda alle 14,30.

Week-end lungo questa settinmana (iniziato alla grande, calcisticamente parlando con le vittorie della Roma – per cui tifa mio figlio Antonio – e della mia Juventus) con uffici chiusi anche nella giornata di domani, Ognisanti, ed alcuni anche martedì 2 Novembre, giornata in cui si ricordano i cari defunti; al Liceo Classico "Pitagora" di Crotone stanno chiusi anche mercoledì 3 ma il perchè è tutto un mistero!

Rientrati in ufficio, sarà una cavalcata verso il Santo Natale  e dopo sarà 2011!!!

Cosa avete promesso in vista del giorno che ricorda la nascita di Nostro Signore Gesù?
Sarete più buoni?
O non ve ne può fregar di meno?!

Io, inaspettatamente, ho vinto la mia battaglia, nemmeno combattuta, ma qualcuno, più in alto di me, ha deciso, che era ora di dire basta ad una vita quasi vegetale; che possa vivere questo Natale è un sogno che si avvera, anticipato giorno 18 Novembre dai 40 anni di quella che non mi ascolta, anche se, visto come si comporta, ancora non so se glieli festeggerò!!!

Intanto buona vita a tutti con la speranza che la pioggia caduta sino a poco fa sia servita solo a lavare le macchine e che un bel sole illumi la mia e la vostra giornata!!!

Intanto, mentre oggi si vota per il ballottaggio in Brasile, in Italia, è uscito il 6 al SuperEnalotto con un sistema, giocato on line, da 70 quote (la maggior parte della quali acquistate nel Lazio) da 24 Euro; ognuna delle scchedine vincenti incasserà circa 2.500.000 di Euro.

E martedì si torna a giocare con un montepremi già alto!!!

A lavoro…

Ci risiamo, non serve nemmeno il Minias e così alle 03,26 sono già quasi due ore che sono sveglio dopo tre ore di profondo sonno.

Avevo il pensiero di postare la risposta dell'assessore Coriale visto che ieri sera Splinder è andato in tilt, almeno da me, già provvisorio con il collegamento con scheda Mtv, dopo che lunedì il modem della mia linea Adsl TeleTu, regalatomi da mia sorella Wilma e mio cognato Enrico Mircoli, a fine agosto, dopo averlo acquistato al Center cross vicino all'ex Quiiper, è andato in tilt restando miseramente spento.

Ci vuole pazienza nella vita e così in attesa che la Center Cross - Euronics mi diano una risposta, mi accontento di lavorare al mini pc che finalmente da qualche minuto ha deciso di collegarsi ad internet dopo minuti di indecisione ed errori vari!

Allora ormai è super ufficiale By.Ros è tornato alla grande, rinvigorito, pieno di idee, con tanta voglia di fare dopo 88 giorni di letargo quasi totale.

Sto cercando di ricostruire cosa sia potuto succedere il venerdì 22 che poi mi ha portato alla resurrezione neella notte che portava al sabato.

Chissà se hanno influito sul mio star meglio anche le lattine di Yu Drink bevute in questi giorni, i messaggi su Facebook di Giovanni Daniele in piena notte, la dolcezza di Niki, il rifiuto di quella che non mi ascolta, il viaggio a Cosenza, la pizza al Vescovo Rosso di Viale della Repubblica a Cosenza con il suo cordialissimo cameriere.

Non credo che potrà mai essere dimostrato cosa mi abbia fatto svoltare, ma è innegabile che quella che sto per ricominciare è una vita migliore di quella fatta nei precedenti 88 giorni, peccato che quando stai giù non te ne rendi conto!!!

Tanti gesti di vicinanza in questi giorni che sto riscoprendo Scandale (del quale ora stanno parlando a Tele Diogene in merito alla discarica) con molta gente meravigliata di vedermi.
Un giorno che vedevo lontanissimo, già preparato al 40esimo anno di mia moglie da passare a letto (NON CON LEI) ed ad un Natale d'incubo per la mia famiglia. INVECE!!!

Eccomi di nuovo qua, in quelle che sono le mie ore preferite ma che non potrò utilizzare troppe volte: se  non dormo poi sto di nuovo male col tempo, ma sono certo che troverò pace…

Ieri su una mia foto di un alba (che era stata scelta per la copertina di un libro, progetto poi fallito) ho scritto, nel rosso del cielo: "SONO FELICE" e l'immagine è diventata il mio nuovo desktop. E sì!!! sono felice e con tanta voglia di vivere, voglia amplificata x 1.000 quando mi capita di ascoltare l'ultimo singolo dei Modà… qualcosa di subblime…

 

Riecco By.Ros: Rosario Rizzuto si riprende la sua vita ferma al 26 luglio!!!

Tempo fa, ad un mio ritorno dopo la "solita" crisi ricominciai a scrivere debuttando con la famosa frase di Enzo Tortora al suo rientro in Rai dopo il carcere: "Dove eravamo rimasti?".

Questa volta non posso mica ripetermi, sono passati altri anni, altre crisi altri ritorni!!!

Ogni volta si fanno nuove esperienze, si conoscono meglio le persone: si può imparare qualcosa anche stando 15 ore al giorno a letto o alla tv e magari nelle restanti guardando il mondo, che continua a vivere incurante di te, dalla finestra, con la paura, pure, che, magari, qualcuno ti veda!!!

Per la non gioia di qualcuno (e per la felicità di altre), invece, rieccomi qua dopo 88 giorni di Inferno a ricominciare un discorso interrotto il 26 luglio!!!

Qualcuno, nei giorni in cui il blog è stato fermo, mi scrisse che non potevo andare via così, senza dare spiegazioni ai miei e-lettori; forse aveva ragione ma da fine luglio la mia mente si è annebbiata e chiusa; niente da fare, manco sotto tortura.
Non ci sono riusciuto ad aprire il pc nemmeno il 9 settembre per il 14 compleanno-anniversario della mia piccola Valentina.

Mi sembra invece giusto, ora che posso, ripresentarmi a chi mi legge, a chi mi vuole bene e, anche, a chi non me ne vuole.

ECCOMI QUA!!!

Mi sembra un sogno (come canta Jovanotti che sto ascoltando dal mio Doctor Sound Deluxe miseramente spento da almeno 4 mesi!!!), mi do i pizzichi, ho i brividi intensi: sto così bene ora che, forse, dovrò prendere una medicina per stare peggio !!! Succede anche questo!!!

Incredibile! La mia vita è cambiata di botto grazie ad una visita a mia suocera in ospedale a Cosenza ed all'ennesimo rifiuto di mia moglie…
Ad una notte speciale, a Rino Gaetano (se non lo fanno Santo ora!!!), a Niki che si è trovata al posto giusto come era già successo a fine Luglio 2009, ad una notte senza sonno, ad un: "Che ci faccio qui?".
Così alle 01,49 ero più di là che di qua e da quel momento in poi fino alle 05,00 la mia vita è cambiata, me la sono ripresa!

Che bello!!!

Dopo 88 giorni passati a cercare un metodo indolore per togliermi di mezzo, una miriade di sentimenti sono tornati a riempire la mia testa, il mio stomaco, il mio cuore!

Rosario c'era ancora e le lacrime di disperazione di Venerdì pomeriggio (prima del viaggio per Cosenza) si stavano trasformando in lacrime di gioia, in ritrovata Gioia di vivere!
In Amore per i miei figli abbandonati per 88 giorni, per me stesso!!!

