Posts Tagged ‘video clip’

Il ballo dei politici e non solo. Tre miei brevi video alla Sagra della Castagna di Savelli

Non solo foto, a Savelli, durante la Sagra della Castagna della scorsa domenica, la tentazione di immortalare l’assessore (nonchè Sindaco di Rocca di Neto) Alfonso Dattolo, il Vice Presidente della Giunta Provinciale Gianluca Bruno, il Presidente del Consiglio Provinciale, Benedetto Proto, mentre ballano con la presentatrice Paola Emanuele o di registrare due vecchietti che si dimenano alla grande sempre con Paola ed una ballerina di Savelli sul palchetto di Savelli, è stata troppo forte, eccovi quindi tre brevi video su quanto appena detto:

Il video delle bande a Scandale

Tante foto e un video, quello nel quale ben quattro bande musicali suonano l’Inno di Mameli, è quello che ho realizzato durante il primo Raduno provinciale delle bande musicali di Scandale.

Le foto le avete già viste, qualcuno ha pure visto il video, segnalato da "lesotutte" nel box messaggi e postato anche dal blog di Pingitore, eccolo:

<font size="4" face="Times New Roman" color="#00

Lunedì 14 Settembre, durante il primo allenamento del nuovo Us Scandale, ho realizzato un breve video con il giocatore-capitano-presidente, Domenico Marazzita che, per inciso, ieri sera è di nuovo mancato agli allenamenti.

Eccola:

Talenti scandalesi in mostra a St. Georgen

Nel pomeriggio di oggi, durante la "festa del paese" di St. Georgen si sono esibite, dopo la Banda di St. Georgen,  prima la scuola di ballo "Isabella Perrone" di Scandale e a seguire la Banda "Gaudiosi di Maria" che hanno animato il pomeriggio.

Qui un pezzo di uno dei balletti mostrati dalle ragazze di Scandale:

Ecco Ma ti sei chiesto mai di Mino Reitano

Grazie a Daniele Florio, che me l’ha segnalata nei commenti (QUANDO SI DICE PARTECIPARE AL VOSTRO BLOG), posso condividere con voi una, secondo me, delle canzoni più belle di Mino Reitano: "Ma ti sei chiesto mai".

Grazie Daniele.

GRAZIE MINO!!!

I miei piccoli Antonio ed Alex imitano a me e al sindaco Fabio Brescia

La mia intervista a Carmine Abate

Da Miariam Leone a Carmine Abate il salto è lungo: ma ieri mi sono trovato davanti, ho conosciuto due belle persone.

Difficile stabilire (non ci voglio pensare) chi dei due mi abbia dato più brividi: Miriam per la sua bellezza, la sua bontà, il suo essere umile pur essendo miss, essendo la più bella d’Italia: conosco donne che se la tirano essendo molto meno; Carmine per le sue parole, la sua calabresità, la presenza così pregna di Rino Gaetano nel libro, nel reading di ieri.

Reso ancora più magico dagli interventi di Giusy Regalino e dalle musiche speciali, inconfondibili, DA BRIVIDI, di Cataldo Perri e Piero Gallina.

Per ora eccovi una mia breve intervista a Carmine Abate:

Il video coi saluti del Sindaco di Scandale Fabio Brescia

Nell’incontro di ieri pomeriggio tra la delegazione del Comune di Scandale e il Borgomastro di St. Georgen, Michael Reiger, c’è stato uno scambio di saluti tra i due principali esponenti delle due amministrazioni.

Questo quanto ha detto il Sindaco di Scandale Fabio Brescia:

Marazzita analizza la gara dello Scandale

Ecco una breve intervista a Domenico Marazzita, su YouTube, dopo la vittoria dello Scandale di ieri.

La Banda Gaudiosi di Maria suona Morricone

Un altro video dei ragazzi della Banda "Gaudiosi di Maria" di Scandale mentre si esibiscono suonando brani di Morricone:

La Banda Gaudiosi di Maria ringrazia!

Oh mamma, certo che ce ne vuole di tempo per caricare un video su YouTube.
Sì che era un po’ "lungo" ma non credevo che mi fregava tutta la serata.

Pazienza!

Spero che almeno ne sia valsa la pena, così ecco su YouTube la Banda "Gaudiosi di Maria" di Scandale che nel tardo pomeriggio di oggi ha tenuto un concerto di ringraziamento dopo il terzo posto ottenuto nel trofeo di Santa Susanna in Spagna.

Buona visione.

Il provino di Mario Nunziante

Il video del provino di Mario Nunziante di Crotone da poco entrato nella scuola di Amici.

