Posts Tagged ‘teresa liguori’

Ci sono scuole e scuole: l'Ipsaa di Cutro impegnata nella Giornata delle Ferrovie Dimenticate

CUTROCi sono scuole che rimangono chiuse tra le proprie mura con dirigenti vecchio stampo attenti alle minuzie, alle cose inutili e non al bene dei propri allievi, alla loro formazione, al bene del loro istituto, per alcuni di questi la cosa più importante è che le carte siano a posto, il resto può anche crollare.

Altre, invece, che lavorano e bene. Tra queste certamente l’Ipsaa di Cutro.

L’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente di Cutro, infatti, è luogo di formazione e sede di iniziative rivolte alla valorizzazione dell’agricoltura dal 1960 ed ha meritato nei giorni scorsi l’attenzione dell’associazione Italia Nostra, del Touring Club Italiano e di Co.Mo.Do. (Confederazione per la Mobilità Dolce).

Luigi Elicrisio riceve l'attestato da parte di Italia Nostra e Touring Club Italiano. Foto Rosario Rizzuto

L’occasione che ha confermato la consolidata osmosi tra la nostra scuola e il territorio – ci spiega la docente Elena Angotti – è stata la celebrazione della “Seconda Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate e dei Paesaggi sensibili”, che ha visto la partecipazione della nostra scuola che ha collaborato all’evento e del nostro alunno Luigi Elicrisio che ha presentato un lavoro fotografico”.

Luigi Elicrisio, già agro tecnico nell’azienda di famiglia, pur ancora giovane studente della 2^ A, ha colto con fine sensibilità l’essenza della manifestazione: gli scorci fotografici dei suoi paesaggi sono evidente dimostrazione dell’amore per la terra, per i prodotti tipici e per l’ambiente.

Insomma un cittadino serio e responsabile, ma pur sempre un adolescente, teneramente commosso, accanto a Teresa Liguori, consigliera nazionale di Italia Nostra, che lo ha premiato ribadendo che l’Istituto Superiore di Cutro, diretto dalla Dirigente Scolastica Serafina Scerra, e la professoressa Elena Angotti, referente all’ambiente, non devono perdere di vista la coscienza ambientale nelle giovani generazioni.

La professoressa Elena Angotti riceve l'attestato. Foto Rosario Rizzuto

ROSARIO RIZZUTO

Tra natura e convegno: un successo la Seconda Giornata delle Ferrovie Dimenticate a Scandale

SCANDALE –
body {border: 1px lightgrey solid;}Avrebbe meritato una maggiore adesione da parte dei cittadini e degli amministratori di Scandale la “Seconda Giornata delle Ferrovie Dimenticate” tenutasi domenica scorsa e che alla fine è stata un successo grazie soprattutto alle persone provenienti da Crotone e da altri paesi, c’è stato un ragazzo che addirittura è arrivato da Pizzo!

Stazione Cutro - Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Organizzato da Italia Nostra, Touring Club Italiano e Associazione Comodo (con il patrocinio dell’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Crotone e del Comune di Scandale), l’appuntamento, che si è svolto in tutta Italia in circa 80 località, nel crotonese ha interessato la vecchia stazione delle Ferrovie Calabro Lucane, Cutro – Scandale, e la fattoria “La Valle del Biologico” di Salvatorino e Filomena Rota dove si è tenuto un ottimo pranzo con prodotti biologici e si è svolta la prevista la tavola rotonda.

Mentre un pullman partiva praticamente pieno da Crotone, da Scandale si mettevano in viaggio, direzione località “Lenze”, i ragazzi delle due terze medie del paese accompagnati dai docenti Poerio ed Artese (all’ultimo momento era saltata la presenza della vice preside Tassi, che aveva seguito passo passo l’iniziativa, per problemi di salute) e pochissime altre persone tra cui l’Assessore alla Cultura del Comune di Scandale.

Ma a causa di problemi di salute e defezioni varie i ragazzi presenti erano solo 10 invece che 26 e quindi il pullman aveva molti posti vuoti.

I ragazzi delle classi terze A e B presenti alla visita alla stazione Scandale – Cutro sono stati: Miriam Aprigliano, Anastasia Biafora, Luigi Demme, Giovanni Esposito, Antonella Franco, Lucia Giona, Antonella Raimondo, Francesco Rizzuto, Maria Teresa Scalise, Giusy Trivieri; a loro sarà donato un attestato di partecipazione.

Dopo circa mezz’ora di viaggio i pullman sono giunti in località Lenze da dove è passato, per un breve saluto, il sindaco di Scandale, Fabio Brescia, diretto all’importante manifestazione contro le Mafie di Crotone.

Da qui, dopo un breve tragitto a piedi, si è raggiunta quella che una volta era la stazione ferroviaria di Cutro – Scandale sulla tratta Crotone – Petilia Policastro delle Ferrovie Calabro – Lucane che hanno funzionato per circa 40 anni dai primi anni ’30 agli inizi degli anni ’70.

Della vecchia stazione è rimasto veramente poco (un magazzino e il serbatoio dell’acqua che serviva per i treni; su una parete si riesce ancora a leggere la denominazione “Cutro-Scandale”) e la struttura e ancora “viva” (a differenza delle altre ex stazioni) perchè è ancora abitata da quella che è stata, per molti anni, la casellante della stazione ossia la signora Angela Donato insieme al figlio e alla nuora.