88 giorni di Inferno, semivissuti grazie al sostegno e all'aiuto di mia Moglie capace di alzarsi alle 05,30, preparare le cose per i bimbi, salire in macchina alle 07,00, guidare fino a Crotone, lasciarmi sotto la mia nuova scuola, ripartire per Isola Capo Rizzuto, lavorare tra le grida di bimbi di Scuola Materna e le richieste delle maestre, ritornare a prendermi sotto scuola e ripartire (sempre con lei alla guida) per Scandale; arrivare a casa e preparare anche da mangiare. Questo quando andava bene, in molte giornate poi c'era da fare la spesa, da andare a prendere i bimbi a scuola o portarli da qualche parte: tutto da sola!!!
Insomma se durava ancora un po' l'avrebbero fatta Santa!!!
E tutto questo dopo che fino a Giugno l'avevo fatta dannare per altri motivi ed ero lì lì per lasciarla… Che Santa!!!

Davvero bestiale chiudersi ad Agosto, con la gente in giro a festeggiare, con un "Estate Scandalese" da portare avanti.
Non so come, le serate della "mia" "Estate Scandalese" sono andate avanti tra una scappata in Piazza Condoleo per dare la corrente a questo gruppo, una telefonata al prezioso Michelino, sempre molto disponibile, o far firmare qualche carta o il borderò a qualche musicista.
In Piazza, quasi nascosto, solo nella serata delle Miss ed in quella dei bambini, le altre, a volte, le ascoltavo dal letto prima che Morfeo mi portasse nella pace, illusoria, dei sensi.
Davvero assurdo far cambiare nella mia camera i comici Battaglia & Miseferi e dir loro che non sarei andato in piazza a sentirli!
IMPERDONABILE… anche perchè nessuno mi ridarà questi 88 giorni!!!

Ma Dio chissà dove era, e gli amici?
Inutile fare gli elenchi di chi si è fatto vivo e di chi no, ma vi posso dire che l'elenco dei primi si ferma alle dita delle due mani, proprio a voler essere generoso!!!
Certo in molti avranno avuto vergogna a venire a casa, magari avevano paura di disturbare ed in effetti mi avrebbero disturbato, avrebbero disturbato il mio "dormire"… il mio lento morire…
Il mio dannarmi con il Creatore divino per non averci dotato di un bottone per dire basta, di un tasto di autodistruzione!!!

Per fortuna… dico adesso!!!

Avrei tanto da scrivere, tanto da dire, dovrei anche raccontarvi della prima sconfitta dell'Us Scandale, per giunta in casa, contro il Pallagorio, al mio ritorno al campo, ma vi giuro che non sono io che porto sfiga…

Un'ultima (per ora, tranquilli, diretto a chi mi vuole bene ed ama leggermi) cosa: qualche giorno fa cercandomi su Google sono arrivato sul Blog "Storia di Scandale" nel quale il 24 settembre 2010 Luigi Santoro mi chiedeva se c'ero di battere un colpo sennò magari era il caso di rivolgersi a "Chi l'ha visto?" per trovarmi; ecco, ci ho messo giusto un mese dal suo post, ma credo di aver battuto il colpo… solo il primo di una lunga serie che spero durerà il più a lungo possibile fino a quando il Male Oscuro tornerà a bussare al mio cuore.. spegnendo di nuovo.

Questo il post di Luigi:

Venerdì 24 settembre 2010

C’era una volta il blog By Ros

Se ci sei batti un colpo
 
C’era una volta in un paese lontano il blog By Ros che, nonostante qualche parolaccia di troppo, teneva animato Scandale e il Marchesato di Crotone. Da un po’ di tempo, di lui si sono perse le tracce. Se le ricerche dovessero dare esito negativo ci rivolgeremo a “Chi l’ha visto”.
 

Pubblicato da luigi Santoro

Non ho alcun tipo di rancore verso Santoro (di cui aprezzo il meraviglioso  ed istruttivo blog), forse, a modo suo, era un modo per spronarmi, ma manco questo servì: non ho proprio alcun amor proprio…

Che senso ha il blog?

Ho volutamente rallentato la mia presenza sul blog.

Sono amareggiato e deluso per svariate cose, oltre 500 persone, inoltre, giornalmente passano dal Blog di By.Ros ma a parte rari casi, spesso i commenti sono offensivi e diffamanti: la gente, ultimamente anche forestieri per commenti dovuti allo Scandale Calcio ma tanti i commenti infamanti anche degli scandalesi, entra in casa mia e mi insulta.

Perchè o per chi allora dovrei scrivere?

Chi mi ama e mi segue lo fa, con altre soddisfazioni per me, visto che lì non esiste l'anonimato, su Facebook dove gli stimoli sono maggiori rispetto a quello che doveva essere il mio sfogatoio e che, invece, lo è diventato per i soliti coglioni che, protetti dall'anonimato, pensano di poter dire di tutto e di più.

Intanto la Polizia Postale sta indigando ed alcuni anonimi sono stati individuati e molto probabilmente ci saranno delle conseguenze.

Ho rallentato su By.Ros ma non mi sono fermato, il mio impegno è costante su Facebook ma anche su You Tube dove sto continando a caricare video di vario genere che potete visualizzare accedendo al mio account cliccando qui.

Non abbandono il Blog, continuerò a scrivere magari già da oggi o da domani ma qualcosa sta cambiando in me e gli unici responsabili siete voi!!!

Donne non pulite maniacalmente…

DONNE  !!! Ricordatevi  che uno strato di polvere protegge i mobili… Una  casa è più bella se si può scrivere "ti amo" sulla polvere sul  mobilio.  
Io  lavoravo 8 ore ogni fine settimana per rendere tutto perfetto, "nel caso  venisse qualcuno". Alla fine ho capito che "non veniva nessuno", perché  tutti vivevano la loro vita passandosela bene  !!!  
Ora,  se viene qualcuno, non ho bisogno di spiegare in che condizione è la  casa: sono più interessati ad ascoltare le cose interessanti che ho  fatto per vivere la mia vita. Caso  mai non te ne fossi accorta… la vita è breve,  goditela!  
 
Fa'  pulizia, se è necessario… Ma  sarebbe meglio dipingere un quadro, scrivere una lettera, preparare un  dolce, seminare una pianta, oppure pensare alla differenza tra i verbi  "volere" e "dovere".  
Fa'  pulizia, se è necessario, ma il tempo è poco… Ci  sono tante spiagge e mari per nuotare, monti da scalare, fiumi da  navigare, una birretta da bere, musica da ascoltare, libri da leggere,  amici da amare e la vita da vivere. Fa'  pulizia, se è necessario, ma… C'è  il mondo là fuori: il sole sulla faccia, il vento nei capelli, la neve  che cade, uno scroscio di pioggia… Questo giorno non torna  indietro… Fa'  pulizia, se è necessario, ma… 
 
 Ricorda  che la vecchiaia arriverà e non sarà più come adesso… E quando sarà il  tuo turno, ti trasformerai in polvere. Trasmettilo  a tutto le donne meravigliose della tua vita…   Io l'ho già  fatto! 
(Grazie a Vanna)

Silenzio…

Silenzio, se parlo rischio di far danni seri!
Su tutto lo scibile!