Grazie a chi ha inserito l’url nei commenti.

<embed src="http://www.youtube.com/v/KUpcxdg2Iqs&hl=it" w

I Cento Passi
(Modena City Ramblers)

"Sei andato a scuola?Sai contare?""Come contare?""Come contare?1,2,3,4,sai contare?""Si,so contare""Sai camminare?""So camminare""E contare e camminare insieme lo sai fare?""Si!Penso di si!""Allora forza!Conta e cammina!dai… 1,2,3,4,5,6,7,8…""Dove stiamo andando?""Forza!Conta e cammina!9… 90,91,92,93,94,95,96,97,98,99 e 100!Lo sai chi ci abita qua?A?U zù Tanu ci abita qua!!""Cento passi ci sono da casa nostra,cento passi!"
(tratto dal film "I cento passi" di M.T.Giordana)

E’ nato nella terra dei vespri e degli aranci, tra Cinisi e Palermo parlava alla sua radio..
Negli occhi si leggeva la voglia di cambiare, la voglia di Giustizia che lo portò a lottare..
Aveva un cognome ingombrante e rispettato, di certo in quell’ambiente da lui poco onorato..
Si sa dove si nasce ma non come si muore e non se un’ideale ti porterà dolore..
"Ma la tua vita adesso puoi cambiare solo se sei disposto a camminare, gridando forte senza aver paura
contando cento passi lungo la tua strada"..
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!

"Noi ci dobbiamo ribellare" (dal film)

Poteva come tanti scegliere e partire, invece lui decise di restare..
Gli amici, la politica, la lotta del partito.. alle elezioni si era candidato..
Diceva da vicino li avrebbe controllati, ma poi non ebbe tempo perchè venne ammazzato..
Il nome di suo padre nella notte non è servito, gli amici disperati non l’hanno più trovato..
"Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare
la storia di Peppino e degli amici siciliani"
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!
(x 2 volte)

Era la notte buia dello Stato Italiano, quella del nove maggio settantotto..
La notte di via Caetani, del corpo di Aldo Moro, l’alba dei funerali di uno stato..
"Allora dimmi se tu sai contare, dimmi se sai anche camminare, contare, camminare insieme a cantare
la storia di Peppino e degli amici siciliani"..
Allora.. 1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!..1,2,3,4,5,10,100 passi!
(x 2 volte)

"E’ solo un mafioso, uno dei tanti"
"E’ nostro padre" "Mio padre! La mia famiglia! Il mio paese!Io voglio fottermene!Io voglio scrivere che la mafia è una montagna di merda! Io voglio urlare!" (dal film)
(Fonte: http://angolotesti.leonardo.it
)

Su Youtube un mio breve video sulla Via Crucis di Scandale

By.Ros sbarca su Youtube.

Mi ero iscritto qualche tempo fa ma finalmente ho avuto tempo e modo di pubblicare il mio primo breve video.

Si tratta, come avevo anticipato nel post sulla Via Crucis, di una scena della bella rappresentazione fatta dai ragazzi e non della parrocchia San Nicola Vescovo di Scandale.

Ecco il video. 

 

Su YouTube il video di Marco Travaglio nel suo intervento a Bologna

Non eravate al V-Day di Bologna o davanti ai maxischermi di Crotone o di qualsiasi altra città i cui si teneva il V-Day? Quindi vi siete persi l’intervento di Marco Travaglio?!

Niente paura, potete vederlo o rivederlo qui!

Il direttore del Tg 2 critica Grillo…

Ah Mazza… ma vaffanculo….

E’ proprio i fora, ma assai…

Non mi invento nulla tra i commenti al video di Mauro Mazza caricato su YouTube il seguente commento mi sta facendo ridere alla grande:

magaricome (36 minutes ago)

ma vergognati… mazza mazza
tutta na razza

 

E non aggiungo altro!!! 

