Posts Tagged ‘vanessa garibaldi’

Le serate al Cerzeto di Mesoraca: articolo rimodulato

MESORACA La piccola, 12 anni, di casa Garibaldi (cinque belle sorelle tutte impegnate nell’azienda familiare) Sabelfrancesca, appoggiata ad una colonna della sala, con macchina fotografica in mano ascolta entusiasta e con commozione le canzoni in sala, fa foto o video e sembra pendere da quelle parole: le canzoni di Rino Gaetano.

 

 

Un gruppo di ragazzi balla sulle note di Rino Gaetano proposte dai Nunteraggae Sound. Foto Rosario Rizzuto

  La musica e le parole di Rino Gaetano tornano ad echeggiare nella sua terra.

  

Succede a Mesoraca, presso l’azienda agrituristica “Il Cerzeto” della famiglia Garibaldi, dove, nella serata di domenica 27 dicembre 2009 si è esibita, anche se in formazione rimaneggiata, causa influenza, la coverband, del famoso e sfortunato cantante crotonese, i “Nunteraggae Sound” di Cassano alla Ionio in provincia di Cosenza.
Ivan Papasso (voce), Eduardo Arcieri (chitarra elettrica), Roberto di Callo (sax), Francesco Gaetano (basso), Francesco Praino (batteria) e Cristian Vocaturi e Angelo Maradei (fonici) (tutti ragazzi che non erano nemmeno nati quando Rino moriva) hanno entusiasmato il pubblico presente nella bella sala al chiuso del Cerzeto proponendo in modo lodevole le canzoni del grande cantante crotonese anche quelle meno famose e quelle, fino a qualche tempo fa inedite, scoperte di recente perchè pubblicate qualche mese fa in una nuova compilation.

 
 

I Nunteraggae Sound di Cassano allo Jonio all'agriturismo"Il Cerzeto" di Mesoraca. Foto Rosario Rizzuto

 

Davvero una bella serata, con una musica che piace nonostante siano passati molti anni dalla scomparsa di Rino.
Ma non è stata l’unica iniziativa musicale che si tenuta, per il Natale 2009, presso l’azienda agrituristica “Il Cerzeto” di Mesoraca.
Infatti dopo la bella serata di Santa Stefano “Tombola & Karaoke” e quella dedicata a Rino Gaetano, ci sono state altre manifestazioni.
Su tutte spicca il live del gruppo tutto al femminile “Le Rivoltelle” nell’ambito del loro “Skaramantico Tour”.

 
 

La stupenda e brava cantante del Le Rivoltelle, Elena Palermo. Foto Rosario Rizzuto

 

Quattro ragazze: Elena Palermo (voce, violino, sax), Alessandra Turano (basso, chitarre, cori e voce), Paola Aiello (batteria, percussioni e cori) e Angela Massafra (chitarre e cori), “indissolubilmente legate ai colori ed ai profumi del mediterraneo e accomunate dalla voglia di ridare lustro in chiave moderna agli anni sessanta, settanta e ottanta; l’essenzialità del gruppo (chitarra, basso, voce, violino e batteria) e la scelta di affermare la propria identità femminile costituiscono un’autentica novità nel pop italiano”.
 
 

Una delle sorelle Garibaldi si fa prendere dalla musica de Le Rivoltelle. Foto Rosario Rizzuto

Le Rivoltelle hanno rivisitato, attraverso il genere ska, rock e reggae, un ampio repertorio che spazia dalla Caselli a Mina, dalla Rettore a Nada, da Giuni Russo alla Bertè.
Una serata che avrebbe meritato una cornice di pubblico generosa e che invece ha visto le 4 ragazze cosentine cantare davanti a pochi intimi: inutile fare qualcosa dalle nostre parti: quando non fai non fai, se fai poi non sei ricompensato per tutto l’impegno profuso.
Ma Vanessa Garibaldi non molla.
Infatti deus ex machina di queste manifestazione è la giovane Vanessa Garibaldi (la più grande delle 5 sorelle), con tante idee per la testa, forte anche della sua laurea in Scienze del Turismo, che non dubitiamo metterà ben presto in pratica.
Il 3 gennaio poi c’è stato il “Rock Party III”: “Si sono esibiti – ci spiega Vanessa Garibaldi – i Suburbia, una coverband dei Greenday proveniente da Cosenza, e gli Ipnosi, un gruppo rock metal di Mesoraca, tutti appena maggiorenni, formato da Alessio Filice, Francesco Fontana, Piero Scandale e Luigi Longo. Arrivata alla terza edizione la serata del rockparty riscuote sempre un discreto successo nei dintorni. Al contrario di quanto succede sulla scena nazionale le sonorità grunge rock e punk risultano sempre molto apprezzate e per questo ci tengo particolarmente”.
Le feste del Cerzeto si sono chiuse con una festa, dedicata ai più piccoli, il 5 gennaio con il “Befana Party” con tante sorprese per i bambini.
  

 Ho tenuto meticolosamente ad ognuna di queste date – ci racconta la più grande delle sorelle Garibaldi – ogni serata ha significato qualcosa per me.
Trovandoci nelle festività natalizie, non ho potuto fare a meno di "dare i numeri" con una bella tombolata a suon di karaoke nonchè di riservare ai più piccoli una serata tutta zucchero&carbone con il Befana party.
Musicalmente ho voluto spaziare, essendo una persona che apprezza la musica nella sua espressione più totale, senza precludersi il piacere di un sound o di un altro, dallo Ska al Metal, dal Reggae al punk rock passando per le note del nostro Rino: non ci siamo fatti mancare niente!

Bel sound, bella gente, location azzeccata, un’addizione che non poteva che dare la riuscita delle serate e ovviamente il divertimento dei presenti, come raramente capita nelle nostre zone desolate e senza svaghi. Ringrazio quindi tutti coloro che c’erano e che insieme a me si sono divertiti.
Ringrazio le band i Nuntereggae Sound, le mitiche Rivoltelle, i Suburbia e i miei pupilli gli Ipnosi.

Ringrazio la mia big family e Peppino che mi hanno supportato e sopportato!

Un particolare ringraziamento va a coloro che non c’erano, a quelli assenti che non hanno captato il mio messaggio.

Ecco un grazie speciale va sicuramente a loro, in quanto mi spronano a fare sempre di più, ad andare oltre perchè non sanno quanto mi piace fare sempre del mio meglio!

A questo proposito volevo far sapere a tutti che l’azienda agrituristica "il Cerzeto" è sempre attiva e si sta muovendo per promuovere un sacco di nuove iniziative delle quali sentirete presto parlare.

SALTARE, BALLARE, CONCRETIZZARE!!! Questo è il motto della mia famiglia per cercare di fare del nostro lavoro un momento sicuramente ludico ma soprattutto di crescita per noi in primis e in parallelo per la comunità nella quale crediamo e riponiamo la speranza di una partecipazione sempre più attiva

".

Insomma tanta buona musica e tanto divertimento in questo bel agriturismo nelle campagne sotto Mesoraca.

[Rosario Rizzuto]