Il silenzio è d'oro e quindi cittu!!!

Preti, crotonese, cellule ed Inter

Anno Zero di ieri sera mi ha sconvolto; certe cose le sapevo già ma sentirle raccontare dalle vittime di schifossisimi preti cattolici mi ha fatto ancora più male.

Sono riusciuto a sfogarmi su Facebook lasciando alcuni commenti pieni di rabbia contro chi, coprendosi con Cristo, mette in pratica le sue schifezze e perversioni!!!
 

***


Da lunedì sono più libero, è giusto che condivida quanto successo con voi.
Sapendo che a Torretta di Crucoli, dove si giocava la gara tra Cirò e Scandale, non c'era il corrispondente del Crotonese, che di solito segue il Cirò, impegnto a Cirò Marina per un'altra partita, mi sono così permesso (stimolato anche dal presidente del Cirò, Mario Sculco, che mi ha detto che solo io potevo parlare di loro) di alzarmi alle 4,00 per fare il pezzo ed inviarlo al Crotonese con tante foto.
Martedì alle 12,20 sul Crotonese on line scopro che non c'è il mio pezzo ma quello del collega che non è stato alla gara perchè appunto impegnato su un altro campo a meno che non abbia il dono dell'ubiquità come Padre Pio.
Fin qui nulla di strano, ma a parte che il redattore Fabio Fiore non mi ha avvisato che non avrebbe messo il mio pezzo (e non doveva nemmeno chiamare a sue spese) la rabbia è scoppiata quando mi sono accorto che l'artcolo di Domenico Guarascio era circondato delle mie foto senza che risultasse da alcuna parte che fossero foto di Rosario Rizzuto e, cosa  ancora più grave, era stato rubato il mio tabellino della gara ed implementato nel pezzo di Guarascio che non essendoci stato alla partita non aveva i nomi dei calciatori, le sostituzioni ecc…

Ho chiamato subito il redattore che non mi ha risposto (gli ho mandato un sms), poi di direttore Domenico Napolitano che mi ha liquidato a modo suo in 30 secondi e quindi il redattore del cincondario Giuseppe Pipita che mi ha detto che avrebbe chiesto cosa fosse successo.

Il giorno dopo sono stato contattato da Fabio Fiore che ha attaccato invece di difendersi e non si è preso nemmeno la briga di chiedermi scusa.
Un vaso pieno sbroda anche con una goccia d'acqua, non ce l'ho fatta più, gli ho detto che non avrei più scritto per la redazione sportiva e di trovarsi chi gli fa i pezzi dello Scandale ed i commenti del giovedì e sabato. BASTAAAAAA!!!
Questa ritrovata libertà mattutina (quando, per almeno due/tre volte la settimana perdevo del tempo per scrivere per le pagine sportive del crotonese) ci voleva proprio… Ho bisogno di riprendermi il mio tempo…
 

***


E' stata creata la prima cellula artificiale, speriamo possa portare a cose buone e non a cose negative…
 

***


Domani c'è la finale di Champions League con in campo l'Inter: da juventino tiferò per la squadra di Moratti e, in caso di vittoria, porterò mia mamma e mia figlio Alex alla sfilata!!!
Parola di lupetto!!!

Comunicato Stampa del Comitato 'No alla discarica di Giammiglione'

Benchè pieno di falsità ed inesattezze oltre che di provocazioni fuori luogo che rischiano di scaldare una popolazione già esasperata, pubblico un comunicato stampa del Comitato "No alla discarica di Giammiglione".
Quello che è ancora più grave è che tra gli estensori di questo comunicato c'è Antonello Voce che sa come stanno le cose ma che, anche lui, forse, vuole continuare a cavalcare la tigre.

Tra tutte le cose dette nel comunicato: se finora ci sono stati i morti di tumori a Scandale e non c'era la discarica di certo non è stata colpa della discarica che non c'era; non ha pensato nessuno che, magari, se bonifichiamo il paese dall'amianto, grazie anche alla neo discarica, magari salviamo qualcuno dalla morte?!

Finiamola di fare politica, pensiamo al bene del paese!

Ecco il Comunicato Stampa:

Una cosa è certa: i cittadini di Scandale hanno capito che bisogna alzare la testa per difendersi dalle ingiustizie. Molti mesi di lotta contro la discarica di Giammiglione ci hanno insegnato che la protesta paga e che la possibilità di salvaguardare il nostro territorio da quanti vogliono trasformarlo in una pattumiera, dipende unicamente dalle nostre azioni di lotta.
Nel momento in cui la “sensibilità ecologica” diventa il tema di facciata per le future campagne elettorali, noi del Comitato “No alla discarica di Giammiglione (e di tutte le discariche), siamo vigili sentinelle del nostro territorio e della nostra comunità, nell’interesse di tutti e senza strumentalizzazioni.
Noi siamo fortemente contrari alla realizzazione di questa mega discarica di amiantoin Loc. Santa Marina, poiché riteniamo che non esistono soglie di sicurezza per le nocività; i troppi morti di tumore nel nostro paese non lasciano dubbi sul fatto che bisogna dire basta, non vogliamo più nocività nelle nostre vite.
Peraltro, quello che la Ecolsystema srl vuole realizzare è un sporco business sulla pelle dei cittadini, poiché si tratta di realizzare la discarica di amianto più grande di tutto il mezzogiorno, nel cuore di una terra a forte vocazione agricola e zootecnica che, per gli interessi di pochi, metterà in ginocchio le imprese di molti onesti agricoltori.
Il tutto senza una programmazione pubblica dei luoghi individuati, ma quasi sotto dettatura di soggetti privati e questo non è accettabile. Non lo è soprattutto se perpetrato da una Giunta e da un Sindaco che hanno avuto alle ultime elezioni comunali consensi plebiscitari e che, ora, tradiscono il mandato elettorale autorizzando un’opera che la popolazione non vuole assolutamente.
Ricordiamo, infine, che con la delibera del Consiglio Comunale n. 29 del 31 luglio 2009 è stata votata all’unanimità la netta contrarietà alla realizzazione di qualsivoglia tipologia di discarica nel territorio comunale, ma evidentemente si trattava solo di fumo negli occhi e dell’ennesima dimostrazione che questo sindaco difende il proprio territorio e la propria comunità solo a parole.
Questa nuova stagione della lotta e della protesta ci ha insegnato che essere contrari alle fabbriche di morte è sempre giusto e così abbiamo imparato la bellezza dell’agire secondo coscienza e nell’interesse di tutti.
Tutto ciò premesso, il Comitato “No alla discarica di Giammiglione” chiede la trattazione dei seguenti punti di domanda nel corso di una seduta del Consiglio Comunale ad hoc p.v.:

  • ci sono accordi presi tra la Ecolsystema srl e l’amministrazione comunale di cui i cittadini non sono a conoscenza? Se si, quali?
  • Come mai la Ecolsystema Srl ha comprato i terreni prima della verifica ambientale sulla fattibilità del Progetto? Era forse stato promesso qualcosa?
  • La mega discarica di amianto servirà anche per le esigenze della bonifica dell’ex area industriale di Crotone?
  • Sono state verificate le referenze dell’impresa nel campo dello smaltimento dei rifiuti contenente amianto?