La scandalese Emilia Nicoletta appare nel nuovo video di Luca Anceschi

SCANDALE Succede a volte di fare incontri in rete, la cosa diventa sorprendente quando in rete incontri una ragazza del tuo paese (ma che vive a Reggio Emilia) che in paese non hai mai incontrato. Poi parlando con lei scopri anche che è stata tra le comparse dell’ultimo video di Luca Anceschi, un cantante molto noto in Emilia Romagna e all’estero.
Da qui la curiosità di conoscerla meglio.
Emy Nicoletta di Scandale, comparsa nel video di Luca Anceschi. Foto dell'autore.
Lei si chiama Emilia Nicoletta ma tutti la chiamano Emy come la dolcissima maghetta-cantante dei cartoni, ultimamente di nuovo in onda in tv, ma con la “y” al posto della “i”.
Emy partiamo dal video e della tua amicizia con Luca Anceschi.
Ho conosciuto Luca negli uffici di Delinea, uno studio pubblicitario presso il quale svolgevo uno stage scolastico nel 2005, che ha curato la copertina del suo penultimo singolo “niña mala” tormentone nell’estate del 2006 (nel mese di giugno 2006 questo singolo si è posizionato immediatamente al secondo posto nelle classifiche di vendita e in Messico è stato eletto miglior artista rock italiano dell’anno). Luca è una persona davvero speciale, altruista e sincera che ama la vita e si batte per le pecche di questo mondo esibendosi in serate di beneficenza e sostenendo l’associazione contro la pedofilia “La Caramella Buona” Onlus.
Proprio per le ingiustizie verso i bambini Luca ha scritto una meravigliosa canzone intitolata “Lasciate stare i bambini” che sarà presente nel suo prossimo album.
Nel dicembre del 2006 ho ricevuto una telefonata di Luca nella quale diceva che entro breve sarebbero iniziate le riprese per il video del suo nuovo singolo “Sto con te” e che gli avrebbe fatto piacere se avessi partecipato ai provini per la selezione delle comparse”.
Beh se stiamo qui a parlarne si vede che poi ai provini ti hanno presa; raccontaci come è andata.
Le riprese iniziarono il 21 dicembre dalla Run Multimedia di Verona (casa di produzione che ha girato i video-clip di molti cantanti italiani come Laura Pausini, Biagio Antonacci, Gigi D’Alessio, Adriano Celentano, Luca Dirisio, Max Pezzali, Pino Daniele, Fiorello, Cesare Cremonini e molti altri). Il Set era in una birreria situata in un paese in provincia di Reggio Emilia perché il video è ambientato appunto in un locale per motociclisti nel quale la band di Luca animava la serata cantando. Le comparse nel video erano molte tra motociclisti e ballerine, cameriere e vampire faceva la sua comparsa anche Giulia Ponsi concorrente del Grande Fratello 5.
Emy Nicoletta, la prima da dx nel video di Luca Anceschi. Foto dell'autore.
Arrivai sul set alle 16.00 giusto in tempo per vestirmi e aspettare di essere chiamata al piano superiore del locale per fare la mia parte nel video. La chiamata arrivò attorno alle 17.30, l’agitazione era molta, l’emozione anche. Mi tremavano le gambe nel salire le scale perché non sapevo cosa mi aspettava, non ero mai stata dall’altra parte del monitor! Una decina di persone tra regista, cameraman, truccatrice, fotografi e addetti alle luci erano lì tutti a guardare le scene, il regista spiegava alle comparse cosa fare, da dove passare, chi guardare. Il mio ruolo era quello di una cameriera con il cappello da cow boy che doveva aggirarsi tra i tavoli per portare da bere ai clienti e alla band. Le scene venivano fatte e ripetute decine di volte e il tutto si svolgeva nella più totale armonia, data anche dall’estrema gentilezza di tutto lo staff. Le riprese si susseguivano con una velocità incredibile, o per lo meno era quello che pensavo fino al momento della pausa per la cena nella quale mi accorsi che erano già passate ben cinque ore!
Finita la cena ricominciarono le riprese che terminarono intorno all’una e trenta del mattino”.
Ma cosa ti ha lasciato questa esperienza?
Più che la mia presenza vera e propria nel video, che in fin dei conti non è poi del tutto basilare, questa esperienza mi ha regalato fortissime emozioni e mi ha fatto vivere per un giorno dietro le quinte. È stato entusiasmante sedere davanti allo specchio illuminato della truccatrice, vestirsi e aspettare l’okay della costumista, passare una serata con persone più o meno note, mettersi in posa per le foto, stare sotto i riflettori e sentirsi osservata da molti occhi critici. Ho conosciuto persone fantastiche, che lavorano con impegno e dedizione e ho potuto constatare che niente di quello che ci arriva sullo schermo è in realtà quello che sembra tanto è vero che per soli tre minuti di video ci sono voluti mesi di lavoro e dieci ore di riprese!
Il video dovrebbe uscire prossimamente e vista la carica che trasmette questa canzone credo proprio che la sentiremo canticchiare sulle spiagge o nei locali”.
Ma chi è Emilia Nicoletta e qual è il suo rapporto con la sua terra di origine?
Ho vent’anni compiuti il 24 aprile di quest’anno, sono nata a Crotone ma vivo a Reggio Emilia da quando avevo due anni. Abito con i miei genitori, ho un fratello, Anthony, di quindici anni anche lui con la passione per la grafica oltre che per il calcio al quale gioca da quando era piccolissimo e una stupenda sorellina, Emanuela, di due anni e mezzo. Ho terminato gli studi lo scorso anno e ora lavoro in uno studio grafico pubblicitario, faccio pubblicità e siti internet. Il mio sogno quando ero piccola era quello di diventare giornalista o più in generale di scrivere perché mi divertiva cercare di trasmettere i miei pensieri, poi ho cambiato idea ma non mi sono allontanata molto dal mio obbiettivo perché il mio lavoro mi da l’opportunità di esprimermi e adoro mettere su carta le mie emozioni con parole, colori e immagini. Ho seguito anche un corso di fotografia, e mi diletto a immortalare le immagini che mi attirano di più e magari a modificarle a mio piacimento quasi come per ricrearle con un nuovo aspetto. Leggo molti libri, forse troppi e non guardo molta televisione. Mi piace divertirmi, ridere, scherzare, stare in compagnia dei miei amici più fidati che sono per la maggior parte miei compaesani. Vado poco d’accordo con le persone che hanno sempre qualcosa di cui lamentarsi, quelle che non sono mai contente e trasmettono tristezza. Adoro le persone cariche di energia, solari, sorridenti, positive e soprattutto sincere!”
Ho sempre avuto un forte legame con Scandale e con i suoi abitanti e torno tuttora molto volentieri in paese almeno una o due volte l’anno. Fino a qualche anno fa, ogni volta che scendevo per le ferie solo il pensiero di dover ripartire mi faceva stare male e tutti gli anni promettevo ai miei genitori che l’anno successivo sarei rimasta a Scandale con i miei zii o i miei nonni. Ora lavoro e ho capito che non si può vivere costantemente in vacanza, ho capito che Reggio Emilia mi ha dato molto e ho imparato a viverci felicemente, anche se non nascondo che ogni volta che preparo le valigie per ritornare a Reggio lo faccio con un grosso nodo alla gola”.
La scandalese Emy Nicoletta, in piedi a destra, nel video di Luca Anceschi. Foto dell'autore. Clicca x ingrandire.
Cara Emy per concludere questo nostro incontro seppur virtuale cosa vuoi dirci.
Visto che il motivo del nostro incontro e il video per la canzone di Luca, spero che il successo per il mio amico Luca Anceschi arrivi anche nel resto dell’Italia perché ha una voce molto particolare e soprattutto trasmette una forte carica di adrenalina. In fondo Luca è di Correggio, un paese che ha già partorito uno dei più grandi cantanti a livello internazionale come Ligabue!
Inoltre presto farò ritorno in paese per le ferie estive. Non vedo l’ora di riabbracciare i miei parenti e i miei amici, di fare shopping sotto ai portici di Crotone ma soprattutto di fare un bel bagno nel nostro splendido mare!”.
E allora a presto dolcissima Emy!
ROSARIO RIZZUTO