La signora ha 97 anni portati benissimo e ricorda praticamente tutto della sua attività lavorativa; per lei un omaggio floreale da parte della presidentessa di Italia Nostra, Teresa Liguori, e tante domande dai parte dei ragazzi della scuola di Scandale ma anche dei tanti signori presenti alla manifestazione.

Si sono quindi visitati i resti della stazione, nella quale non esistono più i binari, smantellati dopo pochi anni dalla chiusura, e quindi l’intero gruppo si è incamminato, accompagnato da due operatori del Corpo Forestale dello Stato, l’ispettore Palmo Garofalo e l’assistente Fortunato Marrazzo, per raggiungere la vecchia galleria, molto caratteristica, realizzata a mattoncini.

La signora Angela Donato con un gruppo di partecipanti. Foto Rosario Rizzuto

Si è quindi tornati alla vecchia stazione dove le signore Daniela Nunzi e Letizia Spoto, parenti della signora Donato, hanno offerto un rinfresco alle persone presenti.

Il gruppo quindi si è recato a Scandale presso l’azienda “La Valle del Biologico” per il pranzo.

Intorno alle 16,00 la consigliera nazionale di Italia Nostra, Teresa Liguori, ha dato il via alla tavola rotonda su: “Un ecomuseo per il recupero paesaggistico: i caselli ferroviari Calabro-Lucani”.

Nella sala erano esposte alcune foto storiche delle Ferrovie messe a disposizione dalla ProLoco di Roccabernarda dove lo scorso anno si era tenuta la prima edizione dell’iniziativa.

Prima che prendessero la parola i tre relatori previsti, è stato proiettato un video sulle ferrovie del ’900 messo a disposizione da Giovanni Parente di Petilia Policastro.

E’ stata quindi la volta degli interventi di Cesare Mulè, console emerito regionale del Touring Club Italiano, di Domenico Marino, della Soprintendenza Beni Archeologici della Calabria e di Carlo de Giacomo, presidente regionale di Italia Nostra.

In conclusione Teresa Liguori ha voluto ringraziare, facendo consegnare anche alcuni attestati per le scuole, tutti quelli che si sono impegnati per la riuscita di questa iniziativa, in primis il console crotonese del Touring Club Italiano, Serafino Militi, di origini scandalesi, che ha preso a cuore l’iniziativa impegnandosi tantissimo, ma anche il Corpo Forestale dello Stato di Crotone che oltre ai due operatori inviati in località Lenze, era presente anche a Scandale con l’ispettore Di Marco e l’assistente Quaranta.

E poi ringraziamenti per la Provincia di Crotone, il Comune di Scandale, per la Scuola Media di Scandale (alla vicepreside Tassi e ai docenti presenti) e per l’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente di Cutro (diretto da Serafina Scerra) che ha anche partecipato all’iniziativa ed era presente con la docente Elena Angotti, referente all’ambiente, e l’allievo Luigi Elicrisio che ha anche preparato un tabellone fotografico.

Il tavolo dei lavori del convegno. Foto Rosario Rizzuto

Una manifestazione importante che ha fatto scoprire a tante persone un angolo sconosciuto della nostra terra e che ha permesso di vivere una giornata all’aria aperta e di riflettere sulla possibilità di utilizzare i vecchi tracciati delle ferrovie dismesse per realizzare piste ciclabili e pedonali.

ROSARIO RIZZUTO

Coinvolge fortemente Scandale la Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate in programma l'01 Marzo 2009

C’è tempo fino a domani per aderire (chiamare al 329 7906167) alla "Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate" che si terrà il primo Marzo 2009 in località Lenze presso la stazione ferroviaria Cutro – Scandale e che è organizzata dalla sezione crotonese di Italia Nostra, dal Touring Club Italiano e  da Comodo ed ha il patrocinio dell’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Crotone e del Comune di Scandale.

Dopo la visita alla stazione ferroviaria è previsto, intorno alle 13,00, il pranzo presso la Fattoria "La Valle del Biologico" di Scandale.

La locandina della Giornata Nazionale delle Ferrovie dimenticate che si terrà l'01Marzo 2009.

Alle 15,30, sempre presso la Fattoria Rota, si terrà una tavola rotonda su: "Un ecomuseo per il recupero paesaggistico: i caselli ferroviari Calabro-Lucani"; ci sarà inoltre una mostra storico-fotografica e la proiezione di un contributo video sulle ferrovie del ’900.
Le introduzioni saranno tenute da Teresa Liguori, Consigliere Nazionale Italia Nostra e sono previsti gli interventi di Cesare Mulè, Console Emerito RegionaleTouring Club Italiano e di Carlo de Giacomo, Presidente Regione Calabria di Italia Nostra.

L’Amministrazione Comunale di Scandale ha messo a disposzione un pullman per permettere alle due Terze Media di Scandale di partecipare alla visita della stazione ferroviaria, per prenotare i posti ancora liberi fare riferimento alnumero di cui sopra.

Per il pranzo (per chi vuole partecipare) è previsto un contributo di appena 10 euro.

L’evento sarà presentato domani, mercoledì 25 febbraio 2009 alle 12,00, presso la Sala Azzurra della Provincia di Crotone.