 
Il comitato

C'è gente cattiva in giro…

C’è gente cattiva in giro,
gente davvero cattiva,
gente che si atteggia a Cristiano,
a paladino della giustizia
ma che c’ha satana nel cuore,
c’ha satana dentro.

Gente cattiva,
molto cattiva,
che pensa solo ai soldi,
pensa a fare soldi,
ad avere soldi,
a raccogliere soldi
in qualsiasi campo essa si cimenta.

Gente cattiva,
con il cuore nero e cattivo,
che ti fa ostruzionismo,
che fa il simpatico
e fa anche ridere
ma muore d’invidia:
è cattiva.

Una cattiveria subdola
e, perciò, ancora più pericolosa.

Gente cattiva
che si attira le simpatie,
ma che, alle spalle,
appena si allontana,
viene denigrata,
sparlata
dai soliti ipocriti
che non sanno dire le cose in faccia,
che si fanno belli
e fanno gli amici
perchè ci devono vivere assieme
ma che se potessero…

Gente cattiva,
molto cattiva…
che non andrà lontano…


(Rosario Rizzuto, 01.03.2010 dopo l’Assemblea della Pro Loco)

A Sanremo per il 60° Festival: viaggio d'andata ed arrivo a Sanremo


Alle 20,00 del 14 febbraio, una domenica di rinvii (rinviata la sfilata dei carri a Scandale, rinviata la partita Scandale – Roccabernarda) sono già sotto casa ad aspettare Nicola Galasso che, dovendo accompagnare la figlia Valentina in partenza anche lei per Sanremo, è stato disponibilissimo a darmi un passaggio anche a me.
Puntuale, come un orologio svizzero, Nicola alle 20 e 15 parcheggia sotto casa mia.
Un ultimo saluto ai bimbi che mi hanno accompagnato sotto (quella che non mi ascolta ha preferito farmi partire senza salutarmi: mi chiedo se non dovessi tornare più – in una settimana fuori casa e conoscendomi può succedere di tutto – se, almeno, avrà un piccolo scrupolo) e salto, si fa per dire, in macchina.
Poco dopo siamo al pullman, non è pieno, ci sono alcuni posti vuoti.
Il mio posto 40, prenotato su internet (unico dei presenti ad aver utilizzato questo nuovo sistema, inaugurato l’01 Febbraio 2010, almeno per i ritardatari dell’Autolinee F.llli Romano di Crotone visto che tante altre compagnie, anche calabresi, lo utilizzano da anni) è all’opposto (DOVEVA ESSERE LATO SINISTRO POSTO CORRIDOIO invece è lato destro posto finestrino) di come appariva sul planning del sito.
Chiedo spiegazioni, l’autista giovane (per distinguerlo dall’altro) non sa rispondermi, ma per questa volta non è un problema visti i posti vuoti; infatti, dopo aver capito che Valentina Galasso farà il viaggio nel suo comodo posto 3 e non ha nessuna intenzione di scambiare 4 parole, mi sposto avanti di un posto, il primo dopo la seconda uscita, dove ho la possibilità di poggiare il mio mini pc.

Nelle fermate successive crotonesi sale qualche altra persona (intanto fa una certa impressione ascoltare alle 03,00 di notte Arisa e Alessandra Amoroso nella piccola stanza 412 dell’Hotel Principe di Sanremo a due passi dal Casinò – chissà se è ancora aperto? – a quattro dal Teatro Ariston) ma io rimango SOLO.

La mai voglia di parlare non è così forte da farmi prendere discorso con delle ragazze anche esse sole, rimango solo al mio posto e per fortuna, nonostante sia sera (sui pullman della tratta Crotone – Roma notturna non è mai stato messo un film, almeno quando ho viaggiato io, e se l’ho chiesto mi hanno risposto anche male), gli autisti mettono un film, davvero un bel film molto istruttivo, giusta chiusa per la serata di San Valentino!!!
Che le donne siano stronze è un dato di fatto, la protagonista del film lo è all’ennesima potenza ma alla fine soccombe "distrutta" dall’Amore.

 

Ma il film dura solo una manciata di minuti su un viaggio infinito e non ne metteranno altri nemmeno la mattina, per fortuna ci sono gli sms, con qualche amica che si presta a farmi compagnia, che insieme alla musica del mio mp3 mi tengono a galla.

 

Intanto la tosse, una strana tosse, mi distrugge!!!

 

E’ mattino quando l’autista di mezza età passando tra le poche persone rimaste (alcune erano scese a Perugia) mi chiede di rimettermi le scarpe.

 

Obbedisco come Garibaldi ma il diavoletto ci mette lo zampino e noto le calze sui piedi della signorina seduta proprio dietro lo stesso autista (che ha preso posto vicino a Valentina) e distesa per tutti i due posti.
La signorina senza scarpe sul pullman Crotone - Genova delle Autolinee Fratelli Romano di Crotone. Foto Rosario Rizzuto

L’imparcondicio evidente mi manda in bestia, tanto da farmi prendere la macchina fotografica per la mia prima foto di questo viaggio a Sanremo, non è il massimo: la sagoma posteriore di uno stronzo di autista delle autolinee F.lli Romano di Crotone e i piedi di chi può stare senza scarpe al contrario di me nonostante i miei piedi gonfi e vi assicuro non puzzolenti.

 

Ma gli autisti di Romano a volte si sentono come gli arbitri di Sergio Contarino: ONNIPOTENTI!!!

 

La musica mi aiuta come gli sms di Anastasia, Luisa e Petya, intanto è giorno inoltrato, le fermate sono cadenzate e mi permettono di sgranchirmi (intanto alle 04,30 leggo già il Corriere della Sera del Lunedì), ogni tanto mi alzo ma per una frenata assurda rischio di fare un volo che mette in agitazione tutti i miei compagni di viaggio di dietro, come non sia caduto lo sa solo Dio!!

 

“Genova, finalmente Genova” mi sembra di essere Cristoforo Colombo all’arrivo in America, a questo punto Valentina non può fare a meno di parlarmi, decidiamo di prendere un taxi per la stazione di Genova e quindi il regionale per Sanremo, altre tre ore di viaggio con tutte le fermate possibili ed immaginabili… interminabile… per fortuna dormo un po’ ed ho tanto da leggere.

 

Alle 16,00, puntuale, siamo a Sanremo, le cuginette di Valentina ci vengono incontro, Francesca, moglie di Enzo Galasso, ci accoglie poco più avanti e con la gentilezza, che solo noi calabresi abbiamo (esagerato!!!), ci offre da bere e mi accompagna in Hotel.

 

Sanremo non mi stimola, adrenalina sotto zero e tanta voglia di mandare tutto a remengo e tornare a casa.

 

Il portiere dell’Hotel Principe è gentilissimo, documento e non vuole nemmeno pagato subito.

 

La prima gioia sanremese è la signora che sta sistemando le camere: “Sei calabrese?” le dico appena la sento parlare, “Non mi dire che lo sei anche tu?”. La simpatica signora è di Casabona e una piccola luce irrompe nel mio buio viaggio.

 

La camera è minuscola, sono stanco ma non ho sonno, mangio Fonzies e Cicciopolenti e non ho nemmeno acqua, poi una doccia.

 

A casa, forse, si accorgono che non ci sono, e si fanno sentire, vogliono fare i duri ed io più di loro.