Il Blog di Byros chiude!!!

Ci congediamo dagli amici, si fa per dire, della Banda Gaudiosi di Maria di Scandale e lo facciamo nel migliori dei modi con un breve video che ci arriva direttamente dalla Città Vecchia praghese dove ieri sera Francesco Mollura, Franchino Clemeno e compagni (e non stiamo parlando dell’Us Scandale) hanno chiuso la tre giorni Ceca entusiasmando il pubblico presente.

Andrea D'Ambra e i deputati

Qualche giorno fa con la TV Svizzera TSI (che ringrazio) abbiamo avuto modo di sondare sia l’opinione pubblica ma anche e soprattutto i nostri cari “dipendenti” (un po’ stile IENE) proprio sotto Montecitorio, ne è uscito un servizio di Aldo Sofia trasmesso al Telegiornale della TV Svizzera RTSI TS1 due giorni fa che potete ora visionare.

Prossimamente spero di riuscire a recuperare il video integrale con tutte le interviste ai vari deputati compresa la reazione stizzita di Stefania Craxi che, dopo un’iniziale disponibilità ad essere intervistata, invece di rispondere alla domanda ha alzato i tacchi e se n’è andata farfugliando qualcosa del tipo “sbagliatissimo, non si interviene sulle tariffe”. (Sindrome Mastella?)

Buona visione! Il link del video: http://www.youtube.com/watch?v=zCxpmQBHMyY

Andrea D’Ambra

Sì la vita è tutto un quiz…