 

Alex mi chiede se ho cambiato le figurine Panini dei Calciatori.

 

Poi mi decido ed esco.

Cristiano Malgioglio a Sanremo. Foto Rosario Rizzuto
I fiori che abbelliscono le aiuole sanremesi sono stupendi e penso a mia mamma, ma non hanno il potere di farmi prendere la macchina fotografica. Non ce l’ha, questo potere, nemmeno poco dopo l’incontro con Cristiano Malgioglio e Giletti: la macchina rimane dentro la custodia e riesco a prenderla solo alla vista, da lontano, della scritta Ariston illuminata.
L’emozione è da brividi anche con poca adrenalina in corpo…

Il Teatro Ariston appena apparso ai miei occhi. Foto Rosario Rizzuto

Faccio foto, rincontro per altre volte la coppia di prima, li fotografo, poi c’è il giornalista Gianfranco Agus de La Vita in Diretta che fa interviste vicino all’Ariston (con tanta gente che si vuole fare la foto con lui) mentre comincia a piovere, non so se il cameraman mi inquadra, nel caso mi vedrò oggi alla trasmissione di Sposini.

Il giornalista Gianfranco Agus de La Vita in Diretta. Foto Rosario Rizzuto

 

Prima avevo provato a fare l’accredito stampa, ma consegnano solo gli accrediti a chi li ha chiesti entro i primi giorni di febbraio ed io non l’ho fatto; così il mio tesserino di Giornalista diventa carta straccia e il giovane impiegato Rai non si commuove nemmeno al fatto che sto arrivando dalla Calabria. Mi sembra giusto così, con tutto quello che succede mica possono far entrare uno senza aver controllato chi è!!! Anche se, se sentite che uno si è incatenato fuori dall’Ariston, non abbiate dubbi: SONO IO!!!


Torno all’Ariston, chiamo Francesco Latella di Radio Studio 97 che so che è a Sanremo anche lui, mi dice che verrà anche lui al teatro di lì a poco… NON L’HO PIU’ VISTO!!! nè mi ha chiamato!!!!!!!!!!
 

I crotonesi sono gente strana (lussu e pitittu si dice) nulla a che vedere con noi coglioni paesanelli!!!

 

Barcollo tra le viuzze dietro e davanti l’Ariston, alcune fan, non so di chi, sono dalla parte di sotto, che Francesca mi aveva indicato essere l’entrata posteriore per gli artisti in macchina, forse esce Claudio Cecchetto ma non ci giurerei che fosse lui.

 

Una telefonata mi dà un po’ d’ossigeno, il pensiero di mollare tutto e tornare oggi stesso a Scandale è forte (si vede che la potenza negativa devastante di quell’invidioso di O’ Zappatore è riuscita ad arrivare fino a qui).

 

Vicino l’Ariston, nella vetrina dell’Oviesse c’è lo studio sanremese di Rtl 102,5, osservo come un ebete e fotografo la dj del pomeriggio (come cazzo si chiama?! Ecco sì Nicoletta De Ponti che ricordavo più pienotta) che fa la trasmissione con le parole che arrivano in radio, diffusa per la via, con un leggero distacco di tempo.

Nicoletta De Ponti di Rtl 102,5. Foto Rosario Rizzuto

 

In una piazza più avanti in camper, pullman e camion ci sono gli studi mobili di Radio 2 Rai, Telenorba, Calabria Tv e Radio Juke Box, Radio Azzurra e Radio Studio 54 (anche queste calabresi).

 

Mangio due minuscoli e buoni pezzi di pizza a due passi dall’Ariston servito da una giovane e prorompente cameriera, li annaffio con Pepsi Cola al limone prendo anche, sulla strada del ritorno, un cono gelato Amarena e Nocciola, e torno in albergo dove il tempo di poggiarmi sul letto e già dormo fino a poco fa…

 

Oggi sarà una giornata diversa, molto diversa, mentre le riflessioni che ho ricavato dalla giornata di ieri le tengo per me, rischierei di offendere qualcuna… più di qualcuno!!!

 

MAI PIU'!!!

Ogni anno tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio c’è la guerra tra i morti di destra e quelli di sinistra, tra il ricordo dei morti della Shoah (27 gennaio) e quelli delle Foibe (10 febbraio), per lungo tempo nascosti.

Foibe.Per me non c’è differenza nella morte: potessi impiccherei dalle palle tutti i nazisti, anche da morti, e chi ha avuto il coraggio di buttare gente umana, italiani, nelle foibe.

Siamo tutti uguali sempre e dovunque ancor di più davanti la morte.

Onestamente la destra, che ha fatto suoi i morti delle foibe e ne fa un cavallo di battaglia ogni anno il 10 febbraio per avere un motivo, come se non ce ne fossero altri, per attacere la sinistra, mi sta un po’ sulle scatole.

Le Foibe, come la Shoah, sono una brutta pagina di storia, un qualcosa che spero in Dio, non abbia mai più a ripetersi.

Onestamente non riesco a capacitarmi come siano potute succedere queste due immani tragedie per l’umanità e quanta sofferenza abbiano patito le persone coinvolte!!!
Come alcuni uomini abbia potuto fare questo ad altri uomini!!!
Peggio delle bestie!!!


Primo Novembre

Buon Primo Novembre, buon onomastico a tutti.
E già, oggi essendo la Festa di Tutti i Santi è l’onomastico di tutti.
Mi ci ha fatto pensare per la prima volta la mia Prof di Inglese allo Scientifico Filolao, Wilma Collia Mancini: visto che era difficile individuare una Santa Wilma (che pare però ci sia) come si chiamava lei ma anche mia sorella più piccola, mi disse che alla fine, per i nomi strani (ossia senza Santo) si potevano benissimamente fare gli auguri il Primo Novembre.

Siamo entrati nel mese autunnale per antonomasia; l’albicocco sotto casa ha ancora le foglie verdi ma cominciano a cadere (lo testimonia il fatto che da qualche giorno ci sono sempre foglie secche vicino la porta di casa) anche se non sembra, ma tra qualche settimana non ne resterà nemmeno una attaccata all’albero: restituiranno sostanze nutritive alla pianta e cadendo, mischiandosi con la terra, formeranno concime: che grande cosa che è la natura!!!
PIANTE PIU’ INTELLIGENTI DEGLI UOMINI CHE INVECE DI AMARSI ED AIUTARSI  A VICENDA PENSANO AD UCCIDERSI!!!

Primo novembre, giorno di cambio pagina per i miei calendari in mansarda, stamane mi hanno dato il benvenuto il fondo schiena di Sara Varone e la figura statuaria della maggiorata, ex gieffina ora a Colorado, Cristina Del Basso che ad ottobre mi aveva rianimato con le sue fantastiche, benche rifatte, tette (ma questa volta niente foto ) .

Di fronte, nel mio calendario personalizzato, ci sono io con Fabrizio Bracconieri (ora a Forum) e Fabio Ferrari, mitici protagonisti della serie "I ragazzi della 3^ C" beccati ed indicatimi da mia sorella mentre mangiavano in un autogrill.

In tv, su TeleDiogene dopo gli interessanti servizi giornalistici di  Gaetano Megna ci sono stati gli spogliarelli delle ragazze dal numero telefonico ad alto costo ed ora vendono tappeti, cambio canale; il documentario su Rai 2 è interessante ma cerco notizie e mi sposto su Calabria Tv, interessante nuova emittente calabrese.

Intanto si è fatto giorno (ore 06.13) non so se andrò a Messa, di certo per le  11,00, moglie e figli permettendo, andrò a Roccabernarda: pranzo dai suoceri e alle 13,30 puntuale allo stadio comunale "San Vito" della cittadina attraversata dal Tacina per l’incontro di calcio tra Roccabernarda e Scandale.
Oggi bisogna vincere se si vuole dare un senso a questa stagione, anche se mister Drammis dovrà fare i conti con alcuni assenti causa infortuni ed influenze.

Ci potrebbbe essere una variazione al programma ossia partire alle 09,30 per Crotone dove, dalle 10,00 la ludoteca Piccole Pesti di Crotone fa festa col mago Xavier nel Parco delle Rose, ma non credo che la signora sia pronta per quest’ora visto che deve preparare le lasagne da consumare poi a Rocca!!! 

Buona festa a tutti e se non avete altri impegni vi aspetto dalle 14,30 a Roccabernarda per la partita, dopo, se vi va, a Savelli ci sono grandi festeggiamenti per la Sagra della Castagna.

Pensierino del mattino

Quanto Bruno Vespa è lecchino!!!
NO VESPA. Foto dalla rete

Primo giorno di scuola…

Sabato 12 settembre è stata l’ultima giornata di calma relativa presso il Liceo Scientifico "Filolao" di Crotone.
Da stamane la scuola sarà invasa dal grido gioioso di circa 1.200 allievi che, insieme a tutti quelli delle altre scuole, torneranno a fare rivivere una morta Crotone.

Studenti di Crotone e pendolari che fin dalle prime ore della mattina rallegreranno le vie di una città che da settembre a giugno, in alcune zone, vive con gli studenti checchè se ne dica!

Non sono mai stato in una scuola così grande, tanto grande da avere un bar all’interno; oltre 1.200 alunni da gestire (insieme a Maria e Raffaele) che difficilmente imparerò a conoscere tutti visti i miei limitati potenziali di memoria ma pazienza: io devo lavorare per loro mica riconoscerli a prima vista e spero di riuscirlo a fare bene.

Spero inizi (dopo l’inizio ufficiale del primo settembre) un anno scolastico alla grande.
Le premesse ci sono tutte: grazie alla mia capa Teresa, al dirigente Tommaso e ai colleghi (inteso come personale Ata) tutti (o quasi) finora è stato il mio più bell’inizio d’anno da quando sono passato a tempo indeterminato (2001), spero continui così!!! anzi di più!!!


Ma oggi è anche il primo giorno di scuola per il mio ormai quasi giovanotto Antonio che inizia le scuole medie e per il piccolo Alessandro che va in Seconda Primaria.
Una giornata importante per Antonio che, per fortuna, è tranquillo e non ci pensa quasi proprio.
MEGLIO COSI’, meglio che non sia come me, vaffanculo alla scuola quando serve, l’importante è la salute come dicevano gli antichi!!!
E allora auguri a tutti per questo inizio, che sia una giornata memorabile, da raccontare, via le paure, vivete la vita, LA SCUOLA E’ SOLO UN PASSAGGIO, tutto il resto è fuori!

Il vescovo Graziani vende Giammiglione E NOI alla Maio

Ieri mattina l’edicola di Scandale, dopo aver girato per un’ora nell’attesa che aprisse, ho scoperto che sarebbe rimasta chiusa, causa invito a matrimonio dei titolari, così ho comprato il Crotonese presso il centro commerciale Le Spighe.

La notizia in prima pagina a cura di Francesco Pedace, illustrata con una mia foto a colori della fiaccolata contro la discarica di Giammiglione, è di quelle che ti fanno male: il vescovo di Crotone, Monsignor Domenico Graziani già il 21 aprile 2009 ha firmato un contratto con la "Maio Guglielmo srl" per la vendita,  per oltre 1.800.000 euro (di cui 50.000 già incassati a titolo di caparra), delle terre di Giammiglione appartenenti all’orfanotrofio di Crotone e quindi gestite dal vescovo.

La mia foto apparsa in prima pagina sul Crotonese di venerdì 14 agosto 2009. Foto Rosario Rizzuto

Mi fermo sulla porta delle Spighe per capire meglio, non riesco a crederci: vedo il vescovo che vende le terre e Don Antonio Buccarelli e le suore che partecipano alla fiaccolata (qualcuno ci sta prendendo per il culo senza che ce ne accorgiamo?!), fuori fa caldo e quella che non mi ascolta ed Alessandro sono sotto il sole.

Rimando la lettura all’arrivo a Marinella, e quello che finisco di scoprire una volta giunti a destinazione, è obbrebiante, assurdo, volgare, schifoso, peccaminoso: il vescovo di Crotone si è venduto, CI HA VENDUTO, peggio di Giuda con Gesù; il mio amico Amedeo mi ha sempre detto di fare attenzione alla chiesa cattolica e soprattutto ad alcuni suoi uomini e devo dire che per l’ennesima volta ha avuto ragione.

Rileggo il pezzo di Pedace più volte, il giornalista del crotonese, duro contro la curia senza mostrarlo tanto (ma lui mica può mandare la gente a fanculo come faccio io sul blog), prova a trovare qualche scusante affermando che se non fossero state vendute le terre sarebbero state espropriate con una perdita di soldi ingente da parte dell’orfanotrofio che così ha venduto il terreno agricolo ad oltre 4 euro al metro quadrato contro i 2 euro circa del prezzo di mercato.

Sembra quasi che dovremmo fare i complimenti al nostro vescovo (che quando nel 2007 ci furono le proteste per il raddoppio della discarica di Culumbra si schierò contro, forse perchè quella discarica era troppo vicina ad altri interessi della curia, come il nascente seminario), per le sue capacità economiche: propongo per lui il prossimo Nobel per l’economia!!!

Che botta ragà! Che botta!!!

Tanto forte che anche uno come Gino Pingitore, da sempre vicino alla chiesa, ha scritto, sul suo blog, parole forti contro monsignor, si fa per dire, Graziani.

Monsignor Domenico Graziani ai microfoni di Francesco Latella di Radio Studio 97. Foto archivio Rosario Rizzuto

Gino chiede al vescovo (Toh eccolo ora su Video Calabria 8 dove invece di spiegare questa scellerataggene ha il coraggio di leggere il Vangelo) di ripensarci; Gino, appoggiato da Enrico Pedace, del comitato di Papanice, chiede a tutti noi uno azionarato comune per acquistare quei terreni, che vogliono trasformare nell’inferno di una delle discariche più grandi e più pericolose del mezzogiorno d’Italia, e magari realizzare lì un centro della solidarietà riaprendo Mondo X (la cui chiusura ora, forse, comincia ad avere un senso) e realizzando tante altre opere.

Gino, per arrivare a chiedere qualcosa con toni duri al suo vescovo, l’ha presa davvero a cuore… e voi?!

Terry De Paola

Teresa De Paola di Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Ieri mi sono ritrovato a parlare con un amico di Teresa De Paola.

Lui, come se io non lo sapessi, mi spiegava di come Teresa sia Speciale.

Si parlava delle di lei capacità di presentare (dimostrate nelle ultime edizioni di alcune manifestazioni canore scandalesi) e mi faceva notare come, a Scandale, Teresa SIA SPRECATA.

Logicamente con me sfondava una porta aperta, e, provocandolo per cercare di capire meglio, arrivava a dirmi di come TERESA, secondo lui, fosse superiore ad alcune presentatrici Rai!

Ho sempre avuto rispetto per questa bella ragazza che non conosce vie di mezzo: o è amata (e molto) o è odiata.
Anche se, per quanto mi riguarda, non riesco a capire come si faccia ad odiare una persona così!!!

Una ragazza che ha fatto una scelta di vita sposandosi giovanissima a 21 anni, che a 23 era già mamma e che ora, da moglie e mamma, dopo essere riuscita ad ottenere un lavoro a tempo indeterminato benchè part-time presso la Datel di Crotone e dopo per un anno aver fatto il bello e cattivo tempo alla ProItaliadi Scandale, si è persino iscrittta all’Università a Catanaro.

Teresa De Paola durante la raccolta frasche per San Giuseppe 2007. Foto archivio Rosario Rizzuto

Qualche giorno fa su Facebook, Giusy Regalino, direttrice responsabile di RTI, mi scriveva che solo io potevo nascere il 31 dicembre!!!
Ebbene solo Teresa De Paola poteva nascere il 29 febbraio: una ragazza speciale già nella data di nascita.

Così, se chiudo gli occhi, me la ricordo quasi bambina che legge in Chiesa, che italianizza il dialetto, che fa la catechista di mio figlio Antonio, che dirige, da gran regista, la Via Crucis, imbattibile presidentessa di seggio elettorale.

Per questo mi arrabbio se sento dire che qualcuno non la può vedere.
Non riesco a capirne i motivi, non riesco a capirne il perchè!!!

TI VOGLIO BENE TERRY!!

Io e Teresa De Paola durante il Carnevale 2007. Foto Giovanna Rizzuti

… <font co

che viva la vita senza troppo arrichirsi mi salverò…
(Rino Gaetano, Io Scriverò)

Con me o contro di me?

Un dubbio mi assale: NON RIESCO A CAPIRE SE IL GIORNALE PER CUI SCRIVO, PER CUI DO L’ANIMA, IL CROTONESE, SIA CON ME O CONTRO DI ME!!!

Meno di 1.000 euro all’anno, valgono tutto il mio impegno e i miei sacrifici, visto inoltre quello che ho in cambio???

La mia intervista a Carmine Abate

Da Miariam Leone a Carmine Abate il salto è lungo: ma ieri mi sono trovato davanti, ho conosciuto due belle persone.

Difficile stabilire (non ci voglio pensare) chi dei due mi abbia dato più brividi: Miriam per la sua bellezza, la sua bontà, il suo essere umile pur essendo miss, essendo la più bella d’Italia: conosco donne che se la tirano essendo molto meno; Carmine per le sue parole, la sua calabresità, la presenza così pregna di Rino Gaetano nel libro, nel reading di ieri.

Reso ancora più magico dagli interventi di Giusy Regalino e dalle musiche speciali, inconfondibili, DA BRIVIDI, di Cataldo Perri e Piero Gallina.

Per ora eccovi una mia breve intervista a Carmine Abate:

Il bel film su Carnera altro che quello su Rino Gaetano

E da poco terminato su Canale 5 il film sul pugile Carnera: questo sì che è stato un film fatto bene, per ricordare un personaggio non quello su Rino Gaetano trasmesso dalla Rai.

Noi fan di Rino stiamo aspettando ancora le scuse della Rai e che qualcuno ponga rimedio a quello scempio realizzando un nuovo film sulla vita del cantautore crotonese.

A Roma la paura… in Calabria i morti

Fa paura il Tevere che non esonda in città e conquista le prime pagine di tutti giornali, bisogna invece cercare col lanternino le notizie sui tre morti in Calabria a causa del maltempo.

***

Ieri si è tenuto lo sciopero generale proclamato dalla Cgil: E’ MAI POSSIBILE CHE UNA STESSA MANIFESTAZIONE SIA UN SUCCESSO PER GLI ORGANIZZATORI E UN FLOP PER GLI OPPOSITORI?
Un manifestante lascia Piazza della Resistenza dopo lo sciopero della Cgil. Foto Rosario Rizzuto
Vorrei che la gente sappia ammettere i propri fallimenti e al contempo ammettere i successi altrui, ma questo, in Italia, non succederà mai.

***

ScandaleLibera, un povero coglione scandalese, continua a rompere le scatole tramite il Box Messaggi: sto salvando tutti i suoi messaggi: tra oggi e lunedì presenterò denuncia alla Polizia Postale per sapere chi si cela dietro questo falso pseudonimo: vi terrò informati.

Mentalmente sto già tracciando un profilo: sicuramente uomo, tra i 29 e i 39 anni, dovrebbe essere di sinistra, un fallito o mezzo fallito pieno di invidia fino al collo, perennemente su internet e non certo per lavoro.
Abita a Scandale e, non facendo un cazzo tutto il giorno, ha tutto il tempo per rompere i coglioni agli altri.
ScandaleLibera al computer. Foto dalla rete
Scherzare sul mio aspetto fisico da anonimo non è una bella cosa, posso accettare le battute dagli amici non da uno che si maschera dietro ad un nick che per di più manco lo rappresenta perchè a Scandale non c’è niente da liberare; le dittature politiche ci sono state in altri periodi non certamente nell’era BRESCIA!!!
E a St. Georgen sono andati tutti i sindaci che si sono succeduti da quando è stato stipulato il gemellaggio e qualcuno ci andava anche più volte all’anno!!!
Dove era ScandaleLibero in quegli anni?

Un consiglio ScandaleLibera: la famiglia di mio padre non c’entra nulla: se hai qualcosa da dire prenditela con me e solo con me…

***
Ieri pomeriggio era in programma, presso l’auditorium dell’Istituto Pertini di Crotone, la presentazione dell’Associazione Argo creata dal Consigliere Provinciale (nonchè noto pediatra e mio cugino) Giuseppe Frandina di San Mauro Marchesato.
Ma il maltempo ha impedito ai relatori Giuseppe Scopelliti, sindaco di Reggio Calabria, e all’onorevole Giacomo Mancini, di arrivare a Crotone quindi il tutto è stato rinviato a Gennaio 2009.

La cravatta (e quindi la giacca) no no no…

E, se il concetto sul mio modo di vestire, uscito fuori nel box messaggi,  da un commento di ScandaleLibera (Concludo che tra tutte le spese della trasferta potevano sovvenzionarti almeno una giacca… sembri l’ape Maia con quel maglione!!!) non fosse chiaro ecco che mi viene in aiuto Luchino Carboni:


stringi, stringi, stringi my baby…

stringi, stringi di più
A cosa serve
la cravatta
a cosa serve la cravatta non si sa
ma in questo mondo
un po’ formale
qui non entra chi la cravatta non ce l’ha
o forse il mondo
che e’ un po’ bestiale
… non accetta chi il guinzaglio non ce l’ha.

stringi, stringi, stringi my baby…
stringi, stringi di più

ma a cosa serve
la cravatta
chiedi ma non c’è nessuno che lo sa
ma in questo mondo
un po’ artificiale
e’ molto importante l’inutilità
in questo mondo
un po’ volgare
… in fondo la cravatta punta sempre là

stringi, stringi, stringi my baby…
stringi, stringi di più

A cosa serve
la cravatta
a cosa serve la cravatta non si sa
ma in questo mondo
un po’ materiale
… ti nasconde se uno il cuore non ce l’ha

… ma non portarla
sulla luna
nello spazio la cravatta non sta giù

stringi, stringi, stringi my baby…
stringi, stringi di più
(Luca Carboni, La Cravatta)
(Fonte: http://angolotesti.leonardo.it)

Condividere: tutto qui!!!

Condividere. Foto dalla rete.
Sarà l’esperienza Facebook ma da qualche giorno ho iniziato a pensare che un grande verbo, un verbo che potrebbe darci una forte mano è CONDIVIDERE!

Sarebbe bello condividere senza nulla pretendere, spartire con gli amici le cose che si hanno.

Berlusconi (cliccate e leggete, trovata x caso, vi giuro cercando chessò su Google) è uno che non ha mai condiviso: ho letto che quando era studente si vendeva i temi altro che condividere.
Ha fatto sì grandi cose, ma sempre con un tornaconto personale: di certo il nostro (perchè vorrei fosse mio e vostro) verbo non gli appartiene.

Onestamente non so se nella politica italiana ci sia gente che sappia condividere e se ci sono sono nelle retrovie sopraffatti da chi, senza condividere, si è impossessato dei poteri forti, da chi, per arrivare, ha fatto patti col diavolo.

Condivedere è bello: condividere un pensiero, un’idea, una scoperta, una trovata, un’invenzione, una furbata, condivedere la tristezza, la gioia, la felicità.
Condividere sempre e comunque…

Invece c’è gente che sa le cose e se le tiene per se, e non mi rifrisco ad un pettegolezzo qualsiasi ma, chessò, ad un concorso, ad un sito internet utile, finanche ad un prodotto commericale in offerta al Quiiper o all’Esselunga.

Non lo condividono, non li fa sentire bene essere generosi col prossimo, vogliono godere solo loro e non condividono…

Persone destinate a restare sole, ad essere divise e messe a sinistra come i capri!

A che serve correre…

Volano i ragazzi a 180 all’ora
si accartocciano le macchine come carta straccia…
E non ci sono più: Nicola, Filippo, Giuseppe, Danilo…
E non ci sono più: Lucrezia, Martina, Luna, Sabrina!!!


Ma perchè? ne vale la pena?!

Questa notte è buia proprio come me dentro l’auto rovesciata c’eri te
sul tuo viso tanti fili strani mi tremano le mani finché non ti sveglierai io resto qui

Quante storie abbiamo fatto insieme noi stai tranquillo ne faremo ancora vuoi..?
La finestra e te riflesso al vetro io che parlo con il cielo " E’ il mio amico non portarlo via da me..!"

Maledetto sabato maledetto sei maledetto idolo di una falsa libertà
a che cosa ti serve perderti se non tornerai? Credi di volare ma è un’illusione ci annegherai nel tuo bicchiere
fai vedere che sei più forte te sei più forte te sei più forte te sei più forte te sei più forte te sei più forte teeeeeeeeeeeeeeeeeee

Mentre il mondo sta cambiando senza te piano piano il tuo silenzio sveglia me
Pagheremo cara questa svolta pagheremo la risposta "Ma un amico quanto costa?"

Maledetto sabato maledetto sei maledetto idolo di una falsa libertà
a che cosa ti serve perderti se non tornerai? Credi di volare ma è un’illusione ci annegherai nel tuo bicchiere
fai vedere che sei più forte te sei più forte te

Questa notte è buia proprio come me sono in questa stanza bianca accanto a te
e accarezzo la tua mano piano piano piano piano…..

Maledetto sabato maledetto sei a che cosa ti serve perderti se non tornerai? Credi di volare ma è un’illusione ci annegherai nel tuo bicchiere
fai vedere che sei più forte te sei più forte te sei più forte te sei più forte te sei più forte te sei più forte teeeeeeeeeeeeeeeeeee.
(Maledetti sabato, Povia. Fonte: http://angolotesti.leonardo.it)

Girovagando nella cronaca italiana…

Un cane in Australia rischia la vita, durante l’incendio della casa, per salvare quattro gattini appena nati, remake di "Cani e gatti, cani e gatti chi l’ha detto che non si può?"…
Che dolce cagnolino così affettuoso coi gattini!
Quando uno è buono dentro non c’è istinto che tenga…

Intanto è stata trovata in un dirupo la maestrina Sara, che ha tenuto per alcuni giorni col fiato sospeso parenti amici e forze dell’ordine; per lei, caduta in un dirupo per oltre 300 metri, non c’era più nulla da fare ma dovrebbe trattarsi di un semplice incidente e così, almeno, non ci sarà giallo!

Stamane si sono svolti i funerali di sette degli otto militari italiani deceduti in seguito alla caduta del loro aereo in Francia: che sofferenza; ma per forza devono esserci eserciti e militari in una Nazione?

E’ morto il giovane tennista Federico Luzzi, aveva solo 28 anni.
E’ stato colpito da Leucemia fulminante, domenica scorsa era in campo, oggi in una bara. ASSURDO!!!

Rosario Rizzuto (io) Assessore: manca solo l'ufficialità!

Tra il serio ed il faceto, non so se contento o ironico, l’utente Vissicchio, nel box messaggi, comunica, togliendomene la gioia, il fatto che sarò nominato Assessore del Comune di Scandale.
Gino Pingitore, che a quest’ora poteva essere da maggio 2006 vice sindaco del paese in tranquillità e gioia, si butta la zappa sui piedi per la seconda volta e così, questa volta, il Sindaco Fabio Brescia, è costretto a ritirargli la delega di assessore che, credo, in parte, sarà conferita al sottoscritto a partire da lunedì 27 ottobre 2008.
Una data storica per me, nonostante l’amarezza per l’allontamento da questa carica di un amico che stimo e che continuerò a stimare nonostante gli elevati picchi di delusione delle ultime ore.
Il futuro neo assessore Rosario Rizzuto (a dx) con l'assessore Filippo Lettieri.
Dopo quanto da me vissuto negli ultimi mesi, non mi posso permettere di preocuparmi più di tanto per gli altri e voglio GODERMI questo momento.

Due anni fa sono stato esurpato di una carica che i numeri (i voti) mi assegnavano quasi di diritto e nessuno, dicasi nessuno, ha speso una parola per Rosario Rizzuto.

In questo momento mi viene dato, in ritardo, quanto, credo, mi aspettasse già da tempo…
Ho aspettato con pazienza e sarei stato felice lo stesso se non fosse arrivata questa nomina e fosse rimasto Gino, non era il suo posto quello che spettava a me e la persona "nominata al mio posto" (logicamente nella mia mente perchè la sua nomina è stata del tutto leggittima) si sta comportando benissimo quindi era tutto ok…

Cercherò di far bene, di certo non mi arricchirò facendo l’assessore al Comune di Scandale ma cercherò di fare il bene del mio paese, il bene del circondario e fare parlare, positivamente di Scandale nella Provincia, e, se ci riesco, anche oltre!!!

La mia mail è già disponibile per le vostre proposte e i vostri consigli.